Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Giovedì, 22 Settembre 2016 19:34

Montesilvano/taglio corrente Protezione Civile. Comune: “Disguido”. E nessuno sapeva

Scritto da di Angela Curatolo
Sede di Via Calabria della Protezione civile, Andrea Gallerati e Comune Sede di Via Calabria della Protezione civile, Andrea Gallerati e Comune

All'improvviso niente corrente e una bella “patata bollente”!Questa la strana storia accaduta qui a Montesilvano, dove Enel distribuzione taglia l'elettricità ai volontari della protezione civile, così, senza preavviso, senza un motivo, senza un responsabile... A spese proprie Andrea Gallerati e 'company' pagano un generatore d'elettricità.

 

La Protezione civile, nella sede di via Calabria, rimane in panne, collegata costantemente al server centrale, non può ufficializzare gli interventi, impossibile quindi rispondere alle urgenze degli utenti e di chi si avvale dei suoi servizi di sicurezza, proprio in questo momento delicato in cui i volontari locali danno supporto ad Amatrice.

Questa mattina pare che il Sindaco Francesco Maragno ai volontari abbia riferito: “è stato un disguido”. A dire la verità non è ancora chiara la natura, politica o amministrativa, del fraintendimento: non era al corrente l'assessore ai servizi Paolo Cilli, dice al telefono, riferisce di averlo scoperto questa mattina il vicesindaco Ottavio De Martinis, delegato alla protezione civile.

La segreteria del Sindaco infine, in via ufficiosa, conferma “il disguido c'è stato”, infatti “è stato disdettato dall'Enel il contratto che avrebbe dovuto cessare al 30 ottobre”, e aggiunge che “si sta provvedendo al ripristino del servizio”, garantendo, dopo le opportune indagini dell' Enel, che ”sarà celere”.

“E' una buona notizia” commenta Andrea Gallerati il responsabile della protezione civile di Montesilvano, che apprende la 'novella' dalla nostra redazione, fa notare “noi non abbiamo avuto nulla di ufficiale, non sono giunte note, fax o avvisi”, neanche sul “disguido. Gallerati conclude, senza polemiche, “da parte del sindaco, se è vero che sia stato un 'disguido', mi aspetterei un approfondimento”.

Disguido o meno, amministrativo o politico, le domande su questa vicenda sono tante e sarebbe il caso di trovarne la radice. Intanto, a stringere, i volontari pagano di tasca propria l'affitto del generatore in attesa di una comunicazione ufficiale del Comune di Montesilvano.

Ultima modifica il Giovedì, 22 Settembre 2016 19:47