Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 
Venerdì, 23 Giugno 2017 17:37

Montesilvano. Incorreggibile Forconi, promessa di matrimonio e poi in Commissione cultura!

Scritto da di Angela Curatolo
I nubendi Marco Forconi con Mariagrazia Franti I nubendi Marco Forconi con Mariagrazia Franti

di Angela Curatolo

“Un mattoncino in più per la biblioteca”, Forconi: 5milaeuro di libri, anche del 1800, in dono per un anno.

 

Marco Forconi questa mattina ha giurato in Comune di sposarsi insieme a Maria Grazia Franti.

Un amore da favola, condito da passione e allegria con un terzo incomodo, però, che sembra essere più che tollerato dalla nubenda: la politica.

Ah quando c'è l'amore!

Libraio e attivista di destra, candidato sindaco al Comune di Montesilvano, pur senza incarichi istituzionali, da anni, prima con Forza Nuova, oggi con Fratelli d'Italia, ha portato avanti battaglie scomode, inizialmente impopolari, che hanno sfidato l'ipocrisia e l'indifferenza sociale e politica: la denuncia della contraffazione e abusivismo del mercato etnico e l'aiuto ai clochard nella Stazione di Pescara (ospitandoli per le notti fredde nella propria libreria); a Montesilvano l'illegalità e il problema sicurezza e degrado in via Ariosto, culminato nello sgombero di due palazzine,  e il degrado, l'abbandono di Stella Maris in cui, addirittura, organizzò l'occupazione nel luglio 2011 per giorni, scuotendo per la prima volta l'opinione pubblica e l'interesse politico sull'areoplano che non decollava più.

 

L'ultima crociata di Forconi è la biblioteca cittadina: piccola, sfornita, non abbastanza competitiva con quelle delle altre città, con servizi scarsi insufficienti per studenti e ricercatori. E come c'è da aspettarsi dal Marco "capopopolo", anche in uno dei giorni più importanti della sua vita, dopo alcuni momenti idilliaci e di felici con la futura consorte, alle 12:15, negli uffici dello stato civile per firmare il giuramento, Mariagrazia, infermiera all'ospedale di Pescara, alle 12:25 era già in Commissione cultura insieme alle altre associazioni e studenti per la biblioteca. “Era troppo importante non potevo mancare”, precisa.

Insieme ai promotori di un documento/manifesto con 500 firme, Giuseppe Spina, Davide Petrangolo, l'esponente di una associazione giovanile Dante Castellano e altri, Forconi ha garantito 5mila euro di libri, anche antichi e da collezione sulla città di Montesilvano e Melchiorre Delfico, in dono. “L'importante è prima potenziare l'offerta libri”. Tutti concordi sul punto.

Inoltre si è parlato della necessità di una location adatta, più grande.

In commissione cultura, presieduta dal consigliere comunale Alessandro Pompei, è stato proposto il palaDeanMartin, disponibile, ma i ragazzi hanno insistito per Villa Delfico, rudere da ristrutturare di gran pregio e bellezza, che urge di 1milione di euro, anche se il progetto c'è ed è frutto di un bando europeo voluto da Carlo Tereo De Landerset, assessore alle grandi opere, durante l'amministrazione Cordoma, 2010.

Lunedì 26 giugno è stata fissata un'altra riunione in commissione cultura e incontro con gli attivisti esterni. “Metteremo nero su bianco”, fa sapere Forconi.

Intanto prepara il matrimonio per il giorno 28 ottobre, ore 11.30. Dove? Nella chiesa di Sant'Antonio...vicino al Comune!

Congratulazioni da tutta la redazione!

Ultima modifica il Venerdì, 23 Giugno 2017 18:18

chiacchiere da ape