Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Venerdì, 18 Dicembre 2020 16:33

Montesilvano, Sindaco e giunta cantano insieme tipo Band Aid. M5s e PD: "e la città viene suonata"

Scritto da Angela Curatolo
I politici cantanti e in alto le foto di Romina Di Costanzo PD, Paola Ballarini M5s e Daniele Licheri SI I politici cantanti e in alto le foto di Romina Di Costanzo PD, Paola Ballarini M5s e Daniele Licheri SI

Per sempre tu (Nessuno cancellerà mai il tuo nome) è il titolo della canzone per Montesilvano, scritta e cantata dal sindaco Ottavio De Martinis e dall’assessore Deborah Comardi. Pd e M5s, su Grande Pescara: "I nostri Amministratori decidono di esternare la loro contrarietà concentrando le energie per scrivere e incidere un imbarazzante brano"

Nel coro anche il presidente del consiglio Ernesto De Vincentiis, gli assessori Alessandro Pompei e Barbara Di Giovanni e i consiglieri Adriano Tocco e Giuseppe Manganiello. La musica è stata scritta da Simone Pavone, l’arrangiamento è di Flavio De Carolis, la produzione di Francesco Beaver. "Un atto d’amore per Montesilvano e per sostenere l’associazione Progetto Angelica Amiche per la vita" si legge sul social.

'Oooooooohoooooooo", ricorda l'intro di un brano del Guardiano del Faro, alla vecchia maniera, è la canzone di Simone Pavone, nella performance del Sindaco, giunta, Presidente del Consiglio comunale e consiglieri comunali di maggioranza, alcuni. E tutti si chiedono: perchè Paolo Cilli non c'era? Se non gli piace cantare poteva farlo in play back. 

A Montesilvano, invece di Band Aid, si è formata la Politic Aid, con i locali amministratori. Nel progetto, un pò alla Paul Young quando riunì cantanti rock anni 80' per Do they know it's christmas, le voci mancanti sono diverse. 

Presentata oggi.

"Questa canzone è un atto d’amore per la mia amata Montesilvano e per sostenere l’associazione “Progetto Angelica Amiche per la Vita” – afferma il sindaco De Martinis -. Le parole sono state scritte da me, la musica invece è di Simone Pavone. Ho avuto il piacere di cantarla con l’assessore Deborah Comardi e con alcuni consiglieri e assessori, avrei voluto estendere l’iniziativa a tutto il consiglio e ad altri personaggi del territorio, ma purtroppo i tempi che stiamo vivendo non lo consentono. Nei prossimi mesi quando la pandemia sarà finita organizzeremo una iniziativa in città per sostenere ancora meglio l’associazione che si occupa del sostegno alle famiglie impossibilitate, per problemi economici, a far nascere bambini. Il testo è composto da un ritornello e tre strofe. Si parla della Montesilvano vissuta dalla mia generazione con il ricordo della colonia Stella Maris, che ospitava i bambini e dell’Arena dei Fiori, cinema all’aperto dove andavo con gli amici. La terza strofa ripercorre la storia di tanti montesilvanesi che partirono con la valigia di cartone in cerca di fortuna e inseguendo i propri sogni con un chiaro riferimento al barbiere Gaetano Crocetti e al figlio Dean Martin. C’è un cenno al museo del Treno e ai bombardamenti avvenuti alla stazione. Nella parte cantata dall’assessore Comardi si parla anche della croce di legno sul Colle della Vecchia, del Mulino sulla foce del Saline, della spiaggia e della città vista dagli scogli. C’è chiaramente un messaggio contro il progetto di fusione per la nascita della Nuova Pescara, rivolto a chi vorrebbe cancellare il nome di Montesilvano. Ringrazio Simone Pavone, Flavio De Carolis, Francesco Beaver e coloro che hanno realizzato in maniera gratuita il video".

"Questa pandemia – conclude l’assessore alle Manifestazioni Comardi - ha messo a dura prova la nostra società, che sta soffrendo moltissimo. Questa canzone è un regalo che facciamo per il Natale alla nostra città e all’associazione che si occupa di donne e bambini, in un momento come questo in cui si rinnova la nascita di Gesù. Quando il sindaco mi ha proposto di cantarla sono stata molto felice e per questo lo ringrazio. I nostri sforzi sono stati quelli di aver rinunciato a quel poco di tempo libero che abbiamo per provare il testo e per girare il video. Naturalmente questa iniziativa è a costo zero per il Comune".

