Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 
 
 

Mercoledì, 13 Marzo 2024 10:59

Pescara. Sequestrato wax, sembra miele ma non è. E' una droga alto rischio overdose.

Nuova droga, il processo di preparazione richiede il butano, utilizzato come solvente per estrarre i cannabinoidi e terpeni delle cime e scarti della marijuana. 

Sembra miele ma non è. Il wax produce effetti potenti, prolungati e pericolosi perchè è un concentrato di cannabinoidi. Con questo tipo di droga è stato trovato un giovane spacciatore, arrestato  dai militari del Comando Provinciale di Pescara.

Sequestrati complessivamente due chili di droga, che avrebbero fruttato circa 16.000 euro. L’attività info-investigativa della Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria del capoluogo adriatico, condotta nell’ambito del piano d’azione “Drug Market” contro il traffico di sostanze stupefacenti, ha permesso di individuare, nel primo blitz, in zona Porta Nuova, un giovane pusher foggiano e residente a Pescara, in possesso di un importante quantitativo di droga.

E’ scattata subito la perquisizione nell’abitazione dello spacciatore, dove, grazie al fiuto del cane anti-droga “Esco”, è stata scoperta altra droga, oltre a migliaia di euro in contanti, frutto dell’attività di smercio dello stupefacente, un telefono cellulare, due bilancini di precisione, una macchina per il sottovuoto e un rullo di cellophane per il confezionamento della droga, tutti sottoposti a sequestro. Oltre ad Hashish e Marijuana, in casa dello spacciatore è stata ritrovata e sequestrata una nuova droga, particolarmente diffusa tra i giovani, conosciuta come “Wax”, un concentrato di cannabis in cera che può contenere anche fino all’80% di principio attivo della pianta, ad alto rischio di overdose.

Il giovane pusher, incensurato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria locale, è stato arrestato per il reato di traffico di sostanze stupefacenti e tradotto presso la Casa Circondariale “S. Donato” di Pescara.

Un sequestro contro ignoti è scattato, invece, in un secondo intervento, che ha portato alla scoperta di un altro rilevante quantitativo di “Marijuana”. Le indagini svolte finora hanno fatto emergere analoghe modalità di approvvigionamento della droga per i pusher, che sono oggetto di approfondimento da parte dei finanzieri per ricostruire e disarticolare la filiera criminale di smercio della droga, a tutela della sicurezza economico-finanziaria del territorio.

 

chiacchiere da ape

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33233016