Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 03 Novembre 2020 16:01

Pescara. Aumentano a 15 milioni di euro i fondi per l'area di risulta.

Scritto da Redenz

A Pescara il presidente Marco Marsilio è chiaro: "Non abbiamo distratto risorse". Il primo cittadino: "Un evento storico per Pescara"

In base a quanto previsto dal documento, che cristallizza l’assegnazione e l’importo delle risorse a disposizione del Comune di Pescara, soggetto attuatore dei lavori, i fondi disponibili passano da 12 milioni di euro a 15,9 milioni di euro.

E' stato firmato questa mattina l'accordo tra il Comune di Pescara e la Regione Abruzzo per l'attuazione dell'intervento di riqualificazione dell'area urbana del parcheggio antistante la nuova stazione ferroviaria. Un intervento atteso da oltre 30 anni.

L'accordo prevede una rimodulazione di fondi, che passeranno da 12 milioni di euro a 15,9 milioni di euro, e l'avvio, entro la fine dell'anno, delle procedure di appalto in concessione. Per la firma, nella sala consiliare del Comune, erano presenti il sindaco Carlo Masci e il presidente Marco Marsilio. "Si è discusso molto sul destino di quest'area, è arrivato ora il momento di realizzare l'opera pubblica, e sono onorato di aver sottoscritto l'accordo che avvierà la partenza reale delle procedure di gara - ha detto il presidente Marco Marsilio -. Abbiamo dimostrato nei fatti che non c'è stato nessun disimpegno di fondi o scippi. Con la firma avvenuta oggi abbiamo avviato invece un percorso che porterà alla riqualificazione di un'area che considero strategica per la città di Pescara".

Sulle polemiche dei giorni scorsi, alimentate sul destino dei fondi, il presidente Marco Marsilio è chiaro: "Non abbiamo distratto risorse - osserva -. Grazie a un accordo con il Ministro Provenzano, sottoscritto lo scorso 16 luglio, abbiamo recuperato i fondi non solo per aiutare e sostenere i settori che oggi soffrono a causa dell'emergenza epidemiologica, ma - conclude il presidente Marsilio - abbiamo rimodulato gli interventi che saranno inseriti nel nuovo ciclo di programmazione 2021-2027, salvaguardando le progettazioni".

Appalto in concessione.

Entro due mesi, al più tardi per gennaio, il bando per la realizzazione delle opere di riqualificazione delle aree di risulta sarà una realtà, attraverso la formula dell’appalto in concessione. Questo l'effetto dell'Accordo.

"Dopo 30 anni di attese – ha affermato il sindaco Carlo Masci – finalmente possiamo dire che la riqualificazione delle aree di risulta si farà. Era un punto fermo della nostra azione di governo della città, sul quale abbiamo acceso i fari fin da subito, che ci permetterà di cambiare il volto di Pescara con la creazione di una grande area verde, che sarà realizzata dalla Fondazione PescarAbruzzo, un sistema di parcheggi a servizio del centro commerciale naturale e con un sistema di viabilità che migliorerà la fruibilità e la vivibilità del centro cittadino. Un asset strategico per Pescara, che va a integrare urbanisticamente un sistema di micromobilità e di trasporto pubblico moderno e innovativo. Voglio ringraziare il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri, che si è molto speso affinché ottenessimo questo risultato; e il consiglio comunale di Pescara, con il suo presidente Marcello Antonelli, che in soli tre giorni ha approvato tutti i provvedimenti sulla fattibilità di questo intervento. Esprimo tutto il mio apprezzamento anche per il lavoro portato avanti dagli uffici tecnici del Comune, dove tutti si sono spesi con la massima disponibilità. Se non vi saranno ostacoli, entro la prima metà del 2021 individueremo il soggetto che realizzerà le opere, entro l’anno potrebbero partire i lavori".

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
32371558