Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 
Lunedì, 04 Luglio 2022 17:36

Abruzzo eventi, concerti e intrattenimenti fino al 10 luglio 2022

Scritto da A.C.

Gli appuntamenti in Abruzzo fino al 10 luglio

  "Cettina e le altre donne" di Fabio Carlini

Con il Patrocinio del Comune di Giulianova, si terrà domani sera alle 21, sulla terrazza del Kursaal, la presentazione del libro "Cettina e le altre donne" di Fabio Carlini, con prefazione di Barbara Alberti. Oltre all'autore, saranno presenti la professoressa Maria Letizia Fatigati, dirigente scolastica dell' Istituto Comprensivo "Falcone e Borsellino" Teramo 5, lo scrittore Enzo Delle Monache, la presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Giulianova Marilena Andreani. Modera il dibattito la giornalista Tania Bonnici Castelli. In "Cettina e le altre donne", Fabio Carlini fa luce sulla condizione della donna nella provincia teramana del primo Novecento. Un quadro avvincente, ma a tratti duro, un affresco memorabile di ambienti, situazioni e convinzioni che hanno segnato a lungo la vita al femminile nel nostro territorio. Fabio Carlini, nato a Castelli 52 anni fa, vive a Castel Castagna. E' impiegato presso il Ministero della Pubblica Istruzione. Da sempre interessato agli studi etnografici ed antropologici della sua terra, ha raccolto negli anni decine di testimonianze orali, illuminanti per la comprensione della cultura e della società teramana. Il suo racconto d'esordio, "Dorilla e Argiope", pubblicato nel 2020 nell' antologia "Racconti di Abruzzo e Molise", ha ricevuto, lo scorso novembre, il Premio "Città di Giulianova" nell'ambito del Concorso letterario promosso dall' associazione "Il Faro". Tanti i riconoscimenti attribuiti ai suoi scritti in prestigiosi concorsi nazionali. 

 

Concerto all’alba Martina Jozwiak

Domenica 10 luglio - ore 05,31 – Il Circolo virtuoso della rosa organizza Concerto all’alba Martina Jozwiak – voce Paolo Principi – tastiere Lorenzo Poliandri - batteria Martina Jozwiak nota cantante Soul anconetana per l’occasione verrà accompagnata da due musicisti di eccezione: Paolo Principi (tastiere) e Lorenzo Poliandri (batteria). I suoi concerti sono noti per l’energia e la potenza vocale che la cantante sprigiona sul palco omaggiando i più grandi artisti della soul music come Aretha Franklin, Stewe Wonder in un’esplosione di groove e funk. La prima parte del concerto, tuttavia è sempre dedicata ai più grandi artisti italiani come Concato, Pino Daniele, Lucio Battisti, Giorgia ecc…, che la cantante ama omaggiare con eleganti arrangiamenti dal carattere black. Inoltre, per l’occasione Martina proporrà alcuni dei suoi brani inediti in stile italian soul.  Giulainova Piazza Belvedere. INFO LINE 338/9727534 338/5256410

 

Il Vate e lo sbirro: indagine sul volo dell'arcangelo

SABATO 9 LUGLIO 2022
ORE 11.00
SALA “F.P. TOSTI”
AURUM PESCARA

A 100 anni dal fatto, rimane il sospetto che l’incidente servisse per toglierlo dalla vita pubblica e agevolare la marcia su Roma che si tenne due mesi dopo.  Son passati 100 anni, ma il giallo legato alla caduta di Gabriele d’Annunzio dalla finestra della stanza della musica di villa Cargnacco non è ancora risolto. Anzi continua ed è sempre più intrigante. Oggi a risvegliare l’interesse - l’incidente accade il 13 agosto 1922 - è un docufilm tratto dal libro “Il vate e lo sbirro” di Ennio Di Francesco, già commissario di polizia. Il docufilm ricostruisce nei dettagli la missione del commissario Giuseppe Dosi incaricato dal Viminale di capire cosa fosse accaduto a d’Annunzio. Il Dosi - assumendo una falsa identità, fece accurate indagini a Gardone ed arrivò ad una conclusione della quale però ancora oggi non si è certi. Alcuni storici hanno ipotizzato che l’incidente fosse stato provocato per escludere d’Annunzio dalla scena pubblica.

