Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Lunedì, 15 Giugno 2020 16:00

Pescara, fermato per tentativo di rapina, dominicano danneggia apparecchi in questura.

Scritto da Rednez
Polizia Polizia

arrestato dopo inseguimento da una volante della polizia

Poco dopo la mezzanotte di ieri, i poliziotti della Squadra Volante sono intervenuti in viale Marconi dove un uomo aveva richiesto l’intervento della Polizia in quanto pochi istanti prima era stato vittima di un tentativo di rapina appena dopo aver comprato dei farmaci nella farmacia del posto e, nell’atto di risalire sulla sua auto, era stato fermato da un extracomunitario che gli aveva intimato di consegnargli tutti i soldi, contenuti nel portafogli, con la minaccia di un corpo contundente metallico. La vittima, spaventata, riusciva a scappare con la propria auto e a chiamare il 113.

Così si apprende dal social della Polizia di Stato di Pescara.

La Squadra Volante, intervenuta sul posto, ha individuato e bloccato il rapinatore prima che si allontanasse.

Il soggetto, poi identificato, cittadino della Rep. Dominicana di anni 34, con precedenti per resistenza a pubblico ufficiale ed inosservanza della normativa COVID, è stato sottoposto a perquisizione dagli agenti e trovato in possesso di una siringa e di una penna a sfera metallica, uno dei quali utilizzato per minacciare la vittima. Pertanto, è stato tratto in arresto in flagranza di reato per la tentata rapina aggravata e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria presso la Casa Circondariale de l’Aquila.

Inoltre, una volta condotto in Questura, nel tentativo di evitare l’identificazione lo stesso si è reso responsabile del danneggiamento di alcuni apparecchi utilizzati per il suo fotosegnalamento. Dovrà, altresì, rispondere all’Autorità Giudiziaria per il danneggiamento aggravato e la resistenza a pubblico ufficiale.

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33233743