Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Lunedì, 10 Giugno 2019 16:46

Montesilvano, Notte della poesia: magia sotto le stelle

Scritto da di Angela Curatolo
Beniamino Cardines e il folto pubblico Beniamino Cardines e il folto pubblico foto di A.C.

Sorrisi in città. Musica e poesia, con gli autori più rappresentativi del territorio, hanno creato momenti intensi nel centro di Montesilvano.

Grande serata la "Notte della Poesia" in Piazzale Galleria Europa 2, con i più rappresentativi poeti e poetesse del territorio: Raffaele Giannantonio, Carla Cerbaso, Manuela Toto, Caterina Franchetta, Vittorina Castellano, Manuela Prosperi, Alessandro Leta, Eleonora Sollazzo, Erika Di Felice, Giulia Madonna, Silvio Di Cecco, Sandra De Felice, Luca Neblosa, Maria Gabriella Milva D'Armi, Roberta Di Pietro, Ezio Riccado Epifani, Gabriele Di Camillo, Beniamino Cardines, Rosetta Clissa.

 

 

Patrizia Di Fulvio ha aperto la serata con l'omaggio a Giacomo Leopardi, L'infinito.

Gli interventi musicali sono stati a cura del M° Fabiana Morosini con spartiti del '500 e del '600. E poi un poeta dopo l'altro si è esibito sul palco sotto le luci blu, per leggere i propri scritti, tutti diversi, in lingua o dialetto, molto intensi.

Clissa ha chiesto ad ognuno di loro: "cosa non è poesia per te?" Per molti la violenza, alcuni l'indifferenza, il silenzio dell'anima, il tacer delle emozioni... lo stupro.

Tre liriche ciascuno, accolte tutte da applausi, accompagnate dalla mostra fotografica Sguardi in città dei fotoamatori: ASSORGI PINO, BOSCHETTI NICOLA, COLALONGO BRUNO, DE ANGELIS MARCO, FABRIZIO ANGELA, MOLISANI TERESA, PATANE' MARINA, PERPETUA OTTAVIO, SANTILLI FRANCESCO, SCIARRETTA MARIO, SINIBALDI GIACOMO.

Suggestiva la performance dell'attore e regista, Beniamino Cadines, che ha riprodotto suoni tradizionali con la bocca, alternandoli a liriche in vernacolo, i diasilli.

 

Ideato da Beniamino Cardines, a cura di Rosetta Clissa, Antonella Di Giovanni del CCeT e Libreria On the Road, l'evento principe è stato interessante nel programma di Sorrisi in Città.

Tra il pubblico, purtroppo, nessuno dell'Amministrazione seduto. Peccato.