Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Sabato, 05 Settembre 2020 18:10

Coronavirus, in Italia salgono i morti. In Piazza il Popolo mamme no mask e no vax.

Scritto da A.C.

Il premier esclude nuovo Lockdown

Coronavirus, salgono i morti.

Nelle ultime 24 ore sono stati 16 i decessi, vittime salgono a 35.534. E' quanto risulta dal report del ministero della Salute, pubblicato sul sito della Protezione Civile. I nuovi contagi sono stati 1695 a fronte di 107.658 tamponi. I guariti sono stati 583 . Così il numero delle persone che dall'inizio dell'emergenza ha superato il virus sale a 209.610. In Lombardia altri 388 positivi e un morto, nel Lazio 158 nuovi casi e 1 morto.

Popolo mamme in piazza

"Noi siamo il popolo" il gigantesco striscione affisso dai manifestanti del "popolo delle mamme", no mask e no vax che si sono radunati oggi a Roma, altezza Bocca della Verità. Ed ancora "No al racket dei vaccini", "Fuori la mafia dallo Stato", "andrà come dicono loro", "No verità, no libertà" gli altri messaggi lanciati. Al momento sono 500 i manifestanti, la maggior parte senza mascherina, anche se non mancano le persone che la indossano. Non tutti però si sono presentati oggi a Roma senza mascherina all'appuntamento del Popolo delle Mamme organizzato insieme ai movimenti no mask e no vax. Diverse le persone, soprattutto anziane, che nonostante i proclami hanno deciso di indossarla. "Prevenire è meglio che curare" ha detto all'Adnkronos una donna presente alla manifestazione. "Il fatto che sia qui oggi non significa che debba rischiare di ammalarmi", ha aggiunto. "In mezzo alla gente la metto sempre. E una questione di rispetto", ha spiegato un'altra signora.

Il premier esclude un nuovo lockdown.

"Abbiamo un sistema di monitoraggio elevato e possiamo affrontare l'autunno con fiducia, senza un nuovo lockdown. Siamo nelle condizioni di attuare, se ce ne sarà bisogno, chiusure mirate e circostanziate", sottolinea Conte che, sul record di contagiati di ieri dice: "Si trascura il numero di tamponi. E' chiaro che se facciamo più tamponi scopriamo più contagiati, la cosa è fisiologica. Il numero è cresciuto, ed è l'effetto dei contagi agostani. Ma voglio dire che, ancora una volta, noi italiani ci dimostriamo responsabili e disciplinati rispetto ad altri paesi". Conte puntualizza poi che "il governo non ha mai riaperto le discoteche" ma alcune Regioni "hanno deciso diversamente, con alcuni protocolli che però è stato difficile rispettare". Quanto agli stadi, "l'assembramento è inevitabile, dentro, sugli spalti, come entrando e in uscita: l'apertura, io personalmente, la trovo inopportuna". E sulla manifestazione di oggi a Roma dice: "Noi vogliamo gestire una pandemia in corso, una pandemia che è ancora in corso. Oggi c'è una manifestazione a Roma di persone che pensano che non esiste. A loro rispondiamo con i numeri. Punto".

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
31535461