Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Giovedì, 01 Aprile 2021 19:00

Abruzzo. Giornata consapevolezza dell'autismo. Vaccino per over 16 anni

Scritto da P.V.

Giornata della Consapevolezza dell’Autismo vaccini per loro.

Diverse iniziative per domani. Vaccini agli over 16 e piccoli gesti come la luce blu nei comuni.

Autismo. Vaccini domani per chi ha più di 16 anni.

In occasione della Giornata della Consapevolezza dell’Autismo da domani, venerdì 2 aprile in molti centri dedicati, inizierà la campagna di vaccinazione per circa 450 persone autistiche in Abruzzo, a partire dai 16 anni, e per i loro caregiver.

La prossima settimana toccherà a tutti i caregiver degli under 16 e ai familiari delle persone con autismo. La presidente dell’Angsa Abruzzo Alessandra Portinari domani parteciperà, insieme all’assessore alla Sanità della Regione Abruzzo Nicoletta Verì, alle ore 10,00 all’avvio dei vaccini in programma alla Fondazione Il Cireneo in contrada Follani a Lanciano e alle ore 11,30 alla Fondazione Oltre le Parole in via Cetteo Ciglia a Pescara. L’iniziativa portata avanti dall’assessorato alla Sanità è stata organizzata grazie al supporto dall’Angsa Abruzzo, che da settimana, insieme al Dottor Maurizio Brucchi, responsabile delle vaccinazioni in Abruzzo, sta coordinando le operazioni, in programma in circa venti centri di riabilitazione, appositamente predisposti per favorire l’adattamento ambientale delle persone con autismo, le quali potranno avvalersi anche di un équipe multidisciplinare, esperta in tecniche comportamentali e pronta a gestire eventuali comportamenti problema.

"Per il secondo anno consecutivo la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo, si svolgerà in piena emergenza sanitaria con un pensiero rivolto a quelle famiglie che ogni giorno portano avanti la propria battaglia con la paura emergente del Covid-19 – afferma la presidente dell’Angsa Abruzzo Alessandra Portinari - . Il virus rappresenta un rischio, non solo per chi è maggiormente esposto al contagio, ma soprattutto per quelle persone con disabilità, che necessitano di attenzioni specifiche e coordinate. In questa fase delicata che stiamo vivendo è ancora più necessario accendere i riflettori sulla Giornata del 2 aprile per ricordare l’importanza del sostegno e del supporto alle persone con autismo. Il Coronavirus non cancella purtroppo la silenziosa epidemia che le nostre famiglie continuano ad affrontare da sempre, e spesso in perfetta solitudine. Da 20 anni in Abruzzo e in Italia da 35 la nostra associazione è in prima linea per la difesa dei diritti delle persone autistiche e delle loro famiglie, in questo particolare periodo abbiamo chiesto alla Sanità regionale la massima cura durante la vaccinazione per le persone in questa condizione, in luoghi dedicati e con la presenza di un’equipe multidisciplinare, costituita da medici specialisti in neuropsichiatria e psicologi, esperti in tecniche comportamentali, capaci di assistere il paziente durante l’intero percorso di vaccinazione: dall’iniziale fase di adattamento ambientale, all’inoculazione del vaccino, fino all’osservazione post somministrazione. Ringraziamo l’assessore Verì per aver accolto la nostra richiesta. L’intero percorso di vaccinazione sarà organizzato nei centri riabilitativi in stanze appositamente predisposte per favorire una sensazione di rilassamento e adattamento ambientale. Dopo un primo momento di accoglienza, il paziente dovrà essere preparato dal personale sanitario alla procedura di inoculazione attraverso l’utilizzo di strumenti visivi sotto forma di task analysis, in cui saranno illustrate attraverso le immagini le singole fasi della procedura. Durante la fase di inoculazione del vaccino il paziente dovrà essere assistito dalla figura dello psicologo che predisporrà dei distrattori (audio/video/bolle di sapone/plastilina) per abbassare il livello di ansia e favorire la collaborazione. Sarà inoltre previsto l’utilizzo di un rinforzo di natura sociale o materiale a seconda delle esigenze della persona".

