Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 25 Settembre 2018 18:37

Pescara: nasce il collegamento atteso fra via di Sotto e Strada Pandolfi.

Scritto da Rednez

Iniziati i lavori in via Calderone. Sindaco, Blasioli, Giampietro e Perfetto: “Soluzione ideale che libera via di Sotto e la collega meglio”

 

Iniziati in via Calderone gli attesissimi lavori di riqualificazione dell’intera sede stradale. Sul posto stamane il sindaco Marco Alessandrini con il vicesindaco Antonio Blasioli, i consiglieri comunali Piero Giampietro e Fabrizio Perfetto, il progettista Luca Michetti e la ditta hanno illustrato gli interventi ai residenti, con i quali il progetto è stato condiviso.

“Si tratta di un importante tassello alla viabilità di questa zona – così il sindaco Marco Alessandrini– Siamo venuti a fare più di un sopralluogo nella zona per verificare la fattibilità dell’intervento che è stato reso possibile con la permuta di due terreni fra Comune e un privato che abita sopra la strada. Sarà una importante via di collegamento con via di Sotto, che è stata a lungo cercata. Ci fa piacere che in breve tempo questo progetto abbia preso forma e sia diventato cantiere, perché realizza le istanze che più volte sono state rappresentate dai residenti negli anni e crea una vera fluidificazione del traffico di via di Sotto, che attraverso questa strada potrà essere meglio collegata alla perte alta dei Colli”.

“I lavori nascono infatti per potenziare il collegamento tra Via di Sotto e Strada Pandolfi – aggiunge il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli– Tutto questo avviene attraverso una vera riqualificazione di una strada rimasta per anni chiusa e abbandonata, perché di proprietà privata e utilizzata solo per il passaggio pedonale, peraltro non in sicurezza. Grazie al buon esito della permuta avuta con il proprietario dei terreni che ha ottenuto in cambio un piccolo appezzamento comunale di pari valore, limitrofo alla propria casa, oggi possiamo allargare la strada, che sarà a senso unico da via di Sotto verso Strada Pandolfi, ma ci sono le distanze anche per una via a doppio senso, se in futuro verrà ritenuta più utile, rifare interamente la carreggiata e sistemare i sottoservizi. Oltre a marciapiedi e corsia stradale, il progetto prevede anche diversi posti macchina sul lato destro, soddisfacendo così anche la richiesta di parcheggi che arriva dai residenti. Il progetto è ricompreso nella lista di interventi da 840.000 complessivi, aggiudicato alla Punto S.r.l. di Caserta, per un importo che da contratto e al netto dei ribassi è pari a 451.000 euro riguarda, inoltre via Trieste, anche via Passolanciano (case popolari), il parcheggio di via delle Casette vicino alla scuola, via Salvatore Tommasi (tra via Bernabei e via Vespucci) e un miglioramento all’accesso della scuola Montale Carducci (comprensivo 10 di strada vicinale Bosco) a cui prevediamo un nuovo ingresso dallo slargo parcheggio di via del Santuario (a causa della trafficatissima e piccolissima strada vicinale Bosco) per gli alunni della scuola secondaria. Fra questi c’è via Calderone con la realizzazione della strada di collegamento tra via di Sotto e Strada Pandolfi per un ammontare di 100.000 euro e un mese e mezzo di lavori. La strada agevolerà anche l’affluenza alla chiesa di San Giovanni Battista, frequentatissima dalla comunità dei Colli, rendendo più fruibile entrambe le strade di questa parte di città”.

“Il cantiere appena partito è il frutto di 4 anni di incontri con i residenti - spiega il consigliere comunale Piero Giampietro- che da decenni aspettavano questo intervento. La vita del quartiere è cambiata radicalmente con la realizzazione della chiesa di San Giovanni e San Benedetto, che è diventata un centro culturale e aggregativo per migliaia di famiglie: ecco perché arriva finalmente una strada adeguata, illuminata e con i parcheggi, che unirà Via di Sotto a Strada Pandolfi in sicurezza, senza ripetere gli errori del passato quando ai Colli sono state realizzate strade-imbuto molto insicure. Mi sento di ringraziare i residenti delle vie Calderone e Marchegiani che hanno compreso l'importanza di questo cantiere per l'intero quartiere, rendendosi parte attiva e dando importanti contributi alla progettazione”.

“Un intervento atteso da tanti anni quello di via Calderone – aggiunge il consigliere Fabrizio Perfetto- la parrocchia è diventata un centro polivalente ed è molto grande e la strada era precaria, migliorerà tutta la mobilità correlata e parcheggi compresi che in questa zona sono preziosissimi e darà maggiore tutela soprattutto per le utenze deboli, perché è fornita di marciapiedi e illuminazione che la renderanno maggiormente praticabile”.

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
31791670