"Il Progetto “Angelica amiche per la vita” – spiega la rappresentante dell’associazione Rosella Evangelista - è a sostegno della vita, aiutiamo le mamme con problemi di vario tipo a portare avanti le gravidanze e contribuiamo a dare quello che manca alle famiglie, per accogliere i nascituri. Siamo di supporto ai papà e a quelle donne che interrompono la gravidanza. Negli ultimi due anni abbiamo contribuito a far nascere 27 bambini. Siamo di supporto anche ai papà. Il nostro obiettivo è di realizzare una casa della mamma e del bambino facendo rete anche con le varie realtà del territorio come la Caritas". "Quando sono stato contattato dal sindaco De Martinis mi sono reso subito disponibile, sposando questa entusiasmante iniziativa, non solo per l’amicizia che mi lega a lui – dice il compositore Simone Pavone -. Sono musicista da 31 anni, ho scritto la musica di questo brano per amore verso la città dove vivo. Anche mio padre ha preso quel treno con la valigia di cartone per emigrare in Svizzera e ho vissuto da vicino quegli anni. Credo che la musica sia il veicolo migliore per donare agli altri la nostra sensibilità. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno gravitato intorno a questo progetto".

Per sempre tu (Nessuno cancellerà mai il tuo nome) è il titolo della canzone per Montesilvano, scritta e cantata dal...

Pubblicato da Comune di Montesilvano su Venerdì 18 dicembre 2020

Sta già suscitando alcune polemiche e considerazioni.

Tra i complimenti, alcuni fino alle lacrime e commozioni, "E' un bel sindaco", "Bravi", "che emozione", nei commenti sulla pagina social del Comune, c'è qualcuno che chiede "Perchè?", un altro scrive, in riferimento alla Pandemia, "Non stiamo già soffrendo abbastanza?", e non manca chi ricorda, "ci sono strade da riparare i canti li facciamo dopo". C'è chi sostiene, "E' 'We are the world' muto". Qualcuno coglie l'occasione per ribadire, "mai alla Grande Pescara". E tra una polemica e l'altra c'è chi dice, "bene o male basta che se ne parli".

I Consiglieri Comunali M5s e Pd chiosano:

"Mentre la città annaspa nelle difficoltà, aggravate ancor più dalla pandemia, i nostri Amministratori hanno ricette risolutive quantomeno bizzarre, ai limiti del ridicolo. Preferendo la ribalta mediatica a tutti i costi, per risollevare la crisi del commercio locale, piuttosto che incentivare gli acquisti implementando buone pratiche sull’esempio di altre città virtuose, come la distribuzione di voucher natalizi, i nostri Amministratori puntano su uno spot, come elemento risolutore al dramma economico del momento. Piuttosto che impegnarsi sul tema Nuova Pescara, alle cui scadenze normative è invece corrisposto un pressoché totale immobilismo, a parte l’ottimo lavoro svolto dal nostro Presidente di Commissione Statuto, Fidanza - immobilismo che ci esporrà inevitabilmente ad un concreto rischio di un commissariamento annullando le opportunità per i singoli territori -, i nostri Amministratori decidono di esternare la loro contrarietà concentrando le energie per scrivere e incidere un imbarazzante brano dal titolo “Nessuno cancellerà il tuo nome”. Della serie C’è chi dice no (solo ora comprendiamo il gemellaggio con Zocca, a questo punto propedeutico!) Sorvolando sull’iniziativa che si commenta da sé, ci preme ricordare che la città nel frattempo attende la risoluzione delle molte criticità, rispetto alle quali è percepibile a tutti la totale carenza di programmazione. Pensiamo per esempio al capitolo gestione rifiuti, rispetto al quale la giunta Maragno aveva avviato un importante lavoro in termini di attivazione del servizio di raccolta differenziata in alcune aree della città, cui sarebbero dovute seguirne altre, e del centro del riuso. Un centro, pronto da maggio 2019. Eppure per l’apertura, stando a quanto emerso nelle commissioni convocate a riguardo, era dapprima necessario il regolamento, che abbiamo approvato ben due volte (visto che si era una prima volta perso), e poi semplicemente degli arredi (scrivania e computer). Ultimo impegno preso dal vice Sindaco Cilli in sede di ultima commissione era l’inaugurazione entro il 30 novembre, ma ad oggi, con Natale alle porte, siamo ancora ad un nulla di fatto. Non ci spieghiamo le ragioni sulla mancata estensione dell’implementazione del servizio porta a porta su tutta la città, un servizio che ha portato ottimi risultati in termini di raccolta differenziata nella media del 71%. E’ evidente che insieme al folklore, abbonda la mancanza di progettualità e non c’è alcuna programmazione ma solo atti dovuti. Oramai è chiaro: a Montesilvano la musica è sempre quella; mentre loro cantano, la città viene “suonata”!"

Anche Daniele Licheri - Segretario Regionale Sinistra Italiana Abruzzo interviene:

Il sindaco e la sua giunta, invece di cantare, si rassegnassero al fatto che l'area metropolitana Pescara-Montesilvano-Spoltore per una necessità storica deve poter finalmente pianificare uno sviluppo urbanistico economico e sociale degno di questo nome. E loro dovrebbero contribuire attivamente a questo processo, non provare a rilanciare in modo trash una pseudo identità cittadina che nessuno ha intenzione di toccare, se davvero amassero il loro territorio.

Ultima modifica il Venerdì, 18 Dicembre 2020 17:57