Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 
Venerdì, 27 Marzo 2020 12:19

Coronavirus, USA maggior numeri di casi al mondo. Cina pronta ad aiutarla.

Scritto da A.C.
mappa dal Ministero della Salute mappa dal Ministero della Salute

Europa: 250mila i casi ufficialmente dichiarati, ovvero più della metà di quelli in tutto il mondo. La situazione nei Paesi esteri.

 

Gli Stati Uniti sono il Paese con il maggior numero di casi al mondo di coronavirus.

Gli ultimi dati della Johns Hopkins University parlano di almeno 532.788 casi nel mondo, quasi 86.000 negli Usa. Nel mondo sono almeno 24.077 le persone morte con coronavirus, la maggior parte in Italia.

La Cina, primo Paese al mondo a fare i conti con l'emergenza coronavirus, è pronta a fornire supporto agli Stati Uniti. Lo ha assicurato il leader cinese Xi Jinping al presidente americano Donald Trump, nel corso di una telefonata. "Un colloquio molto positivo", ha reso noto il leader Usa in un tweet, spiegando di aver "discusso in dettaglio del coronavirus, che sta devastando grandi parti del nostro pianeta. La Cina ne ha passate tante e ha sviluppato una forte comprensione del virus".

"Lavoriamo insieme strettamente, grande rispetto", ha affermato Trump.

Xi ha detto di seguire con attenzione e "preoccupazione" gli sviluppi della situazione negli Usa.

Nella conversazione, il presidente cinese ha rivendicato che la Cina ha condiviso le informazioni sul coronavirus "in modo aperto, trasparente e responsabile" con l'Organizzazione mondiale della sanità e gli altri Paesi, compresi dagli Stati Uniti, sin dall'inizio della pandemia. E ha sottolineato che il virus non conosce confine né razze, è un nemico comune per sconfiggere il quale serve una risposta collettiva della comunità internazionale. Il presidente cinese ha assicurato che Pechino non ha perso tempo nel diffondere le informazioni in suo possesso sulla sequenza genetica del virus, condividendo tra l'altro le sue esperienze sulla prevenzione, il contenimento e la cura di Covid-19, dando sostegno e assistenza ai Paesi in difficoltà. E la Cina continuerà a farlo, ha detto ancora, e a lavorare insieme alla comunità internazionale per sconfiggere la pandemia.

Oms

Per l'Oms-Europa ci sono "segnali incoraggianti" sul fronte lotta al coronavirus nella regione. Citando i cali registrati in Italia, si avverte però che è troppo presto per dire che il peggio è passato. Nel Vecchio Continente, secondo i calcoli dell'Afp sono più di 250mila i casi ufficialmente dichiarati, ovvero più della metà di quelli in tutto il mondo. La sanità britannica teme uno tsunami di ricoveri.

Spagna

Il numero dei morti torna ad aumentare in Spagna con 769 vittime indicate nelle ultime 24 ore. Il bilancio totale dei morti sale così a 4.858. Lo scrive el Pais.

Turchia

In Turchia le autorità hanno evacuato diverse centinaia di migranti e rifugiati che da un mese si erano accampati alla frontiera con la Grecia, dopo che il governo di Erdogan aveva annunciato che non avrebbe più fermato chi voleva tentare di recarsi nell'Ue. Secondo Anadolu, i migranti sono stati condotti con il loro accordo in centri di accoglienza della provincia frontaliera di Edirne, dove resteranno in quarantena per evitare rischi di contagio.

Wuhan

Il contagio del coronavirus a Wuhan risulta attualmente "sostanzialmente bloccato": è la valutazione fatta nel pomeriggio in una conferenza stampa da Liu Dongru, vicedirettore del comitato sanitario dell'Hubei, la provincia epicentro dell'infezione. Liu, ha riportato il Quotidiano del Popolo, ha anche spiegato che la città focolaio della pandemia ha visto il giudizio sul livello di gravità del rischio ridotto da "alto" a "medio". I casi registrati giovedì in Cina sono stati 55, di cui 54 importati e uno interno nello Zhejiang. La Commissione sanitaria nazionale ha citato nei suoi aggiornamenti quotidiani 5 nuovi decessi tutti nell'Hubei e 49 nuovi casi sospetti.

Corea del Sud

La Corea del Sud ha registrato 91 nuovi casi di coronavirus alla fine di giovedì, in calo sui 104 del giorno precedente: le infezioni totali, ha riferito il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), sono salite a 9.332, contro decessi a 139 (+8). Sono 13 i contagi importati, per 144 totali, costituendo la minaccia di un'ondata di ritorno. A tal proposito, le autorità sanitarie locali hanno disposto la quarantena obbligatoria agli arrivi da Europa e Usa, mentre ai passeggeri con più di 37,5 gradi di febbre sarà negato l'imbarco.

Russia

Il governo russo ha ordinato la chiusura di tutti i bar e ristoranti nel Paese a partire da domani per contenere la diffusione del coronavirus. Lo ha annunciato il governo di Mosca. Anche i negozi, tranne gli alimentari e le farmacie, dovranno chiudere tra il 28 di marzo e il 5 aprile, ovvero la settimana di 'vacanza' nazionale decretata da Putin per combattere la diffusione del coronavirus. Lo ha annunciato il sindaco della capitale Serghei Sobyanin sul suo sito. Sono oltre mille i casi di Covid-19 accertati in Russia, tre i decessi.

Regno Unito

Boom di casi di contagio e di morte per coronavirus nel Regno Unito, con i decessi che per la prima volta aumentano di oltre 100 in un giorno. Il numero censito delle persone infettate è cresciuto fino a 11.658 nelle ultime 24 ore, secondo i dati aggiornati a oggi del ministero britannico della Sanità, con un picco di 2.129 in più rispetto a ieri. Mentre il totale registrato dei morti è passato da 463 a 578, ossia un balzo di 115 in più. I test eseguiti nel Paese sono saliti intanto a quasi 105.000.

Germania

Continuano ad aumentare velocemente i contagiati da Coronavirus in Germania: sono saliti a 43.646 i casi postivi segnalati dall'Hopkins University, secondo la quale il bilancio delle vittime è di 239. Stamattina i positivi registrati erano 37.323 e le vittime 206: dato che segnala che solo oltre 6000 i nuovi casi registrati. Il ministro della Salute Jens Spahn ha affermato oggi che i tedeschi sono davanti "alla quiete prima della tempesta".

Sudafrica

Il Sudafrica ha annunciato i suoi primi due decessi per coronavirus e il superamento della soglia dei mille casi di contagio. "Due persone sono morte nella provincia del Capo occidentale", il "Western Cape", ha reso noto in un comunicato il ministro della Salute sudafricano Zweli Mkhize sottolineando che si tratta dei "nostri primi morti di Covid-19" e che il numero dei casi "ha superato la soglia dei mille".

chiacchiere da ape

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33233743