Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Lunedì, 22 Febbraio 2021 18:40

Luca Attanasio. Forze democratiche ruandesi dietro l'attacco al convoglio ONU?

Scritto da A.C.
Ambasciatore ucciso Ambasciatore ucciso

Attaccato mentre era diretto a Rutshuru per controlli alle attività World Food Programme dell'ONU.

Le fonti di intelligence riferiscono che il governo locale aveva autorizzato il movimento senza scorta del convoglio del World Food Programme, perchè il tragitto era indicato come sicuro.

Morti nell'agguato l'ambasciatore italiano nella Repubblica democratica del Congo Luca Attanasio, un carabiniere Vittorio Iacovacci e l'autista congolese Mustapha Milambo.

Il convoglio Onu, era vicino alla città di Kanyamahoro, erano le 10.15 di questa mattina, quando è stato attaccato da un commando composto da sei uomini armati.

L'ambasciatore avrebbe dovuto recarsi nel territorio di Rutshuru per ispezionare le attività condotte dal World Food Programme. Lungo il percorso, l’ambasciatore e gli altri membri del convoglio sono stati attaccati, costretti a fermarsi da colpi di avvertimento.

I sei componenti del commando hanno prima ucciso l'autista congolese e poi condotto il resto delle persone nella foresta circostante al luogo dell'agguato. Tre persone sono state sequestrate nell'attacco. Il ministero dell'Interno di Kinshasa rende noto che una quarta persona rapita è stata invece ritrovata.

A poche centinaia di metri si trovava una pattuglia dell'Istituto congolese per la conservazione della natura e anche un’unità dell'esercito congolese, giunti in soccorso dei rapiti. Ma quando sono intervenuti i rangers, gli aggressori hanno sparato al carabiniere di scorta e al diplomatico.

L'ambasciatore Attanasio è deceduto dopo il suo trasferimento all'ospedale di Goma, nella provincia del Nord-Kivu.

Vittorio Iacovacci, il militare, avrebbe compiuto 31 anni a marzo, era originario di Sonnino, in provincia di Latina, ed era effettivo al battaglione Gorizia dal 2016. Era in servizio da settembre scorso all'Ambasciata italiana in Congo.

Dietro l'attacco potrebbero esserci le Forze democratiche ruandesi.

Fonti di intelligence confermano che le autorità locali, per quanto l’identità degli assalitori non sia ancora conosciuta,  per il momento seguirebbero la pista del Forze democratiche per la liberazione del Ruanda (Fdlr-Foca), principale gruppo residuo di ribelli ruandesi di etnia Hutu.

Il governatore del Nord Kivu, Carly Nzanzu Kasivita, ha garantito che le indagini sono in corso, è stato interrogato uno dei sopravvissuti, il quale conferma che gli aggressori si sono parlati in kinyarwanda e hanno parlato con gli ostaggi in swahili. Secondo lo Us Counter Terrorism Center, le Fdlr potrebbero essere responsabili di una dozzina di attentati terroristici commessi nel 2009, hanno ucciso centinaia di persone nel Congo orientale.

Dopo il 2010, come conseguenza dell’azione dell’esercito congolese e dei ranger dell’Iccn, il gruppo ha rimodulato la sua strategia preferendo azioni a bassa intensità ma con profitti maggiori, soprattutto finanziari. Sono loro che nel 2018 rapirono due turisti inglesi nel parco nazionale di Virunga, in una località chiamata "tre Antenne", rilasciandoli dopo due giorni. Nell’aprile del 2020 circa 60 membri del gruppo attaccarono una pattuglia dell’Istituto congolese per la conservazione della natura provocando 17 morti, fra cui 12 ranger.

La domanda è perchè avrebbero attaccato un convoglio ONU per il programma di alimentazione globale? Cosa ne avrebbero ricavato?

L'agenzia assiste una media di 100 milioni di persone in 78 paesi del mondo. Gli obiettivi principali sono quelli di aiutare le persone che non riescono a trovare o produrre cibo per sé e le proprie famiglie.

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine, al momento contro ignoti, per sequestro di persona con finalità di terrorismo. Il procuratore capo di Roma Michele Prestipino, titolare del fascicolo (la Procura capitolina è titolare per i reati commessi all’estero che hanno come vittime i cittadini italiani) ha delegato le indagini ai Carabinieri del Ros.

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
32510291