Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 17 Novembre 2020 18:53

Covid. In Italia 731 decessi oggi.

Scritto da P.V.

Oggi i nuovi casi sono 32.191 su 208.458 tamponi mentre ieri erano solo 152.000, quindi la variazione è dovuta al numero di tamponi che si fanno. Ormai c'è una sorta di stabilizzazione del numero di test positivi giornalieri, forse con leggera flessione. lo ha detto Gianni Rezza in conferenza stampa.

Sono 120 i ricoveri in terapia intensiva oggi e ci sono 731 decessi. Non è in controtendenza rispetto al fatto che non aumentano i nuovi casi, ma si deve al fatto che i decessi si riferiscono ai casi cumulati negli ultimi due mesi. Il rapporto tra test positivi su test totali e' inotrono al 15%, ancora elevato. Lombardia ha il numero piu' alto di casi, con Veneto e Campania. Lo ha detto Gianni Rezza in conferenza stampa.

"Abbiamo un quadro stabile con una lieve diminuzione dei postivi, ma con indicatori sui ricoveri e i decessi che non sono buoni e che rappresentano la conseguenza dei casi cumulatisi in queste settimane. Al momento comunque non c'è una crescita dell''epidemia, ma forse una leggere diminuzione ". Così il direttore della Prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza alla conferenza stampa al ministero della Salute. Il rapporto tra positivi individuati e tamponi effettuati è al 15,47%, due punti e mezzo percentuale in meno rispetto a ieri (era al 17,92%). Secondo i dati del ministero della Salute, gli attualmente positivi sono saliti a 733.810, con un incremento rispetto a ieri di 16.026: di questi, 33.074 sono ricoverati nei reparti ordinari e 3.612 in terapia intensiva. I guariti e i dimessi dall'inizio dell'epidemia sono 457.798, 15.434 in più rispetto a lunedì.

 

"Dipende molto da come ci comportiamo, se rispettiamo le regole. L'aver adottato delle misure stringenti nelle zone del Paese dove l'Rt è più elevato ha la finalità di raffreddare l'indicatore e che rapidamente l'Rt vada sotto 1, che comunque vuol dire una crescita dei casi più lenta, ma sempre una crescita. L'obiettivo è portare Rt dove è sopra 1 sotto a questo livello". Il presidente dell'Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro, in conferenza stampa al ministero della Salute, così ha risposto alla domanda sullo scenario epidemiologico per il Natale nelle regioni oggi in zona a rischio.

 

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
31798858