Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Giovedì, 17 Giugno 2021 18:00

Montesilvano, al tavolo dell'integrazione: il senso di smarrimento degli immigrati

Scritto da nefer

L’assessore alle Politiche sociali Sandra Santavenere ha incontrato i componenti del Tavolo per l’Integrazione composto da Umberto Coccia (CISL Pescara), Larisa Solobyova (Presidente dell’ANOF CISL), Mamadou Diouf (Segretario dell’ALIS Abruzzo), Antonio Locantore (Comunità Venezuelana), Celina Frondizi (Centro Antiviolenza ANANKE), Simonetta Signorile (CGIL Abruzzo), Patrick Goubadia (Ufficio Immigrazione CGIL Abruzzo), Luigina Tartaglia (Caritas) e Maria Claudia Lopez (Unione Italo-Venezuelana).

Si legge su un comunicato ufficiale.

L’assessore si è mostrata molto disponibile nel portare avanti una programmazione del tavolo e per superare le difficoltà degli immigrati, anche attraverso un mediatore culturale. “Ho manifestato al tavolo per l’Integrazione – spiega Santavenere - la volontà di aprire la partecipazione a tutte le comunità straniere presenti sul territorio, in modo che ciascuna possa sentirsi rappresentata. Ho chiesto a ciascuno dei membri del Tavolo per l’Integrazione di presentarsi e di riferire le prime necessità fornendo anche i primi spunti per il lavoro futuro. Tra gli argomenti più importanti affrontati il senso di smarrimento degli immigrati quando arrivano in Italia e si trovano a rapportarsi con gli apparati burocratici e l’assistenza sanitaria. E’ stato chiesto l’aiuto dei Servizi Sociali soprattutto per le informazioni su come avere la residenza. Alcuni componenti del tavolo hanno chiesto di insegnare agli stranieri a muoversi per cercare i servizi di cui hanno bisogno e su come districarsi semplicemente in un ufficio postale. Un ostacolo è rappresentato sempre dalla lingua, che talvolta non consente di comprendere bene procedure amministrative e burocratiche e per questo motivo ho già contattato i dirigenti comunali per dare risposta alle problematiche emerse anche attraverso il supporto di un mediatore culturale. Il tavolo infine ha chiesto al più presto l’attivazione della Consulta degli Immigrati, il cui regolamento era stato approvato dal Consiglio Comunale”.