Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Giovedì, 27 Febbraio 2020 15:41

“La Lima & La Raspa” in scena a “La baracca” di Villamagna

Scritto da Kim Redy
la Lima e la Raspa la Lima e la Raspa

Villamagna. Una divertentissima serata di cabaret in compagnia di “La Lima & La Raspa”, duo comico composto da Enea di Liberato e Romeo D’Alberto, per una cena condita da risate a crepapelle.

Appuntamento per domani, venerdì 28 febbraio, a “La baracca” di Villamagna con la cena prevista alle 20.30 e lo spettacolo alle 22.15 che prevede due ore di intrattenimento tra cabaret e musica. Per informazioni si possono contattare i numeri 0871/300337 e 349/7551062. “Si tratta di una serata divertente – ha spiegato Romeo D’Alberto – proporremo due sketch più un finale con delle canzoni. Uno dei due sketch tratta di una corrida in cui la particolarità è che Enea, il mio partner che recita sempre in abiti femminili, interpreterà sei personaggi che si esibiranno in una corrida comica, farà velocemente il cambio d’abito mentre io farò il presentatore. Poi faremo un altro sketch e delle canzoni parodiate”.

Come nasce e come si sviluppa il duo comico “La Lima & La Raspa”: “Ci siamo formati come duo circa 25 anni fa, prima avevo una compagnia di Teatro dialettale, ‘La vilocche’, Enea era poco più che un ragazzino ed è venuto a recitare nella mia compagnia. Poi con il passare del tempo abbiamo provato a fare altro e ci siamo dedicati al cabaret. Il nostro cabaret è abruzzese, i nostri due personaggi che ci hanno fatto conoscere sono ‘Ntonie e ‘Ntunette che sono due coniugi che si vogliono bene ma litigano sempre, la causa del litigio è la famigerata suocera che si chiama Maria Carmen, che nella finzione è mia madre che litiga con ‘Ntunette, come capita con tutte le suocere, ovviamente in modo comico. Abbiamo fatto insieme tantissime commedie dialettali nel corso degli anni, quella più seguita è ‘Lu sfullamente’, ci sono state tante repliche, abbiamo partecipato alla rassegna del Marrucino e a tantissime altre rassegne, alcune le abbiamo vinte. Adesso ci dedichiamo interamente al cabaret musicale, facciamo degli spettacoli in piazza con un’orchestra e riproponiamo i nostri personaggi e facciamo le nostre canzoni. Ultimamente abbiamo inciso un nostro cd che si intitola ‘Tante pe’ cantà’ che contiene dieci brani tra quelli più conosciuti che sono parodie di canzoni famose con testi scritti da me in dialetto abruzzese”. L’importanza della comicità: “Riteniamo che sia la cosa più importante di sempre, ma soprattutto della vita attuale. Stiamo avendo un successo che alcuni anni fa ritenevo insperato perché la gente vuole ridere e ne ha bisogno considerando che la vita che facciamo è caotica, ci sono tantissimi problemi, ampliati molto dai social. Una volta i problemi c’erano ugualmente, ma forse le persone non li conoscevano a pieno, invece adesso basta fare uno starnuto in Brianza e subito la notizia va su internet, su Facebook, quindi si sa tutto. Dunque si vive sempre con l’angoscia e le persone ci dicono che quando vengono ai nostri spettacoli dimenticano di stare male, si dimenticano i problemi famigliari e tutto il resto. La nostra è quindi una comicità terapeutica, per fare del bene”.

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
27076185