Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Mercoledì, 07 Febbraio 2018 11:31

Mediamuseum di Pescara, Benedetto Croce. Riflessioni a 150 anni dalla nascita

Scritto da Kim Redy

Venerdì 9 febbraio 2018, alle ore 17,30, al Mediamuseum di Pescara (piazza Alessandrini, 34) Stefania Achella, Piergiorgio Della Pelle e Marco Presutti converseranno con Claudio Tuozzolo sul libro pubblicato a sua cura Benedetto Croce. Riflessioni a 150 anni dalla nascita (Aracne editore).

La conversazione costituisce il terzo incontro del terzo ciclo di conversazioni di Attualità culturale in dialogo (primo semestre 2018) promosso dalla Fondazione Edoardo Tiboni e dall’Istituto nazionale di Studi crociani. Il volume propone una riflessione sull’opera di Benedetto Croce che tiene presente le nuove sfide affrontate dalla filosofia nell’epoca della fine delle ideologie, della frammentazione della vita sociale e della “liquefazione” dell’uomo ridotto a «punti–forme solitudine». Come si legge nell’Introduzione di Claudio Tuozzolo «il Croce che qui viene presentato non è un autore semplice, lineare, facile. Complessa è l’architettura del suo filosofare, perché concreti sono i molteplici problemi che esso affronta». Le riflessioni degli autori si sviluppano lungo un percorso che tocca tutti i nuclei teorici a cui la filosofia di Benedetto Croce ha dato il proprio rilevante contributo; emerge così l’importanza del confronto crociano con interlocutori fra loro molto diversi quali, ad esempio, Droysen, Dithey, Barth, Einaudi, Marx, Weber, Pareto, Gramsci, Fiedler, Hegel, Spaventa e Gentile. Stefania Achella è ricercatore di Filosofia morale nell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara, dove insegna Filosofia e teoria del testo.

Si è dedicata prevalentemente alla riflessione sulla religione, sul pensiero morale ed etico-politico, sulla costituzione della soggettività. Tra le sue pubblicazioni si segnalano Rappresentazione e concetto. Religione e filosofia nel sistema hegeliano (Napoli, La città del sole 2010); Rimanere in cammino. Karl Jaspers e la crisi della filosofia (Napoli, Guida 2011); Tra storia e politica. La religione nel giovane Hegel (Napoli, Editoriale scientifica 2008) Claudio Tuozzolo è docente ordinario di Storia della Filosofia nell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara, dove insegna Storia della filosofia contemporanea nel corso di laurea in Sociologia e criminologia di cui è Presidente. I suoi studi sono stati dedicati alla filosofia di Schelling, all’ermeneutica filosofica contemporanea, ai rapporti tra idealismo tedesco e idealismo italiano, al pensiero tedesco del primo Novecento. In questi ambiti di studio, insieme a vari saggi, si possono citare Schelling e il “cominciamento” hegeliano (Napoli 1995); H.-G. Gadamer e l’interpretazione come accadere dell’essere (Milano 1996); Dialettica e norma razionale. Bertrando Spaventa interprete di Hegel (Milano 1999); Marx possibile. Benedetto Croce teorico marxista, 1896-1897 (Milano, Franco Angeli, 2008).