Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

Martedì, 28 Maggio 2024 18:53

Gabriele Di Stefano: "Vogliono cancellare Montesilvano"

"Vogliono cancellare Montesilvano sulla base di un’iniziativa dei consiglieri della Regione e non dei comuni interessati!!! attraverso un referendum consultivo tenutosi 10 anni fa."

 Gabriele Di Stefano ex consigliere comunale di Montesilvano in una nota scrive:

"Un referendum di nessun valore politico, vista la poca informazione, la mancanza di dibattiti pubblici all’epoca ed il sì alla “Nuova Pescara” che ha vinto per un pugno di voti (il 52%). La chiamano fusione ma si tratterà di una vera e propria annessione, con il nome di Montesilvano che sarà cancellato dalle mappe geografiche e le decisioni importanti sulla nostra città che saranno prese da altri, da politici della più grande Pescara, che non avranno remore a speculare sul nostro territorio, un territorio al quale non appartengono e di cui non sentono la responsabilità. Non si vedono vantaggi ma solo problemi e perdita di autonomia. Come afferma la stessa Corte dei Conti: la fusione di Comuni di dimensioni ampie va maggiormente ponderata sotto il profilo dell’efficacia e dell’efficienza in quanto deve essere effettivamente dimostrato il vantaggio operativo. La fusione, fino a una certa soglia dimensionale, arreca indiscutibili vantaggi ma, sotto il profilo economico, «superando i 60.000 abitanti potrebbero invece ottenersi effetti opposti per l’aumento della complessità». Mi batto da anni e continuerò a farlo per far sì che Montesilvano non diventi una periferia di Pescara e per proteggere quello che resta del verde e per salvaguardare paesaggi e ambiente. NO ALLA NUOVA PESCARA, alla cancellazione della nostra storia, della nostra identità e della nostra indipendenza. Dobbiamo continuare a decidere Noi del Futuro della nostra Città!"

chiacchiere da ape