Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Venerdì, 14 Giugno 2019 17:52

Florian Espace L'Eccezione e la regola

Scritto da nefer

sabato 15 giugno e domenica 16 giugno, ore 21, Florian Espace L'Eccezione e la regola (liberamente tratto da l'Eccezione e la regola di Bertolt Brecht)

con Marcella Brunetti Maria Grazia di Giulio Rita Martella Cinzia Orsini Dennis Palumbi e Maresa Guerra regia e adattamento Umberto Marchesani musiche originali: Roberto Torto luci: Edoardo Piccoli L’Atelier Espace presenta, a conclusione del laboratorio annuale condotto da Umberto Marchesani al Florian Espace, un saggio-spettacolo liberamente tratto da uno dei capolavori di Bertolt Brecht e che lui stesso definiva un dramma didattico, con l’obiettivo di parlare al pubblico facendo riflettere come in una favola zen su un rapporto diretto tra attore e spettatore. La storia narra di un mercante che attraversa il deserto di Jahi con un portatore carico di bagagli. Ha fretta, insulta e bastona il portatore perché non indugi. Durante una sosta il portatore gli si avvicina per offrirgli dell'acqua. Il mercante crede che la borraccia sia una pietra e che il portatore voglia colpirlo. Estrae la pistola e lo uccide. In tribunale si giustifica dicendo che non c'era ragione perché il portatore gli offrisse da bere dopo essere stato maltrattato, non gli era amico. Il giudice dà ragione al mercante, dicendo “ avreste ucciso un uomo che nella fattispecie era innocuo, ma del quale non potevate sapere che fosse innocuo”. L'accusato quindi ha agito secondo il giudice in stato di legittima difesa, e poco importa che fosse realmente minacciato o che solo supponesse di esserlo: date le circostanze doveva necessariamente sentirsi in pericolo. La messa in scena curata da Umberto Marchesani si avvale delle musiche originali di Roberto Torto con cui gli interpreti - Marcella Brunetti, Maria Grazia di Giulio, Rita Martella, Cinzia Orsini, Dennis Palumbi e Maresa Guerra - si cimenteranno anche nel canto come si conviene nella tradizione dei song brechtiani. Luci di Edoardo De Piccoli.