Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 15 Settembre 2020 18:29

Montesilvano, “Italia Viva Pescara area vasta” chiede al Sindaco di attivare azione risarcitoria nei confronti di Aca

Scritto da rednez

Carenza idrica, ottenere un risarcimento dei danni subiti dagli utenti ACA della zona di via Chiarini

"I residenti di via Chiarini, e vie limitrofe, a Montesilvano, sono stati senza acqua da venerdì sera scorso fino a ieri verso le 16 circa." In una lettera aperta il Comitato Civico “Italia Viva Pescara area vasta”.

Interviene sulla carenza idrica che anche oggi si è ripresentata in alcune vie della stessa zona, "Per giorni decine di famiglie, anche con bambini in tenerissima età, non hanno potuto cucinare, lavarsi, fare la lavatrice, curare l'igiene della casa; per giorni hanno provato a contattare l'ACA, i vigili, carabinieri e la Protezione civile ma hanno ottenuto solo l’avvilente spettacolo di uno scaricabarile intollerabile. Il Sindaco di Montesilvano, che ricordiamo, è città “azionista di riferimento dell’ACA”, ha scritto a quest’ultima, ma, a parte le solite risposte (stiamo provvedendo, ci stiamo lavorando, a breve il disagio cesserà), non ha ottenuto nulla".

Chiede così "De Martinis viste le responsabilità che la Legge attribuisce ai sindaci – (il sindaco è il responsabile della condizione di salute della popolazione del suo territorio. Il consiglio comunale condivide questa responsabilità) - avrebbe dovuto sollecitare un tempestivo intervento della Protezione Civile per ottenere la fornitura di acqua a mezzo di autobotti e/o qualunque altro mezzo al fine di, se non proprio risolvere del tutto i disagi, almeno lenirli il più possibile permettendo alle persone di poter tornare a cucinare e curarsi della propria igiene personale. Nulla di tutto questo. Ci auguriamo che il Sindaco De Martinis voglia, a strettissimo giro, avviare delle azioni finalizzate ad ottenere un risarcimento dei danni subiti dagli utenti ACA della zona di via Chiarini, lo stop agli aumenti previsti per fine anno e sensibilizzare Regione e Governo per ottenere di fondi utili al rifacimento della rete idrica che, definire un colabrodo, è un eufemismo. Rimaniamo, in fiduciosa attesa, di una risposta morale e materiale alle sofferenze patite dagli abitanti delle zone oggetto, per giorni, dell’interruzione della fornitura di acqua. Comitato Civico “Italia Viva Pescara area vasta”

Ultima modifica il Martedì, 15 Settembre 2020 18:41