Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 11 Gennaio 2022 19:00

Manoppello in streaming sul raddoppio della linea ferroviaria Pescara-Roma

Scritto da redenz

Incontro pubblico a Manoppello sul raddoppio della linea ferroviaria Pescara-Roma. Per evitare assembramenti la riunione sarà anche in diretta streaming. Il sindaco Giorgio De Luca: “È fondamentale spostare il tracciato dal centro urbano” - Sala Wojtyla, sabato 15 gennaio, ore 17,00

Mentre si attende la convocazione del Consiglio Comunale per decidere la costituzione di una Commissione speciale con finalità di indagine, inchiesta e studio sul progetto di potenziamento della rete ferroviaria presentato da Rfi, il sindaco di Manoppello Giorgio De Luca promuove per sabato 15 gennaio (Sala Wojtyla, ore 17) un incontro pubblico, in presenza e online, per presentare la proposta progettuale alla cittadinanza con l’ausilio del personale tecnico del Comune. “Dopo incontri, note, atti, interlocuzioni a vari livelli, ritengo fondamentale, alla luce della recente informativa di avvio della procedura di dibattito pubblico del progetto di raddoppio della linea ferroviaria Pescara-Roma, favorire un incontro con i cittadini di Manoppello. Le posizioni dell’Ente sono chiare e uniscono maggioranza ed opposizione. I consiglieri – ricorda il primo cittadino De Luca - hanno votato all’unanimità una delibera in cui esprimono la propria ferma contrarietà all’opera così come prospettata e suggeriscono di percorrere un’altra ipotesi progettuale, approvata nel 2007 con una convenzione fra Regione ed Rfi; ma ora è giusto allargare gli orizzonti di conoscenza ed informazione”.

Anche per questo la pubblica assemblea è convocata in presenza in sala Wojtyla (fino ad esaurimento della capienza consentita dalle norme di contenimento del Covid-19) ed on line sulla pagina Facebook del Comune di Manoppello.

“Ai fini di una più larga condivisione invitiamo i consiglieri comunali, i cittadini interessati dalle eventuali demolizioni e tutti i portatori di interesse a prendere parte all’incontro in presenza e chiediamo a tutti coloro che a vario titolo hanno espresso le proprie perplessità al progetto di collegarsi dalle proprie case. Con il coinvolgimento dell’architetto Massimo D’Angelo, responsabile dell’area urbanistica e dell’avvocato Maurizio Minichilli, mostreremo da un lato l’attuale ipotesi progettuale e dall’altro ciò che riteniamo veramente utile per il nostro territorio. Faccio poi un invito ai sindaci dei comuni limitrofi Lettomanoppello, Scafa, Turrivalignani, Rosciano, Chieti, Alanno, molti dei quali interessati dal passaggio della rete ferroviaria, a partecipare all’incontro di sabato prossimo. Per quanto riguarda Manoppello – ribadisce De Luca – è fondamentale abbandonare un progetto improponibile e dannoso che comporterebbe per l’intero abitato dello Scalo insostenibili problematiche di inquinamento da rumore e di interferenza, in una zona già vessata dalla presenza di ben due passaggi a livello posti lungo importanti direttrici di collegamento cittadino. Diversamente sarebbe opportuno riprendere l’ipotesi già elaborata di spostamento dell’intero tracciato ferroviario in adiacenza all’Interporto. Da oltre 20 anni c’è unità d’intenti sulla prima ipotesi progettuale – ricorda il sindaco De Luca – ed è assurdo che oggi, proprio quando ci sono le risorse, si ridiscuta su tutto. Noi siamo a favore dell’alta velocità, ma chiediamo l’allocazione del nuovo tracciato ferroviario in affiancamento e potenziamento di quello esistente all’Interporto, con la conseguente dismissione dell’attuale linea ferrata che attraversa il centro abitato di Manoppello scalo. Le esigenze dei territori vanno coniugate con quelle più generali e sacrosante di un collegamento ferroviario veloce fra l’Abruzzo e Roma

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33233743