Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Giovedì, 27 Agosto 2020 16:23

Montesilvano, solidarietà alla vittima di aggressione in Via Rimini

Scritto da A.C.

Marco Forconi, "combatto certa feccia da più di 14 anni, fuori e dentro le istituzioni" - Rifondazione "proteggere un cittadino che con enorme coraggio si è esposto a difesa della convivenza civile" e ringraziano Ottavio De Martinis "per aver sin da subito dimostrato solidarietà ad Andrea"

Un giovane subisce aggressione in Via Rimini a Montesilvano: braccio rotto, varie contusioni e 5 punti di sutura sul labbro. La sodlidarietà di Rifondazione e Marco Forconi.

Marco Forconi, "combatto certa feccia da più di 14 anni, fuori e dentro le istituzioni"

"Ho atteso quasi 24 ore per decidere di scrivere questo post, il tempo di confrontarmi con le forze dell'ordine e, soprattutto, di sbollire la rabbia." Così scrive il consigliere comunale Marco Forconi su fb che ribadsce "alcuni concetti essenziali": 1) "la lotta alle occupazioni abusive continua incessantemente: da giugno 2019 ad agosto 2020 abbiamo avuto 1 occupazione su 392 immobili di proprietà Ater e Comune, eseguiti 5 sfratti e assegnati 9 nuovi alloggi a persone oneste, seguendo tutti i dettami richiesti dalla legge regionale, compresi certificati penali; 2) il governo nazionale ha 'congelato' gli sfratti dal 10.03.2020 al 31.12.2020, bloccando almeno 10 sfratti da parte del Comune di Montesilvano; 3) assoggettare un zona, tentando di sottrarla al controllo dello Stato, è un atteggiamento che non ho paura a definire mafioso; 4) il gravissimo atto di violenza perpetrato ieri nei confronti di un ragazzo onesto non rimarrà impunito; 5) combatto certa feccia da più di 14 anni, fuori e dentro le istituzioni, e non mi fermerò fino a quando la zona di via Rimini non sarà totalmente bonificata. In ultimo, un sincero augurio di pronta guarigione ad Andrea ed un caro abbraccio a sua madre. L'amministrazione comunale di Montesilvano non abbandona nessuno al proprio destino, ad eccezione di chi merita solo di marcire in galera".

Rifondazione "proteggere un cittadino che con enorme coraggio si è esposto a difesa della convivenza civile"

"Un grande abbraccio al compagno Andrea Di Federico e piena vicinanza e solidarietà da parte di Rifondazione Comunista per la vile aggressione subita in Via Rimini a Montesilvano: braccio rotto, varie contusioni e 5 punti di sutura sul labbro. Purtroppo non è la prima volta che Andrea subisce un’aggressione “reo” di prendersi cura della colonia felina in Via Rimini riconosciuta dal comune, e nel denunciare soprusi e illegalità nel quartiere. Era già accaduto a novembre 2016 dopo aver denunciato combattimenti tra pitbull". Così Maurizio Acerbo, segretario nazionale PRC-Se Marco Fars, segretario regionale PRC-Se Abruzzo Corrado Di Sante, segretario provinciale PRC-Se Pescara. "Intimidazioni e violenze, reiterate nel tempo, sono inaccettabili e intollerabili nei confronti di un cittadino che denuncia illegalità. Andrea è una persona generosa e sensibile ai diritti sociali e a quelli del mondo animale e si è esposto più volte in prima persona. Invitiamo ancora una volta le forze dell’ordine, i carabinieri, il questore e il prefetto a garantire la massima protezione a Andrea e ai suoi familiari perché è evidente che ci sono persone pericolose che reagiscono con violenza ai tentativi di far emergere le loro condotte illegali. I responsabili di questa ennesima aggressione e delle attività illegali sono facilmente individuabili e in uno stato democratico non si possono tollerare zone franche in cui a spadroneggiare siano personaggi violenti e malavitosi".

"Ringraziamo il sindaco Ottavio De Martinis per aver sin da subito dimostrato solidarietà ad Andrea, ma lascia sgomenti e fa riflettere quanto Andrea ha scritto appena 6 giorni fa sul suo profilo facebook 'Chiamati tutti nessuno interviene, dovrò morire per farli intervenire'. Tutta la comunità e le istituzioni dovrebbero stringersi intorno e proteggere un cittadino che con enorme coraggio si è esposto a difesa della convivenza civile e della legalità. Ci auguriamo che si intervenga con decisione rompendo il clima di omertà e fermando i violenti. È davvero dura rendere Montesilvano più bella e vivibile ma non ci arrendiamo. Forza Andrea!"