Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Lunedì, 27 Aprile 2020 18:41

Porno USA. Sale traffico web e trionfa il filmetto casalingo.

Scritto da Angela Curatolo

Molti lavoratori del sesso hanno perso il loro reddito durante la pandemia e saranno esclusi dal pacchetto di aiuti da 2 trilioni di dollari di Donald Trump che è stato impostato per mitigare l'impatto economico della crisi sanitaria a causa della natura "prudente" del loro lavoro.

L'industria del porno in Nord America è in difficoltà: mentre ha problemi a creare nuovo materiale per il blocco Coronavirus. il web "film fai da te" ha un picco significativo del 30% del traffico medio giornaliero. Lo si legge sull'agenzia america Sputinik.

Dall'introduzione delle misure di quarantena, artisti del settore provenienti da tutto il mondo hanno cercato di caricare i loro video fatti in casa sulla piattaforma. Le ragioni sono logiche. Gli attori porno americani sono stati messi a dura prova per un arresto nella produzione di film girati negli studi statunitensi.

Molti attori e troupe sono rimasti senza lavoro, secondo quanto riferito da Global News. "È stato uno sconvolgimento completo nella mia vita e nella vita di tutti quelli che conosco il settore", ha detto la star del porno e l'educatrice sessuale americane Jessica Drake. La 45enne, riferisce che gli impegni di un anno sono stati cancellati: scene in studio, seminari e concerti, ora è in auto-isolamento nella sua casa in California.

Insomma un'attrice del porno e un detentore di partita IVA italiano provano le stesse emozioni in questo tragico momento: "vanno dall'ansia, al panico, alla sconfitta, alla concentrazione e, talvolta, anche all'ottimismo", ha rivelato Drake.

A metà marzo, la Free Speech Coalition (FSC), un'associazione commerciale statunitense per l'industria dell'intrattenimento per adulti, ha chiesto all'industria del porno di fermare "volontariamente" tutte le produzioni nel Nord America "fino a nuovo avviso", osservando che "nessuno dovrebbe girare o creare contenuti con partner che non fanno parte della loro famiglia ”.

La reazione è stata immediata: molti lavoratori del settore hanno cercato nuovi modi per guadagnare. Così gli addetti ai lavori si son dati al web, caricando film casalinghi, e il traffico digitale in generale è salito alle stelle.

Il traffico medio giornaliero è aumentato del 10-17% da quando sono state introdotte misure di autoisolamento in tutto il mondo a metà marzo.

Nel frattempo, il più grande picco di traffico è stato registrato in Russia il 24 marzo, che ha visto un aumento del 57,1%, un triplo salto dalla media globale.

 

Ultima modifica il Lunedì, 27 Aprile 2020 19:06