Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 14 Luglio 2020 12:18

PB/Parole Bastarde chiamata letteraria sull’abruzzesità contemporanea

Scritto da redenz

 

Nuovo entusiasmante progetto di letteratura per la giovane casa editrice Masciulli Edizioni di Catignano (PE) con già all’attivo numerosi progetti e molte pubblicazioni, in collaborazione con Ooops! (scrittura e narrazione) già organizzatore della Fiera del Libro.2 a Montesilvano (PE). Insieme per promuovere un progetto editoriale plurale in 10 parole/10 libri a formare il primo nucleo della Collana “PB/Parole Bastarde”.

La prima parola che lanciamo è “n’dundì!”. Che in abruzzese non sta solo per “intontito”, ma anche per “n’dundito” e basta. Ovvero di chi arriva sempre un po’ dopo, di chi capisce e poi non ha capito niente, di chi dice di ricordare e poi ha dimenticato tutto. Insomma nu n’dundite!

 

Alessio Masciulli, editore: “Come giovane casa editrice (Masciulli Edizioni) sono molto felice di presentare un progetto aperto a tutto il territorio nazionale che riporta l’attenzione sull’abruzzesità contemporanea, stimolando gli scrittori e le scrittrici non solo abruzzesi a creare narrativa a partire da parole della parlata abruzzese. Un progetto originale, sulla nuova narrativa e sul racconto in particolare che promuove l’Abruzzo e il suo linguaggio. Cerchiamo scrittori e scrittrici con il cuore e con la necessità di comunicare attraverso la narrazione, anche divertendo.”

 

Beniamino Cardines, ideatore: “Ogni giorno parliamo parole di cui non conosciamo la provenienza, ogni giorno perdiamo qualche parola. Parole che si estinguono o vengono sostituite da parole di altre culture. Parole patrimonio espressivo dimenticato, impoverito. Perdiamo parole col rischio di tornare a pochi suoni gutturali come i nostri antenati cavernicoli. PB/Parole Bastarde è un progetto per creare interesse e attenzione sulla letteratura e sui libri, sulla nuova narrativa abruzzese (e non solo) che vogliamo scoprire con tutti i lettori e con gli stessi autori e autrici.”

 

 BANDO

 

CALL/chiamata letteraria "PB/Parole Bastarde 2020":

La partecipazione è aperta a tutti, di tutte le età, su tutto il territorio nazionale. Fatto salva la qualità letteraria che sarà attentamente valutata. “PB/Parole Bastarde” non è un concorso o un premio. Si arriva alla pubblicazione in base a una selezione editoriale e a un processo di editing (dove necessario). Il progetto è completamente NO EAP.

Il racconto scritto in lingua italiana (a preferenza di genere grottesco umoristico) dovrà ispirarsi e contenere la parola “n’dundì” (pena l’esclusione), espressione gergale abruzzese per dire “intontito”.

Ogni Autore può partecipare con un RACCONTO INEDITO (max 5 cartelle – Calibri corpo 12).

Per opera inedita s'intende: non pubblicata o autopubblicata in nessun modo, né premiata in altri concorsi, né vincolata da contratti editoriali, pena l'esclusione dalla selezione. Non sono ammesse opere coperte da copyright o riprese da siti con o senza licenza di libero utilizzo.

I testi inviati, pena l'esclusione dal progetto "PB/Parole Bastarde", non dovranno contenere argomenti a sfondo pornografico, di propaganda politica o che offendano la cultura e la religione altrui.

 

SCADENZA CALL/chiamata letteraria

Le OPERE dovranno pervenire entro e non oltre il 15 settembre 2020 a:

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (in oggetto scrivere “PB.1 selezione”)

-FORMATO Word: File pdf. (il file va nominato con il titolo del racconto, all’interno riportare il titolo e il testo come indicato nel presente Bando)

 

Allegati a SPEDIZIONE OPERE:

-per ogni Autore, allegare SCHEDA di ISCRIZIONE debitamente compilata;

-breve sinossi del racconto (max 300 battute spazi inclusi);

-breve profilo biografico (max 400 battute spazi inclusi);

-nessuna tassa d’iscrizione, la partecipazione è gratuita.

 

Rosa dei SELEZIONATI, verrà data COMUNICAZIONE, con pubblicazione sulla pagina Facebook “PB/Parole Bastarde”, e personalmente via e-mail a ogni Autore selezionato.

Il giudizio della GIURIA, composta da esperti in letteratura, scrittori, giornalisti, reader, è insindacabile (i nomi saranno resi noti in seguito).

 

Gli Autori delle opere letterarie, partecipando alla CALL/chiamata letteraria di “PB/Parole Bastarde”, accettano le norme del regolamento. Autorizzano a titolo gratuito e promozionale, la pubblicazione integrale del racconto nell'ambito del progetto editoriale "PB/Parole Bastarde” configurato come collana antologica di Autori selezionati. La divulgazione a mezzo Stampa anche di parte delle loro opere. In ogni caso gli Autori resteranno titolari dei Diritti. Le opere presentate non saranno restituite. Gli organizzatori declinano ogni responsabilità per disguidi e-mail, smarrimenti o eventuali plagi.

 

PREMI:

Ai finalisti: MENZIONE speciale (con motivazione critica) per ogni OPERA finalista e selezionata ai fini di pubblicazione. Riconoscimento e ampia diffusione. Pubblicazione all’interno della prima antologia “PB.1/Parole Bastarde” che porterà il titolo della “parola data” di volta in volta diversa.

L'Organizzazione Editoriale si riserva di fare proposte di pubblicazione ad altre opere pervenute, giudicate meritevoli e/o segnalate dalla Giuria. Le opere saranno pubblicate dalla MASCIULLI EDIZIONI nella Collana "PB/Parole Bastarde" curata da Ooops! (scrittura e narrazione).

 

CERIMONIA di presentazione

sabato 28 novembre 2020 in Abruzzo

(il luogo sarà comunicato in seguito)