Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Amerigo Orsini

Amerigo Orsini

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Solo un punto per il Pescara contro la Vis Pesaro nella terza giornata di campionato: un pareggio che rallenta la marcia del Delfino, raggiunto ora in vetta alla classifica dal Siena a quota 7.

Biancazzurri subito in vantaggio al 2’ con Clemenza che, servito in profondità da De Marchi, scatta sul filo del fuorigioco e infila il portiere ospite Farroni in uscita. Al 13’ D’Ursi si invola in contropiede ma entrato in area, anziché servire il liberissimo Rasi, fallisce la conclusione in porta: un errore che costerà carissimo ai padroni di casa. Il Pescara infatti si disunisce e lascia l’iniziativa ai marchigiani; arriva così al 32’ il gol del pareggio, siglato da Cannavò su calcio di rigore concesso per fallo di Memushaj su Saccani.

Nella ripresa il pallino del gioco torna il mano al Delfino, che si vede annullare un gol di D’Ursi per un iniziale fuorigioco dello stesso attaccante. La girandola di sostituzioni operata da mister Auteri (triplice cambio al 61’ con ingresso in campo di Rizzo, Marilungo e Ingrosso) non sortisce lo stesso effetto delle precedenti gare: al 72’ infatti, dopo un errore di Cancellotti dal limite, è Rubin a pescare il tiro della domenica, infilando il pallone all’incrocio alle spalle dell’incolpevole Di Gennaro. Lo svantaggio fa riversare in avanti i padroni di casa che, dopo l’espulsione del pesarese Cannavò per doppia ammonizione, trovano finalmente la rete del pareggio con un preciso colpo di testa di Cancellotti su corner di Pompetti (84’). I biancazzurri provano il colpaccio negli ultimi minuti, ma Farroni sventa i tentativi di Galano e Ferrari.

Deluso ovviamente il tecnico Auteri a fine gara: Avremmo meritato la vittoria. La prestazione è stata buona, ma non abbiamo concretizzato le occasioni create, incassando per di più gol evitabili. Sono due punti persi, che però ci riprenderemo in futuro”.

Lunedì, 10 Maggio 2021 18:45

Il Pescara si congeda dalla Serie B

Nell’ultima giornata di campionato il Delfino, già retrocesso, si arrende alla Salernitana (0-3), che invece vola in serie A.

Martedì, 04 Maggio 2021 18:12

Serie B, Pescara-Reggiana 1-0

Il Pescara supera di misura la Reggiana, ma la retrocessione appare ormai inevitabile.

Vittoria probabilmente inutile del Delfino, che torna al successo dopo un mese di digiuno quando purtroppo i giochi sembrano ormai fatti. A due giornate dal termine biancazzurri salgono a quota 32, portandosi a tre sole lunghezze dal Cosenza quartultimo in classifica (una posizione che negli anni scorsi ha sempre garantito l'accesso ai playout); ciò che appare incolmabile è però il gap con l'Ascoli quintultimo con 41 punti: il regolamento prevede infatti che se tra quintultima e quartultima ci sono cinque o più punti di distacco, allora lo spareggio playout non viene disputato e le ultime quattro retrocedono direttamente in Serie C. Ed è questo lo scenario più verosimile al momento.

La vittoria odierna porta la firma di Capone, al primo gol stagionale. Il giovane atraccante, uno dei più deludenti della disastrosa annata biancazzurra, trova la rete dopo solo 8' grazie ad un assist di Vokic. Il Delfino si limita a gestire il match e gli emiliani, anch'essi destinati a retrocedere, non impegnano mai severamente Fiorillo (per lui tre sole parate in 90').

Lucida l'analisi di mister Grassadonia a fine gara: "Vedendo la squadra lottare su ogni pallone come ha fatto oggi, aumentano i rimpianti per una salvezza che sarebbe stata alla nostra portara e che invece ci è sfuggita, anche se proveremo a fare del nostro meglio fino alla fine. Il mio futuro? Non ne ho parlato col presidente e sinceramente al momento neanche mi interessa farlo: adesso il mio rammarico è troppo grande, per le tante occasioni che abbiamo sprecato nel corso della stagione. Rimango concentrato su queste due ultime partite e solo dopo, eventualmente, ne riparleremo".

Martedì, 27 Aprile 2021 18:23

Serie B, Pescara-Entella 1-1

Solo un punto per il Pescara contro il fanalino di coda Entella nel recupero della 34° giornata.

Sabato, 03 Aprile 2021 09:55

Il Pescara torna al successo

Arriva finalmente la prima vittoria casalinga per il tecnico Grassadonia: all'Adriatico il Delfino supera il Pisa per 3-1.

Mercoledì, 17 Marzo 2021 09:52

Il Pescara ad un passo dal baratro

Ancora una sconfitta casalinga per il Delfino: all'Adriatico l'Ascoli si impone per 3-2.

Duro colpo alle speranze di salvezza del Pescara: il passa falso con i marchigiani, diretti concorrenti per la permanenza in serie B, ha il sapore quasi di una resa per i padroni di casa, penultimi in classifica con 23 punti, quando mancano ormai 9 gare al termine del campionato.

L'ennesima espulsione rimediata dai biancazzurri in questa sciagurata stagione, quella di Scognamiglio al 36', complica terribilmente i piani di mister Grassadonia. Nonostante l'inferiorità numerica per quasi un'ora, il Pescara riesce a rimontare l'iniziale svantaggio (rete ascolana di Bidaoui al 40') grazie ad una doppietta di Dessena (41' e 48'), lesto ad infilare due volte l'incolpevole Leali. Ma gli ospiti rimediano con Dionisi al 52', prima di trovare la zampata vincente con Bajic al 92'.

"Purtroppo è una sconfitta molto pesante - ammette il tecnico biancazzurro - ma non siamo ancora condannati. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Adesso dobbiamo ripartire con grande convinzione e gettare il cuore oltre l'ostacolo: a Vicenza faremo la partita della vita, quella che non ci è riuscita stasera".

Pagina 1 di 20

Top News

Calcio

Calcio a 5