Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Venerdì, 27 Agosto 2021 19:01

Chieti, emergenza idrica, Garofalo su PNRR: "Per reti servono diversi milioni di euro."

Scritto da redenz

"Ma a noi risulta che, invece dell'acqua, alla Regione stia a cuore la ferrovia. Non condividiamo questa scelta". 

"A noi risulta che l'ACA faccia pagare, ai titolari di contatore, anche l'acqua non pagata da chi la utilizza e non paga le bollette, oltre all'acqua di chi la utilizza e non risulta nemmeno titolare di contatore. Questo non è giusto, non possono pagare solo i fessi. Se questo fosse vero, diventerebbe inaccettabile che il Comune di Chieti negli anni non si sia attivato per censire tutte le utenze e riscuotere tutti i mancati pagamenti. Un problema che riguarda tutte le Giunte che hanno governato la città." Commenta la situazione Gennaro Garofalo, Segretario di Sinistra italiana Chieti.

Prosegue, "l'ACA gestisce le reti, ma il vero responsabile della programmazione è l'ERSI: ente di principale importanza e del quale si parla troppo poco."

Chiede: "All'ERSI il Comune dovrebbe indicare le sue emergenze. Ma come può farlo se nessun suo dipendente se ne occupa? Perché il Comune (poco importa sapere chi e quando) ha abbandonato questa sua specifica responsabilità?" Afferma, "Ovviamente il Comune di Chieti non può affrontare i problemi da solo, ma potrebbe contare di più se si desse come obiettivo quello di ottenere un rapporto ufficiale da parte di ERSI ed ACA su quali sono le emergenze idriche da affrontare e su come risolverle. Un rapporto tecnico, da discutere con gli altri 65 comuni che hanno affidato le loro reti all'ERSI ed all'ACA, per condividere proteste e proposte."

"Se lo si facesse, emergerebbe che il problema numero uno è rappresentato dalla dispersione dell'acqua a causa della inefficienza delle reti. Si stima, infatti, che nella distribuzione vada perso tra il 62% ed 74% dell'acqua attinta alle sorgenti. Azzerare la dispersione idrica equivale a triplicare la disponibilità di acqua, ecco perché bisogna puntare al loro rifacimento."

Ricorda, "Per rifare le reti, tuttavia, servono diversi milioni di euro. Parte dei fondi può essere richiesta alla Regione, parte dovrà essere richiesta allo Stato, anche approfittando del PNRR. Ma a noi risulta che, invece dell'acqua, alla Regione stia a cuore la ferrovia. Non condividiamo questa scelta. L'acqua è il bene primario, da garantire a tutti. Niente è più importante dell'acqua."

"I cambiamenti climatici stanno già rendendo la situazione ogni giorno più difficile. Bisogna intervenire pensando al futuro in collaborazione con tutti i 65 comuni associati in ACA."

"A Chieti si vuole convocare un consiglio comunale straordinario. Si spera non serva solo a rinfacciarsi inutilmente reciproche responsabilità. Servono decisioni importanti e visione di lungo periodo. Serve programmare interventi che si potranno realizzare solo se si avranno a disposizione centinaia di milioni di euro e se a chiederlo saranno tutti i 65 comuni insieme a province (Chieti, Pescara, Teramo) e Regione."

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33036237