Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 11 Agosto 2020 15:44

Chieti. Omaggio all'eroe omerico Achille, leggendario fondatore di Teate

Scritto da redenx
Achille al palazzo di Licomede, Louvre Achille al palazzo di Licomede, Louvre

Ospite illustre della manifestazione lo scultore Tonino Santeusanio di Crecchio

E’ l'iniziativa di un gruppo di cittadini per onorare simbolicamente l’eroe omerico Achille, leggendario fondatore di Teate – Chieti, nel 1181 a.C. Giovedì , 13 agosto 2020, alle ore 10,30, nello spazio compreso tra i numeri 51 e 53 di Corso Marrucino, conosciuto un tempo come Largo Mercatello, immortalato in foto d’epoca, quando vi sorgeva un caratteristico chiosco stile liberty non si sa da chi abbattuto, sarà posta una targa estemporanea per intitolare, “dans l’espace d’un matin”, uno spazio cittadino al figlio della dea marina Teti, che in onore della madre ha fondato, 3201 anni, fa Chieti, mito di fondazione della città teatina, già noto nel medioevo, cantato da Fazio degli Uberti nel “Dittamondo”, libro III, cap. I, vv.76-78: "Vidi Thietta, dove già fu il seggio de la madre d’Achilles e di questo per testimon quei del paese chieggio”. L’iniziativa è promossa del Centro Studi “Domenico Spezioli”, presidente Ugo Iezzi, con il sostegno della Redazione del periodico locale “La Gazzetta di Chieti” e del CIME Abruzzo.

Ospite illustre della manifestazione lo scultore Tonino Santeusanio di Crecchio, al quale è stato commissionato il busto in bronzo di Achille, per rimpiazzare quello di “finissimo marmo”, nel 1559 preso da D. Diego d’Alarcone e Mendozza, preside all’hora delle provincie d’Abruzzo. Per ordine del Duca D’Alcalà Vicerè del Regno, il qual vago di simili cose, se la condusse nel suo ritorno in Ispagna e la collocò nel cortile del suo palazzo in Seviglia, come ricorda lo storico Girolamo Nicolino (Historia della Città di Chieti, Napoli, 1657, ripubblicato in stampa anastatica, Bologna, Forni Editore, 1967, p.1 e seguenti).

“L’iniziativa, che condividiamo -spiega Donato Fioriti del CIME Nazionale (Consiglio Italiano Movimento Europeo)- fa da prologo alla richiesta che presenteremo per dare vita ad una “Giornata Europea del Mito”: chiederemo la data dell’11 maggio, data della fondazione di Chieti. Abbiamo avuto la disponibilità per accompagnarci “de visu” per la richiesta da presentare al Presidente del parlamento Europeo David Sassoli, del parlamentare europeo Mario Furore e del segretario generale CSE (Confederazione Indipendente Sindacati Europei) dott. Marco Carlomagno”.

“Ai candidati sindaci di Chieti -aggiungono e concludono Iezzi e Fioriti- chiediamo di esprimersi su questa proposta ed a loro chiediamo cosa ne pensano. Chiederemo, inoltre, alle altre città italiane, la cui nascita mitologica è seguita con orgoglio, in primis Roma, di costituire un comitato pro “Giornata Europea del Mito". 

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
31594726