Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 
Mercoledì, 29 Giugno 2022 18:00

Mago Antheus, la prepotenza è dei mediocri. Come affrontarli nella quotidianità.

Scritto da Moira Mandorlo

Il sensitivo Antheus spiega chi sono e suggerisce come affrontarli. A lavoro, in famiglia, alla guida, alla cassa di un negozio si mostrano i prepotenti e a farne le spese sono le persone educate e sensibili.

 

"La prepotenza è la prerogativa dei mediocri." Negli ultimi tempi si assiste all’incremento di un atteggiamento aggressivo, si potrebbe indicare anche come ‘bullismo’. “La società è malata e chi ne fa le spese sono le persone sensibili,” commenta Antheus, mago da trenta anni di esperienza, esperto in magia rossa, egizia, nera, legature d’amore, in rituali sud americani, africani e macumbe, di protezione e ricarica delle energie.

Nella quotidianità si possono incontrare, oggi più di ieri, individui che mirano a sottomettere il prossimo in ogni loro gesto: a lavoro, in famiglia, con gli amici ( se ne hanno). Si mostrano prepotenti alla cassa di un negozio, nelle file, sulla strada, al parcheggio, in un condominio… appaiono in tutta la loro aggressività e spesso, passato il momento di stupore e sdegno per il sopruso ricevuto, si tende a dimenticare un po' per quieto vivere, un po' per evitare di crucciarsi e farsi il sangue amaro.

“Anche sui social c’è molta cattiveria, maleducazione, bullismo, persino tra persone adulte”. Fa presente il sentivo Antheus che spiega, “un comportamento dettato dall’invidia, frustrazione. Si giudica, con parole crudeli, senza pensare che le persone possono rimanere ferite.”

Per il mago Antheus, custode di antichi riti esoterici tramandati nella sua famiglia, “anche i valori dello sport per molti che lo praticano sono cambiati: prima era disciplina che educava alla vita, alla salute, al rispetto del corpo. Oggi ci sono persone che fanno sport solo per vanità e, in alcuni casi, per sottomettere l’altro.

 

Mago Antheus, chi sono queste persone prepotenti e perché si comportano in modo saccente e presuntuoso?

Sono persone distruttive, mediocri, che forse hanno subito prepotenze che riscaricano sugli altri. Sono persone frustrate nell’ambito familiare. A volte, essere prepotenti è un mezzo per fare le scarpe all’altro.

 

In che senso, Mago Antheus?

Sul lavoro si creano a volte situazioni terribili, irrespirabili a causa di colleghi esuberanti e arrivisti che usano atteggiamenti prepotenti per raggiungere gli obiettivi. Ci sono persone che si sentono devastate a lavoro per questo.

 

Come può difendersi da questa malvagità che insiste nella società, una brava persona, sensibile, che non vuole scendere allo stesso livello del prepotente?

Le persone sensibili possono, ad esempio, recarsi da un mago serio e onesto, chiedere una protezione che generi onde magnetiche capaci di non far penetrare il male e di impedire di ferire.

 

Come funzionano sensitivo Antheus? Che reazione hanno?

Con le protezioni la persona sensibile, che spesso deve subire il bullismo di un collega di lavoro, di un amico, di un parente, riesce ad affrontare in modo diverso il confronto, rimanendo se stessa. La protezione dà forza e coraggio.

 

Da cosa scaturisce l’atteggiamento prepotente sempre più crescente nella società, sensitivo Antheus?

Invidia e frustrazione sono conseguenze di un’educazione che manca di insegnamenti positivi, che ha trascurato di accrescere nella persona l’autostima. E poi in momenti difficili la prepotenza è come un ‘virus’ che si espande velocemente e penetra in chi è già predisposto. A farne le spese è chi ha adottato un comportamento tranquillo e mite. E poi c’è l’invidia sociale a completare il quadro. Persino personaggi famosi, sui social media, non sfuggono a meschini giudizi, inopportuni che possono far stare male.

 

Cosa s’innesca in questi meccanismi di bullismo, Mago Antheus?

Le persone ignorano totalmente che chi riceve le prepotenze, critiche, parole crude, può essere profondamente ferito. Dovremmo tutti pensare all’altro quando agiamo, salvaguardare l’altro, per invertire l’espansione di questo atteggiamento inquinante dell’anima e della società.

chiacchiere da ape