Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Venerdì, 25 Ottobre 2019 20:02

Montesilvano. Spese Jova party. 28Mila euro solo per i bus navetta.

Scritto da di Angela Curatolo
spiaggia del JBP spiaggia del JBP

 Ecco le coperture. Enzo Fidanza: “Giovedì in Consiglio Comunale il resto delle spese” - Martedì commissione garanzia sul terminal bus.

 

Questa mattina, in commissione finanze presieduta dal consigliere comunale Valentina Di Felice, è stata esaminata una delle 5 delibere all’ordine del giorno per il consiglio comunale di giovedì, 2 ratifiche e tre variazioni di bilancio, quella relativa alle spese dei bus navette del Jova beach party, famoso concerto del 7 settembre 2019, concerto privato.

Nella delibera, illustrata dall’Assessore Deborah Comardi, viene indicata la variazione di bilancio che sarebbe di 28.250 euro, ovvero la spesa dei bus navetta che da Pescara hanno accompagnato gli spettatori al Pala Roma di Montesilvano. Questa somma andrebbe ad aggiungersi a quella del taglio della siepe ( tremila euro), del rimpolpo della spiaggia (?), del cordolo, in prossimità del concerto, della strada ciclabile, tagliato e poi ripristinato per far defluire la gente al e dal concerto (?) e altre voci. 

L’Amministrazione ha coperto la spesa delle navette con il contributo di 25 mila euro della Regione, le sponsorizzazioni di 2.800 euro e i proventi dei parcheggi che sarebbero poco più di tre mila euro. Da queste ultime due voci il Comune si aspettava, come era stato annunciato, maggiori entrate.

E’ solo cominciato il vaglio della variazione di bilancio, in commissione finanze, che proseguirà lunedì e, nel caso non si riesca votare, mercoledì, per poi giovedì approdare in Consiglio Comunale.

“Ci dovranno dire a quanto ammonta la spesa totale e tutte le voci, ad esempio, anche quella di spese di straordinario del personale”, precisa Enzo Fidanza, Capogruppo PD e firmatario dell'interrogazione relativa al JBP.

Raffaele Panichella del M5s, soddisfatto dalle risposte di questa mattina, afferma: “un evento di quella portata non è costato molto al Comune che mai avrebbe potuto permettersi di pagare 2mln di euro per un concerto simile. Ne è valsa la pena per l’indotto che ha portato, la pubblicità della città e la tantissima gente”. E aggiunge “ci sono paesini che pagano molto di più per concerti a pagamento di questa portata: è stata una fortuna” e ricorda, “Anche noi nel nostro programma prevedevamo grandi eventi.”

La spesa di 28.250 euro è solo quella nella delibera di variazione di bilancio di questa mattina, ora si attendono le altre voci: perché, come diceva Totò, è la somma che fa il totale.

Intanto martedì è convocata la commissione Garanzia, presieduta da Antonio Saccone, PD, per capire la situazione terminal bus. “Chiederemo all’amministrazione informazioni, atti e eventuali progetti per chiarire meglio cosa sta accadendo”.

Ultima modifica il Venerdì, 25 Ottobre 2019 20:16