Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Sabato, 04 Novembre 2017 18:12

Roma, concerto per i 190 anni dalla morte di Beethoven

Scritto da Kim Redy
Jacopo Sipari di Pescasseroli Jacopo Sipari di Pescasseroli

Roma. Sarà ancora una volta la superba cornice della Basilica di Santa Maria in Aracoeli a Roma, una delle Chiese più belle al mondo, ad accogliere

Sabato 18 Novembre 2017, ore 21.00 la seconda edizione della grande rassegna musicale SACRUM - UNA PREGHIERA IN MUSICA PER LA PACE UNIVERSALE, un omaggio alla musica come forma di comunicazione tra i popoli. Quest’ anno SACRUM celebra I 190 anni dalla morte di Ludwig Van Beethoven con un grande concerto istituzionale in programma il 18 Novembre 2017 ore 21.00 con l’ Orchestra Sinfonica di Salerno “Claudio Abbado” diretta per l’occasione dal Maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli, direttore musicale del Festival Internazionale di Mezza Estate.

Il programma vedrà nella prima parte del programma un omaggio al compositore francese C. Saint Saen il cui ricordo è affidato al violoncello d’eccezione del Maestro Giuliano de Angelis con il Concerto per Violoncello e Orchestra n. 1 e nella seconda parte l’esecuzione del preludio dell’ Oratorio Sacro “Cristo sul monte degli Ulivi” e della Sinfonia n. 7 in La Maggiore di L. V. Beethoven, tra i capolavori assoluti della musica classica occidentale. Ad aprire ufficialmente la rassegna, la bacchetta del Presidente della Fondazione Festival Pucciniano, Maestro Alberto Veronesi con il Preludio dall’Oratorio Sacro “Le deluge” di C. Saint Saen: “Dalla storia – dice Veronesi - la lezione che ci viene è sempre la stessa e sempre è rimasta inascoltata, per questo le parole che instancabilmente vengono spese a difesa della pace trovano sempre nella grande musica il terreno più fecondo per far breccia nei cuori di tutte le donne e gli uomini di buona volontà. Ecco in sintesi perché sono particolarmente felice di aderire, come musicista e come Presidente della Fondazione Festival Pucciniano all'invito del caro Maestro Jacopo Sipari con il quale abbiamo condiviso già molti progetti musicali, di poter ricevere la bacchetta in questo concerto così fortemente imperniato sul tema della Pace nel mondo.

Con la Fondazione Festival Pucciniano che mi onoro di presiedere, abbiamo aperto l'anno con un concerto sinfonico a Teheran, prima istituzione musicale europea a tornare a fare musica in Iran dopo 40 anni di silenzio della musica in quel grande Paese musulmano”. “Una serata – aggiunge il Presidente del Senato Pietro Grasso - incentrata sulla bellezza dell’incontro tra musica e fede: perfetto connubio tra armonia musicale e spirituale in grado di far vibrare il cuore e la mente, dando significato alla nostra interiorità e voce ai sentimenti più autentici dell’animo umano” a cui fa eco la Senatrice Abruzzese Stefania Pezzopane: “Il linguaggio universale della musica è da sempre veicolo di spiritualità, di pace, di incontro tra culture differenti e di costruzione di un futuro migliore. Valori che oggi vanno riaffermati con intensità ancora più forte attraverso linguaggi che sappiano raggiungere i cuori di tutti, soprattutto i giovani. Alle giovani generazioni ed ai loro talenti vanno dedicate le nostre principali attenzioni”. Anche i Presidenti del Rotary Polis di Roma Maria F. Di Gosta e Niccolò di Raimondo sostengono il concerto “Il Rotary Club Roma Polis ha promosso con particolare interesse questa splendida iniziativa, in onore di Ludwig Van Beethoven: una preghiera in musica, l’espressione più profonda della nostra umanità, a sostegno della pace universale, che ponga al centro dell’agire collettivo il valore della fraternità tra i popoli”. Presenta in concerto il noto giornalista televisivo di Rai Uno Giovanni Terzi.

Ultima modifica il Sabato, 04 Novembre 2017 19:31