Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 06 Aprile 2021 11:16

Il ruolo della tecnologia digitale per la videoludica del futuro prossimo

Scritto da

Per Thomas Pynchon il futuro dell’accidia risiede nei peccati contro ciò che oggi pare connotarci sempre di più, la tecnologia.

Un concetto attuale se si vuole descrivere il vivere contemporaneo, specialmente sotto il profilo del gaming e in generale per quello che rappresenta l’offerta dei prodotti audiovisivi di recente produzione. Così se i videogames stanno conoscendo una nuova giovinezza, bisogna anche affermare come ci siano gioielli da scoprire capaci di proporci una visione nuova di posti che abbiamo visitato e che amiamo, come la città di Firenze.

Film e giochi ambientati nella città di Dante Alighieri

Non tutti lo sanno ma durante questi ultimi anni alcuni film e giochi sono stati ambientati proprio nella città simbolo del Rinascimento. Parliamo quindi di titoli, per il contesto del gaming come Assassin’s Creed II, ambientato ai tempi della Firenze di Leonardo il Magnifico, dove lo scopo del gioco è proprio fermare frate Savonarola, combattere i Borgia e scongiurare il complotto dei Pazzi. A rendere questa esperienza di gioco interessante c’è la possibilità di arrampicarsi sulle torri e sui più importanti monumenti di Firenze, sfruttando la magia del pixel e di una piantina realistica del capoluogo toscano. Naturalmente non manca la possibilità di ammirare, seppur in versione digitale, gli scorci di Firenze, città simbolo e meta da sempre molto ambita per turisti, viaggiatori e studiosi provenienti da ogni parte del mondo.

Il binomio vincente Gioco vs Firenze (Firenze Game)

Dietro un titolo di successo, il più delle volte c’è una corretta e funzionale organizzazione di un progetto, si dice. Sempre per quel che riguarda il binomio gioco e Firenze, bisogna poi citare il divertente Gordon Ramsay Rush, gioco dove vestiremo i panni del famoso cuoco stellato internazionale, il quale nel quarto livello si ritrova proprio a Prato, intendo a preparare squisiti manicaretti che sono il simbolo della cucina toscana tipica e rinomata in tutto il mondo. Se avete avuto occasione di vedere il film di Michael Bay, 6 Underground, di certo avrete notato come la pellicola inizi proprio con un inseguimento mozzafiato realizzato proprio nel centro storico di Firenze. Questo per dire che anche nel contesto dei videogames, possiamo trovare una valida selezione di titoli che propongono corse sfrenate con lo sfondo di Firenze. Si tratta di titoli che vanno da Gran Turismo 5 a Gotham Project 2, passando per Scar e Superstar V8 Racing, mentre per chi è appassionato di giochi con una base valida a livello storico, bisogna citare titoli come Firenze Game e soprattutto The Medici Game.

La tecnologia digitale odierna per il settore del gioco digitale

Sull’ argomento tecnologico-digitale, inerente al settore del gioco digitale, le opinioni di esperti, appassionati e fan si sono sempre divise, creando delle vere e proprie fazioni opposte. L’aspetto più interessante riguarda però la capacità di una realtà operativa di programmare le uscite da qui ai prossimi 24 mesi. Per un settore come quella della tecnologia digitale, questo processo di uscite diventa funzionale e spesso necessario. Si pensi ad esempio a come l’industria del gambling online durante gli anni passati abbia cambiato completamente volto e contesto, facendo assumere un ruolo centrale ai device di tipo mobile come smartphone e tablet. Oggi in effetti le app di gioco e le attività svolte in modalità browser games è diventata sempre più centrale e richiesta, un aspetto che vale sia per il contesto del gaming, sia per l’IGaming e per il circuito dei casinò online. Attualmente tra le realtà operative del gioco online si segnalano principalmente attrattive come leslot gratis onlinee giochi di abilità quali il blackjack, la roulette, il baccarat e il bingo online.

Un gioco di carte diviso in base alle epoche storiche della città rinascimentale

Firenze Game è un gioco di carte diviso in varie epoche storiche, valido per conoscere più nel dettaglio tutto ciò che riguarda la città di Firenze. Firenze che per la videoludica e il cinema ha spesso fatto da sfondo con i suoi scorci e i monumenti, tanto da ispirare anche il premio Oscar James Ivory, il quale nel 1985 ambienta una delle sue pellicole più importanti proprio nel centro storico, con la famosa Camera con vista. Film che vede la presenza di un cast stellare che va da Helena Bonham Carter a Maggie Smith, da Daniel Day-Lewis a Denholm Elliott. Proprio il britannico Daniel Day-Lewis, futura star di Hollywood, stabilirà un legame profondo con la città di Firenze durante uno dei suoi periodi di pausa creativa, strinse un rapporto di amicizia e di collaborazione con il calzolaio Stefano Bemer. Visse infatti a Firenze per quasi un anno, facendo da apprendista al famoso calzolaio la cui bottega si trova proprio in via di S. Niccolò. Sempre per restare in tema di cinema, gioco e artigianato, bisogna poi citare la bottega del Prof. Agostino Dessì, visto che anche egli ha più volte prestato la sua opera per il cinema, il teatro e la commedia dell’arte.