Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

Venerdì, 29 Dicembre 2023 18:03

Montesilvano/Capodanno, banditi fuochi d'artificio, mortaretti, razzi con ordinanza

botti, sanzioni da 25,00 a 500,00 euro 

Anche questo anno il Comune avverte che saranno salate le multe per chi trasgredisce l'ordinanza N. 46 del 29 dicembre 2023 che vieta i consueti botti di Capodanno in aree pubbliche e private. Si legge che oltre ai possibili incidenti "detti incauti comportamenti arrecano pregiudizio psicofisico agli gli animali domestici e alla fauna selvatica", "disturbo alla quiete pubblica, e rappresentano un rischio per la sicurezza nelle strade, ben potendo gli animali in fuga causare incidenti stradali". oltre a "fonte di inquinamento ambientale".

Così a garanzia di tutti e dei luoghi pubblici dalla data odierna fino al 7 gennaio 2024, il Comune ordina il divieto:

• di effettuare lo scoppio di petardi, mortaretti ed artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico in luogo pubblico o di uso pubblico, e nei luoghi privati da cui possano essere raggiunte o interessate direttamente aree e spazi ad uso pubblico;

• dell'utilizzo di fuochi pirotecnici, non posti in libera vendita, nei luoghi privati, senza la licenza di cui all'art. 57 TULPS;

• dell'utilizzo di giochi pirotecnici, anche di libera vendita, nei luoghi privati senza rispettare le istruzioni per l'uso stabilite sulle etichette, e le prescrizioni di cui al D.L. 58/2010.

Raccomanda a tutti coloro che hanno la disponibilità di aree private, finestre, balconi, lastrici solari, luci e vedute e simili prospicienti la pubblica via, aree pubbliche o private ad uso pubblico di limitarne e controllarne l'uso per la effettuazione di spari, scoppi, lanci di giochi pirotecnici, mortaretti, e simili, e comunque di evitare il lancio di detti artifìci, nonché la caduta di altri oggetti pericolosi per la pubblica incolumità, verso luoghi pubblici o di uso pubblico.

E a genitori e tutori di minori, di vigilare sul corretto uso dei dispositivi nei luoghi privati, sul rispetto delle istruzioni, e per evitare che i minori raccolgano ordigni inesplosi.

Infine ai proprietari di animali d'affezione, di vigilare e attivarsi affinché il disagio degli animali determinato dagli scoppi non causi danni alle persone e agli animali medesimi.

Le violazioni alle suddette disposizioni sono punite con la sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da euro 25,00 a euro 500,00, fatte salve le sanzioni per ulteriori illeciti.

chiacchiere da ape