Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

Lunedì, 22 Agosto 2022 17:49

Il soldato semplice “Joe” Boschetti caduto in combattimento, il padre era d Cupello Ch.

Foto1: il “Private First Class” della “Marine Corps Reserve” Joseph Francis “Joe” Boschetti; Foto2 e 3: gli onori militari riservati a Joseph Francis “Joe” Boschetti. Foto1: il “Private First Class” della “Marine Corps Reserve” Joseph Francis “Joe” Boschetti; Foto2 e 3: gli onori militari riservati a Joseph Francis “Joe” Boschetti.

Il soldato semplice (“Private First Class”) della “Marine Corps Reserve”, Joseph Francis “Joe” Boschetti, fu ucciso in combattimento durante la Seconda Guerra Mondiale. Il 30 novembre 2019, dopo 76 anni, finalmente tornò in territorio americano con tutti gli onori militari. Il padre era nato a Cupello in provincia di Chieti. Geremia Mancini racconta la sua storia.

Joseph Francis Boschetti nacque a Philadelphia, in Pennsylvania, il 12 novembre del 1920, da Rosario Boschetti (nato a Cupello, in provincia di Chieti, il 1 luglio 1891 – morto l’8 giugno 1968) e da Giulia “Julia” Fantacone (di origini abruzzese-molisana – nata nel 1898 – morta l’11 gennaio 1982). Oltre a Joseph in casa Boschetti arrivarono altri sei figli: Nicholas, Peter, Rosario Jr., Christine, Mary e Eleanor.

Il 17 aprile 1942, Joseph si arruolò nella “Marine Corps Reserve” a Philadelphia. Completò l'addestramento a “Parris Island” e fu poi di stanza alla “Marine Corps Base Quantico” e a “Camp Elliott” prima di partireda San Diego destinazione il Teatro di Guerra del Pacifico. All’inizio Joseph Boschetti fu nella "Battaglia di Guadalcanal". Successivamente fu inviato, insieme ai suoi Marine, a Wellington, in Nuova Zelanda, in attesa di conoscere la prossima missione. Dopo poco con la “Company A”, “1st Battalion, “18th Marine Regiment”, “2nd Marine Division” prese parte alla “Battle of Tarawa “ (“battaglia di Tarawa”) che si combatté tra il 20 e il 23 novembre 1943 sull'isola di Betio, compresa nell'atollo di Tarawa delle isole Gilbert. Vide contrapposte le forze della Marina imperiale giapponese a quelle dei marines statunitensi, che conquistarono l'isola dopo feroci combattimenti. Era il 20 novembre 1943 quando il giovane “Joe” - appena 23enne - morì. Secondo quanto riferito, fu presto sepolto in un cimitero, in seguito designato “Cemetery 26” sull'isola di Betio - un luogo temporaneo scelto dai suoi commilitoni, i sopravvissuti alla battaglia, in attesa che i Caduti potessero essere recuperati e restituiti alle loro famiglie. Per il suo servizio e sacrificio la famiglia di “Joe” accettò la “Purple Heart” e la “Presidential Unit Citation”. Nonostante le pesanti perdite subite dalle forze americane, il successo militare nella “battaglia di Tarawa” fu un'enorme vittoria per l'esercito americano, perché le Isole Gilbert fornirono alla Flotta del Pacifico della Marina americana una piattaforma da cui lanciare gli assalti alle Isole Marshall e Caroline per far avanzare la campagna del Pacifico centrale contro il Giappone. Subito dopo i combattimenti di Tarawa, i membri del servizio americano morti in battaglia furono sepolti in diversi cimiteri dell'isola. Secondo quanto riferito, Joseph fu sepolto nel “Cemetery 26”. Tuttavia, quando la “604a Quartermaster Graves Registration Company” condusse le operazioni di recupero dei resti su Betio tra il 1946 e il 1947, i resti di Joseph non furono identificati. Tutti i resti trovati su Tarawa furono inviati al Laboratorio centrale di identificazione di Schofield Barracks per l'identificazione nel 1947. Nel 1949, i resti che non erano stati identificati furono inumati come “Sconosciuti” nel “National Memorial Cemetery of the Pacific”. Il giorno del ringraziamento del 2014, Jennifer Morrison, una genealogista forense volontaria indipendente, ha trovato il fratellino di Joseph, Russ - che ora ha 81 anni - e lo ha messo in contatto con la SeziNel 2014 la “History Flight” identificò il “Cemetery 26” dove si riteneva che Boschetti fosse stato originariamente sepolto, alcuni resti recuperati al laboratorio della “Defense POW/MIA Accounting Agency” per l'esame. Il 29 luglio 2019, la “Defense POW/MIA Accounting Agency” identificò i resti di Joseph Francis Boschetti. Gli scienziati della “Defense POW/MIA Accounting Agency” si avvalserro di analisi antropologiche, nonché di prove circostanziali e materiali. Inoltre, gli scienziati della “Armed Forces Medical Examiner System” utilizzarono l'analisi del DNA mitocondriale (mtDNA) e del DNA del cromosoma Y (Y-STR) di suo fratello Rosario Jr. “Russ” Russ. I resti erano sicuramente quelli di Joseph Francis Boschetti . A ricevere la buona notizia dal Corpo dei Marines furono le sorelle di Joe, Mary ed Eleanor, nonché la vedova di “Russ” Barbara.

Il 30 novembre 2019 finalmente Joseph tornò in territorio americano con tutti gli onori militari.

Ultima modifica il Lunedì, 22 Agosto 2022 17:50

chiacchiere da ape