Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Venerdì, 07 Maggio 2021 16:28

Pescara. Figliuolo in visita al Centro Vaccinale: "uno dei migliori che ho visto"

Scritto da rednez

Il Generale Figliuolo in visita al Centro Vaccinale comunale di via Tirino. "Questa struttura comunale è una delle migliori che ho visto, un simbolo dell’Italia bella per efficienza e disponibilità umana".

"Questo è un polo vaccinale da 24 linee, è uno dei migliori che ho visto in questi miei sopralluoghi in tutto il Paese, è un segno dell’Italia bella, un simbolo d’efficienza e disponibilità umana, un esempio virtuoso di collaborazione tra il privato che ha messo a disposizione la struttura, il Comune, e mi congratulo con il sindaco Masci, la Regione e la Asl. Vi ringrazio per il lavoro svolto e vi invito a fare sempre di più perché il nostro obiettivo deve essere quello di accorciare il più possibile i tempi verso l’immunità di gregge. Ne avete tutte le possibilità e sono certo che darete un grande contributo affinché si possa vincere questa battaglia".

Sono le parole del Commissario straordinario per l’emergenza sanitaria Francesco Paolo Figliuolo, che è giunto questa mattina in Abruzzo accompagnato dal capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, e ha quindi fatto tappa presso il Centro Vaccinale comunale di Pescara poco prima di mezzogiorno. Ad accoglierlo il primo cittadino del capoluogo che lo ha affiancato nella visita alla struttura allestita già da alcuni mesi presso il Pescara Fiere, dove sono in attività 24 linee per la profilassi e sono in servizio non meno di 160 volontari al giorno. Nel suo intervento il sindaco Carlo Masci, dopo aver portato il saluto istituzionale, ha rivolto precise richieste:

"Ringrazio della loro presenza il Generale Figliuolo e il Capo dipartimento di Protezione Civile Curcio che ci onorano della loro presenza. Oggi mostriamo loro un’eccellenza di cui siamo orgogliosi, come questo polo vaccinale che è per noi il fiore all’occhiello della lotta contro il Covid, dove potremmo arrivare anche a tremila mila dosi somministrate al giorno. Abbiamo però bisogno di risposte certe sul numero delle dosi di farmaco che potete inviarci - ha detto Masci rivolgendosi al Generale Figliuolo - Servono tutti quegli elementi che possano permetterci di programmare e organizzare ancora meglio l’attività di questo Centro vaccinale, che in pochi giorni siamo stati in grado di mettere in piedi e che finora ha ricevuto solo attestazioni di gradimento da parte degli utenti e, mi si permetta, anche dal sistema dei media. La nostra più grande soddisfazione sono i ringraziamenti dei cittadini che si complimentano con noi per il cuore che gli operatori esprimono in ciò che fanno. Sono risultati di cui andiamo fieri e che condivido con questi “angeli della solidarietà”, come io li chiamo, vale a dire i volontari delle varie associazioni, la Protezione Civile e i medici e paramedici della Asl. In questo polo, proprio nel giorno in cui salutiamo con gioia, dopo sei mesi,  nella casella dei decessi, abbiamo la possibilità di accelerare sul fronte dei numeri della profilassi, verso l’immunizzazione della nostra popolazione. Ma per far questo, ripeto, ci servono più dosi, perché questo ci permetterebbe di esprimere al massimo tutta la potenzialità di questa struttura. Chiedo inoltre - ha concluso Masci - maggiore attenzione, anche economica, per i volontari e le associazioni che da più di un anno sono “in guerra”, perché di una guerra si tratta, contro il Covid. Sono certo che lei non ci farà mancare la sua vicinanza!".

Il capo della Protezione Civile, Curcio, ha subito dopo confermato confermato che dalla prossima settimana inizieranno anche le anche le prenotazioni per la profilassi degli over 50, cosa che rappresenterà un deciso passo in avanti nella lotta ai contagi. Il Commissario per l’emergenza ha infine concluso con un riferimento alla campagna nazionale: "Il mese di maggio è un mese di transizione, nel corso del quale mi aspetto 17 milioni di vaccini in Italia. Anche qui in Abruzzo il farmaco arriverà con cadenza settimanale. L’Abruzzo è sull’obiettivo, appena poco sotto la media nazionale. Il suo target è di 13.000 dosi, ma ha una potenzialità per arrivare anche a 20.000. Spicca però - ha concluso Figliuolo - una maggiore attenzione alle categorie fragili e questo vi fa onore. Ma dobbiamo prepararci per giugno, quando i vaccini arriveranno in maniera molto più abbondante e in questo polo comunale di Pescara si otterranno certamente grossi risultati".

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
32632387