Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

Venerdì, 05 Luglio 2024 15:04

Infanzia: Santangelo agli asili, utilizzate piattaforma. A rischio finanziamenti

 "il mancato rispetto delle indicazioni degli uffici regionali comporta l’impossibilità per gli stessi ad erogare il finanziamento oppure il mancato rimborso delle spese sostenute."

Pescara, 5 lug. – Gli asili e le altre strutture dell’infanzia che erogano servizi nell’ambito del Piano regionale 0-6 anni hanno tempo fino al 31 luglio 2024 per caricare sulla nuova piattaforma informatica tutti i documenti necessari per ottenere i finanziamenti. Lo ricordano gli uffici regionali del Servizio Istruzione che hanno predisposto la piattaforma per monitorare l’attività delle strutture stesse in modo da avere davanti un quadro sempre aggiornato in relazione anche all’attività di programmazione del Piano regionale.

“Rivolgiamo un appello agli Ambiti territoriali sociali e alle strutture del Piano 0-6 – esordisce l’assessore all’Istruzione Roberto Santangelo – affinché si adoperino per caricare sulla nuova piattaforma informatica tutti i dati richiesti dagli uffici regionali. È un passaggio importante perché il mancato rispetto delle indicazioni degli uffici regionali comporta l’impossibilità per gli stessi ad erogare il finanziamento oppure il mancato rimborso delle spese sostenute. Si può procedere all’erogazione dei contributi solo se la documentazione è presente sulla piattaforma”, chiarisce l’assessore Santangelo. Un ruolo importante è riservato agli Ambiti sociali presenti in regione che hanno contezza delle strutture per l’infanzia che erogano servizi sul territorio e che dunque possono intervenire con una decisa azione di sensibilizzazione tesa all’utilizzo della piattaforma. “Lo strumento predisposto dagli uffici regionali – precisa l’assessore Santangelo – è parte di un percorso di avvicinamento con le imprese pubbliche private in un più ampio processo di sburocratizzazione della macchina amministrativa. Ed è per questo che deve essere inteso come occasione di crescita della qualità dei servizi e di semplificazione dei processi amministrativi”.

chiacchiere da ape