Anche Fondazione San Paolo VI. Vaccinazione delle persone con autismo al di sopra dei sedici anni

Si celebra domani, venerdì 2 aprile, la Giornata Mondiale della consapevolezza dell’Autismo, dichiarata dall’Onu nel 2007 per sensibilizzare la popolazione sul tema dell’autismo e per sollecitare le istituzioni di ogni Paese a migliorare i servizi e l’assistenza a favore delle persone e famiglie interessate. Per l’occasione, la Fondazione Paolo VI, da sempre in prima linea in questo delicato settore, ha deciso di celebrare la giornata con un gesto concreto e di grande importanza, visto il periodo che stiamo vivendo: la vaccinazione delle persone con autismo al di sopra dei sedici anni, in cura nella struttura. La somministrazione del vaccino avverrà nel suo centro di riabilitazione di via Pesaro a Pescara a partire dalle ore 12.00. “Questa iniziativa – commenta l’avvocato Peppino Polidori, presidente della Fondazione Paolo VI – vuole essere il nostro contributo fattivo ad una giornata importante, specie in questo momento delicato della pandemia che vede proprio nei vaccini una possibile via d’uscita. Da sempre, la nostra famiglia accoglie e cura persone con questo grave disturbo, al punto da essere considerati un’eccellenza a livello nazionale. Siamo lieti, quindi, di poter dare a queste persone un segnale di speranza, ancora più significativo a due giorni dalla santa Pasqua. Ringrazio l’assessore regionale Nicoletta Verì, per la sensibilità dimostrato nei confronti della Fondazione anche in questa occasione”. Per l’occasione, sarà presente il direttore generale dell’azienda Usl di Pescara, Vincenzo Ciamponi.  

Pescara, Torre civica diventa blu.

In occasione della Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo, istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e che ricorre domani, 2 aprile, il comune di Pescara aderisce alla campagna di sensibilizzazione intorno a una tematica molto delicata, che colpisce migliaia di famiglie italiane. Domani sera infatti la torre civica di Palazzo di città si colorerà di blu, il colore scelto per “identificare” le diverse iniziative svolte da istituzioni e associazioni in questa occasione. "Raccogliamo con spirito di partecipazione – ha detto il vicesindaco Gianni Santilli – l’appello del Presidente della Fondazione italiana per l’autismo e l’invito dell’Anci, perché crediamo che intorno a questioni di tale rilievo ognuno debba dare il proprio contributo. Questo riguarda in particolare le amministrazioni locali, che devono in prima istanza invitare alla riflessione tutti i cittadini".

Fossacesia aderisce

Il Comune di Fossacesia, aderisce alla Giornata mondiale della Consapevolezza dell'Autismo, istituita nel 2007 con una risoluzione approvata dalle Nazioni Unite, che viene celebrata in tutto il mondo il 2 aprile. Difatti, domani sera, il Comune illuminerà di blu il Palazzo Municipale per celebrare questa importante giornata. "Si tratta di un evento internazionale ed importante - sostiene il sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio- per sensibilizzare e combattere tenacemente il pregiudizio verso l'autismo, nonché stimolare l 'impegno per il miglioramento dei servizi e per la promozione della ricerca". Ai comuni aderenti alla campagna mondiale viene richiesto di illuminare di blu un monumento, una piazza, o altri luoghi significativi della città per manifestare la propria solidarietà a quanti sono affetti da autismo e alle loro famiglie. Il gesto, seppur simbolico, ha l'obiettivo di veicolare anche nella comunità fossacesiana lo spirito e il messaggio di questa iniziativa. Sul fronte sociale, l'Amministrazione Comunale si impegna a continuare ad essere vicina alle famiglie che vivono questa condizione.

Ultima modifica il Giovedì, 01 Aprile 2021 19:15