Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Venerdì, 24 Settembre 2021 18:37

Fideiussione bancaria e assicurativa affitto casa: mini guida pratica all'uso

Scritto da nefer

Gli ultimi mesi sono stati allarmanti per moltissime famiglie o privati che a causa della crisi sanitaria hanno perso il lavoro e sono stati costretti ad abbandonare la loro abitazione per l'impossibilità di pagare l'affitto richiesto dal padrone di casa. 

I dati sul numero crescente dei ricorsi in Tribunale a seguito della mancanza degli adempimenti economici mensile degli affitti negli ultimi 18 mesi, dimostra come la situazione sia più grave di quanto si pensi. Il dato giunge direttamente da Walter De Cesaris, segretario dell'Unione Inquilini, che ha spiegato poco prima della chiusura estiva degli uffici, che "le nuove sentenze di sfratto emesse nel corso del 2020 sono state 32.500. Di queste, 28.000, quasi il 90%, sono quelle emesse per morosità".

Non solo per i conduttori la situazione non è rosea ma anche molti padroni di casa non se la stanno certo passando bene, soprattutto perchè il decreto Sostegni  - nato per venire incontro e tamponare provvisoriamente questo momento di instabilità - ha previsto una proroga aggiuntiva riguardo il blocco degli sfratti che si protrarrà fino al 30 settembre 2021 o al 31 dicembre 2021, in base alla data di rilascio della convalida in Tribunale. 

Proprio per questa situazione nefasta sono aumentate anche le richieste fideiussorie per gli affitti, in modo che il creditore possa rivolgersi ai soggetti terzi per riscuotere la somma che gli è dovuta. Come funziona la fideiussione bancaria affitto? Ce lo spiega in modo molto dettagliato il portale web di Dove.it, l'agenzia impegnata da diversi anni nella valutazione immobiliare e nelle operazioni di compravendita nelle principali città italiane.

Innanzitutto si tratta di un contratto con cui una banca o una compagnia assicurativa si impegnano a garantire il pagamento del canone di locazione per conto del suo inquilino/affittuario nel momento in cui questo non riuscisse a saldare, per svariati motivi primo fra tutti quello legato alla liquidità, il versamento del canone mensile previsto. Si tratta quindi di una forma di garanzia che il conduttore fornisce al padrone di casa una volta sottoscritto il contratto e permette che entrambe le parti siano tutelate ulteriormente da un terzo soggetto ufficiale e sicuro

Per la pratica fideiussoria sono previsti alcuni costi d'ufficio, tra cui l’apertura, la commissione stabilita in percentuale rispetto al canone di affitto pagato dall'inquilino e per finire il tasso di interesse annuale. Tutti questi aspetti variano molto a seconda di alcune clausole accessorie al contratto firmato dalle parti e soprattutto se si tratta di fideiussione bancaria o assicurativa. 

In particolar modo nel primo caso per l’affitto può essere inserita una clausola che prevede l’escussione a prima richiesta, postilla che obbliga l'istituto a pagare il locatore non appena questo presenta un’istanza scritta. Questo invece non avviene con le compagnie assicurative che invece pagheranno solo dopo che il proprietario avrà avanzato un procedimento nei confronti dell’inquilino.

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33036558