Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Mercoledì, 20 Marzo 2019 18:37

Roma, Le mani sulle macerie con Sandra Milo

Verrà presentato in anteprima martedì 26 marzo alle ore 18 presso lo spazio WEGIL di Roma il cortometraggio Le mani sulle macerie, un lavoro di estrema attualità che affronta le tematiche di “frontiera” contestuali alla ricostruzione dei borghi terremotati.

Pubblicato in Cinema

– sabato 23 aprile – Provini per 3 attori protagonisti e piccoli ruoli

Pubblicato in Cinema

Mercoledì 9 dicembre al Mediamuseum di Pescara prende il via il Festival Internazionale del cortometraggio e del documentario 'Scrittura e Immagine', giunto quest'anno alla sua 17^ edizione, promosso dalla Fondazione Edoardo Tiboni per la cultura e dall'Istituto Multimediale Internazionale Scrittura e Immagine con la collaborazione del MediaMuseum - Le Arti dello Spettacolo e dell’Associazione Culturale Ennio Flaiano.

Nutrita come sempre la partecipazione nazionale ed internazionale che permette di offrire un'ampia panoramica delle ultime tendenze e dei vari stili di queste forme cinematografiche che nel corso degli anni hanno assunto un ruolo sempre più rilevante ed una propria specificità. I lavori selezionati provengono oltre che dall'Italia da paesi stranieri, europei ed extraeuropei, tra i quali Francia, Spagna ed Iran.

Tre le sezioni in concorso: SCRITTURA E IMMAGINE (tema libero, animazione, documentario); CORTOSCUOLA (sezione riservata a scuole di ogni ordine e grado) e ABRUZZO (sezione per cortometraggi realizzati da autori nati o residenti in Abruzzo o ambientati in Abruzzo). Al vincitore della sezione Scrittura e Immagine verrà attribuito un premio di 1000 euro, per le sezioni Cortoscuola e Abruzzo pubblicazioni cinematografiche. Previsti inoltre menzioni e riconoscimenti attribuiti dalla commissione giudicatrice composta da Edoardo Tiboni, presidente, Davide Campolieti, Giampiero Consoli, Martina Corongiu, Francesco D'Aloisio, Paolo Smoglica.

Il programma del primo giorno, mercoledì 9 dalle ore 17,00, prevede la proiezione dei seguenti corti in concorso: Streghe a Pachino: un caso giornalistico irrisolto, Lorenzo Muscoso, 18' – fuori concorso; Bride Girls, classe 3A, Ist.Comp.1 "Chiarini"- CH, 7' 03''; La Costituzione ieri e oggi, classe 2C, Ist.Comp.1 "Chiarini"- CH, 3' 40''; La macchina del tempo, Paolo Budassi, 2'45"; White Pigeon Next to the Mirror (Kabotare Sefide Kenare Ayneh), Maryam Khalilzadeh, 6'; En casa, Alfonso Nogueroles, 8' 32''; Pescara 2013. Il tipolo dannunziano, Andrea Malandra, 15' – fuori concorso; Nowhere, Adeo Di Nicola, 3'; Ayer Y Manana, Rodrigo Ruiz Gallardon, 8' 42''; Biodiversidad, Guillermo Chapa, 17’ – fuori concorso; Luce, Marco Napoli, 12’37” – fuori concorso; Rupestre, Enrique Diego, 6' 45''; Il contabile, Anaïs Llacer, 8’; Foxes, Mikel Gurrea, 21'31'' – fuori concorso; Yo presidenta, Arantxa Echevarría, 18’42” – fuori concorso; 3 minutos, Juanma Avifue, 6’; Cross Road, Marco Napoli, 3’27”; La metafora del piccione, Miguel Murciano, 20’ – fuori concorso.

Alle ore 21,00 seguirà la proiezione del documentario "Rock Souls & Blues. Dove nascono le leggende" di Greg "Freddy" Camalier: tra le paludi dell’Alabama c’è un posto magico dove, dal 1969, nasce un sound unico e leggendario, ovvero il Muscle Shoals Sound. E il regista Greg ”Freddy” Camalier, nel suo documentario racconta come e dove sono nati alcuni dei brani più famosi di tutti i tempi…Ci sono documentari e documentari: quelli che, scolasticamente e asetticamente, illustrano un determinato argomento senza coinvolgere più di tanto lo spettatore e, poi, ci sono quelli che invece la storia raccontata la colorano, la profumano di sensazioni. Queste opere, a metà tra cinema e documentario, fanno calare nell’atmosfera del periodo storico che illuminano, azzerando così i confini tra reportage, finzione e fruitore. E, senza dubbio questo documentario appartiene a questa seconda categoria. Sarà il tema, che narra di un famoso e magico studio di registrazione, sarà per la musica o per gli ospiti di spicco intervistati, eppure l’opera di Camalier è un esempio di cosa un documentario dovrebbe possedere e di come dovrebbe essere girato. Il lungometraggio ci porta lungo il fiume Tennessee, negli Stati Uniti del sud, dove le Stelle & Strisce sono (ancora) un simbolo, dove si respira l’odore del buon whiskey e dove i Nativi Americani intonavano le nenie a queste splendenti acque. Ma, soprattutto, è un viaggio nella (grande) musica americana, coniata e incisa sulla sponda (benedetta) di quel fiume, in uno studio di registrazione che, dal 1969, ha visto nascere alcuni dei brani rock e soul più famosi di tutti i tempi.

Il festival poi proseguirà fino a sabato 12 dicembre con un doveroso omaggio che i Premi Internazionali Flaiano tributeranno a Gabriele Ferzetti, il grande attore di origini abruzzesi scomparso di recente.

 

Pubblicato in Incontri
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…