Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 26 Settembre 2017 19:09

Premio Solinas Documentario per il Cinema, un teramano in finale

Scritto da Reden

L’abruzzese Daniele Di Domenico è tra gli undici finalisti della Prima Fase del concorso Premio Solinas Documentario per il Cinema 2017 - in collaborazione con Apollo11.

 

Nato a Teramo, 39 anni, vive a Parma dal 2001. Si laurea in Scienze Naturali nel 2004 e presenta come tesi un documentario, Messiniando. Nel 2007 si diploma in ‘Regia e produzione video’ presso l’Accademia del Cinema di Bologna e fonda Studio Kairòs. Sperimenta negli anni diversi generi cinematografici. E’ aiuto del regista Luigi Cammarota in alcune produzioni per ‘Geo&Geo’ - RAI 3. Dal 2011 collabora con l’UNIS, l’università più a nord del mondo, Isole Svalbard.

Il suo progetto per il Premio Solinas si intitola Il primo amore (titolo originale Life Inside). “Cosa ha provato mio figlio morendo prima ancora di venire alla luce?” Alla soglia dei 30 anni, Daniele si trova a fare i conti con un lutto inaspettato. Per dare una risposta a questa domanda, intraprende un viaggio molto personale, alla scoperta della vita prima della nascita. La manifestazione di premiazione si è svolta sabato 23 settembre presso il Cinema Méliès nell’ambito del PerSo – Perugia Social Film Festival, in collaborazione con Apollo11. La selezione sulle Storie, inviate in forma anonima, è stata effettuata dalla Giuria della Prima Fase del Premio Solinas Documentario per il Cinema 2017 composta da: Carla Altieri, Marcantonio Borghese, Federica Di Giacomo, Ilaria Fraioli, Carolina Levi, Andrea Osvaldo Sanguigni. La dotazione del Premio e delle Borse di Sviluppo sono messi a disposizione dalla Società Italiana degli Autori ed Editori, rientrano nel progetto triennale avviato da SIAE e destinato alla formazione e promozione dei giovani autori, a garanzia di un futuro per le nuove generazioni e per tutto il settore dell’audiovisivo.