Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 19 Novembre 2019 18:18

Pescara/femminicidio, le parole 'innocue' che favoriscono la disparità di genere

Scritto da nefer

Venerdì 22 novembre ore 11 

 

Venerdì 22 Novembre ore 11.00 presso l'Aula Magna del Liceo Classico D'Annunzio, la CPO della Provincia di Pescara promuove e organizza un convegno dal titolo "Comunicare la violenza: come i media influenzano la percezione e la valutazione della violenza di genere", un'occasione per riflettere sull'uso e sulla potenza delle parole nel definire il contesto in cui viviamo.

Il linguaggio infatti riveste un ruolo decisivo nella costruzione delle soggettività individuali e dell'identità collettiva, veicola messaggi e informazioni correlate alla parità, all'uguaglianza e al rispetto di genere. L'obiettivo è promuovere un percorso trasversale, che parte dall'analisi delle parole apparentemente "innocue", ma che calate in un contesto, come ad esempio quello musicale, pubblicitario o giornalistico, agiscono sulla mentalità comune, promuovendo il proliferarsi di un giustificazionismo o di una normalizzazione di una disparità, che passa dallo stereotipo di genere alla violenza fino al femminicidio.

Romina Di Costanzo, presidente provinciale della commissione pari opportunità introduce l'incontro, e, dopo i saluti del presidente della Provincia Antonio Zaffiri e della dirigente Donatella D'Amico, interverranno: Sara Di Rado, presidente di Donn.è; Michela Leone, psicologa; Danielle Mastrangelo, consigliera pari opportunità della provincia di Pescara; Angela Curatolo, direttore responsabile di www.giornaledimontesilvano.com, Mimmo Lusito grafico multimediale; Marco della Sciucca, compositore musicale; Barbara Ferri docente di educazione musicale; Antonio Lucifero, musicista.

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
31594689