Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 20 Ottobre 2020 17:58

Città Sant'Angelo. “A scuola di OLIO”. I ragazzi a lavoro in campagna.

Scritto da redenz

Gli studenti di Città Sant’Angelo raccoglieranno le olive e produrranno il loro olio.

Raccoglieranno olive, produrranno olio e lo venderanno all’asta on line per ricavare soldi da devolvere in beneficenza.

Sono i ragazzi della scuola primaria, della scuola media e del Liceo dell’Istituto Omnicomprensivo di Città Sant’Angelo che oggi e domani, sotto la guida delle prof.ssa Pierfelice, sono impegnati in questo progetto iniziato lo scorso anno e che, come dice la Dirigente Scolastica Lorella Romano “rientra nella sistematizzazione di una buona pratica”.

E di buono c’è tanto: gli obiettivi educativi legati al ritorno al territorio e alla comunità che trasforma in beni i prodotti del territorio, arricchendoli di valore e il grande insegnamento della beneficenza e del volontariato. Perché i ragazzi non si limiteranno a raccogliere le olive delle piante situate nelle aree comunali di Marina di Città Sant’Angelo, ma seguiranno tutto il processo fino alla realizzazione delle etichette che suggelleranno le pregiate bottiglie di olio che verranno vendute all’asta. Il progetto vede ancora una volta la collaborazione tra l’Istituto scolastico, il Comune di Città Sant’Angelo e il comitato dei genitori in questo cammino di comunità educante operosa e sempre pronta a raccogliere l’ennesima sfida, anche questa legata al Patto per uno Sviluppo Umano Sostenibile dell’Area Vestina in collaborazione con la Coldiretti Abruzzo e la Fondazione Amiotti.