Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Mercoledì, 17 Maggio 2017 19:04

Montesilvano. Commercianti contro bando Agenzia: no eventi, no isola pedonale, sarebbe dannoso.

Scritto da di Angela Curatolo
Isola pedonale 2016 Isola pedonale 2016

di Angela Curatolo

Pronti a raccogliere firme e combattere. 90 mila euro di budget e nessuna struttura appropriata?

 

 

“Follia totale emettere un bando a maggio, con i tempi tecnici nessuna programmazione fino a luglio” I commercianti delle vie della Riviera sono preoccupati.

 

Il dirigente amministrativo sta lavorando al Bando, avrebbe individuato sul Mepa questa tipologia di servizio. Alcuni giorni fa sarebbe stato annunciato in commissione. Conforme è a uno dei punti del patto voluto da #Montesilvano2019, sotto la regia di Carlo Tereo De Landerset, firmato durante il bilancio poi andato a buon fine nell'esito.

 

C'è chi non è d'accordo sul bando e spiega perché: “A noi andava bene l'organizzazione dell'anno scorso, piccoli eventi e costanti sull'isola, nelle vie, attraevano le persone”. Il bando dell'agenzia insinua timori e dubbi, sull'eventualità che 90 mila euro siano pochi per soddisfare l'intrattenimento di un'intera estate e i tempi corti, “ci ritroveremo senza eventi, o pochi”.

 

Oggi i commercianti delle vie interessate all'intrattenimento estivo, allertati da questa storia, si sono recati in Comune per conferire con il sindaco Maragno e gli assessori che comunque hanno confermato la situazione. A riferirlo, è la titolare della gioielleria di viale Europa Paola Ballarini che ha voluto proprio questo confronto. Fondatrice di Europa2.0 associazione commercianti, ricorda che la scorsa estate sono stati i commercianti a collaborare e gestire gli eventi “senza pesare sul comune si sono autotassati”. Fa presente: “il primo anno non siamo rimasti contenti dell'isola, lo abbiamo detto a De Martinis e Falcone, loro ci hanno ascoltato, infatti l'anno seguente è andata molto meglio, tutte le vie sono state coinvolte”, sottolineando“Con l’allestimento di tanti piccoli eventi che tutte le sere intrattenevano il pubblico, i turisti presenti sono rimasti soddisfatti, complimentandosi e richiedendo anticipazioni sugli eventi successivi.”

 

Altro punto evidenziato: “si pensa a corso Umberto, ed è una buona idea, ma noi vorremmo interventi anche sul lungomare”. Ballarini (la commerciante e non il consigliere comunale) ha avuto l'impressione che “il sindaco abbia le mani legate, dato questo patto” e aggiunge “non mi piace che chi ha proposto il bando non non si sia mai fatto un giro per chiedere ai commercianti come vanno le cose”. La gioielliera afferma poi: “rilanciare la città va bene, ma non escludendo chi lavora, investe e la abita, ci taglia le gambe.”

 

Ballarini e i commercianti vogliono proseguire sulla riga dello scorso anno, perciò, e annunciano battaglia prima con la raccolta di firme e poi si vedrà. Intanto “abbiamo già avviato l’organizzazione di alcune iniziative sia per viale Europa che per corso Strasburgo, proseguendo il percorso di successo avviato insieme all’Amministrazione.

 

Un'Agenzia seria quanti eventi potrà realizzare a soli 90mila euro

 

Il server ha le sue spese che potrebbero aggirarsi anche sulle 30mila euro, stante ai conti degli scorsi anni. Per non parlare di Siae, che sempre dai 90milaeuro dovrebbero uscire. E la percentuale per l'Agenzia come intermediazione e servizi? I 90 mila euro si potrebbero ridurre a quel punto a 45 mila, con tutta la buona volontà, luglio e agosto, tralasciando giugno, di solito l'Amministrazione ci ha abituati a cosette, spesso non di grande attrattiva, ma di compagnia, come un piccolo cadou di accoglienza per chi sceglie Montesilvano.

 

Insomma con 45mila euro al massimo un'Agenzia seria potrebbe offrire un paio di grandi eventi, forse tre, che risulterebbero inutili senza strutture capaci di contenere grosse folle, come un teatro all'aperto o una grande piazza. In alternativa, quella terribile, potrebbe scegliere di fare micro intrattenimenti con il rischio ripiegare sugli stessi offerti da De Martinis e l'ufficio turismo di Simona Petricca negli ultimi anni.

 

De Martinis negli ultimi tempi, nella carica di vice sindaco con deleghe rilevanti, forse avrebbe potuto toccare la suscettibilità di alcuni avversari, e non, politici. Dubbi intorno a questo bando sull'Agenzia eventi estivi con un budget di 90mila euro, non si ravvisa logica. Se l'Ottavio “popolare” è ritenuto non altezza, si conferisca ad altri consiglieri comunali l'incarico senza spendere percentuali per le Agenzie professionali. Prima le strutture dove accogliere grandi eventi e folle, poi il grande evento. Se venisse un grosso personaggio che attrae folle, dove lo faremmo suonare?

Siamo sicuri sia la scelta giusta oppure sfugge qualcosa?

Per il M5s non è una buona idea quella di affidare ad una Agenzia per il budget, per la mancanza di strutture e il rischio di pochi eventi. Anche Mauro Orsini concorda, soprattutto per la tempistica, anche se ammette che l'idea di “esternalizzazione” è da tenere presente a budget alti, almeno 300mila euro. Orsini conferma che non si può tornare indietro il patto è stato firmato e precisa che comunque “la responsabilità degli eventi, successo o meno, sarà a carico del gruppo consiliare #M2019”. Sulle location ironicamente conclude: “sul curvone faremo venire la cover di Gigione”, forse, però, non basteranno i soldi.