Il rapporto del poeta con Benito Mussolini era ambiguo. Il Comandante si stava sforzando di gettare un ponte fra gli squadristi che picchiavano gli scioperanti e gli agitatori pronti a scioperare per i loro diritti. Per spirito di riconciliazione aveva voluto organizzare un incontro con Mussolini e Nitti per il 15 agosto 1922. L’infortunio mandò tutto all’aria. Il gemellaggio tra Pescara e Gardone Riviera, «l’alfa e l’omega della vicenda dannunziana», vede nella realizzazione del docufilm “Il Vate e lo sbirro” una significativa tappa della ripresa di una collaborazione storico-culturale nel nome di quella conoscenza, di quell'amore per il Vate che rappresenta la comune cifra distintiva tra le due città. 

 

Festival delle Cooperative di Comunità d’Abruzzo: tre giorni di iniziative gratuite ed aperte al pubblico.

Venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 luglio Campo di Giove (Aq) sarà animata dalla prima edizione del Festival delle Cooperative di Comunità d’Abruzzo: tre giorni di iniziative gratuite ed aperte al pubblico. Il Festival voluto e organizzato dal basso dalle Cooperative di Comunità d’Abruzzo al fine di mettere in campo strumenti collettivi, condividere competenze e costruire sinergie affinché si radichi il modello della cooperazione di comunità. Il programma del Festival è il frutto del percorso di co-progettazione svolto insieme a Confcooperative Abruzzo con l’obiettivo di supportare e rilanciare il territorio. Un ricco dialogo sulle esperienze comunitarie, che vedrà protagonisti, nella prima giornata, proprio il presidente Massimiliano Monetti, insieme a Giovanni Teneggi, responsabile nazionale Promozione cooperazione di comunità Confcooperative Habitat e Giovanni Lindo Ferretti, cantautore e scrittore. La seconda giornata sarà invece l’occasione per approfondire il tema della gestione del bene collettivo con imprese di comunità e pubbliche amministrazioni, grazie a un tavolo che vedrà come ospiti i sindaci e le comunità del territorio, insieme al dipartimento Sviluppo Economico della Regione Abruzzo, L’Anci, e i parchi nazionali. Verranno inoltre presentate le eccellenze enogastronomiche delle cooperative di comunità abruzzesi e si concluderà con il concerto itinerante di Gruppo Incanto. La terza giornata sarà infine dedicata alla visita agli orti di comunità a cura della Comunità Slow Food per la valorizzazione del fagiolo Gialletto campogiovese.  

Gran Gala du Cirque il meglio del circo internazionale: arriva a Pescara la prima mondiale di acrobazia aerea dedicata a David Bowie

Funambolika, Festival Internazionale del nuovo circo, promosso dall'Ente Manifestazioni Pescaresi, dopo l'enorme successo degli appuntamenti precedenti si avvia alla conclusione con l'evento più atteso: la quattordicesima edizione del Gran Gala du Cirque, in programma al Teatro d’Annunzio venerdì 8 e sabato 9 luglio. Lo spettacolo, sold-out dell'estate, è un'intuizione unica: riunire per una serata i maggiori talenti circensi del momento e le stelle emergenti da tutto il mondo. Un casting, che richiede un anno di preparazione, regala ormai a Pescara l'esclusiva di un format che il quotidiano "La Repubblica" ha definito "la più grande platea circense italiana". Una serata unica al mondo, che si presenterà anche quest'anno con nuovissimi fuoriclasse internazionali pronti a spingere all'estrema meraviglia i limiti del corpo umano, a terra e in aria: comicità, acrobazie, suspence e raffinate coreografie, faranno vivere al pubblico emozioni intense. In esclusiva a Pescara, sarà possibile ammirare dal vivo le stelle che hanno partecipato ai maggiori talent show televisivi del pianeta e ai più grandi festival circensi. Il Gala è diretto da Raffaele De Ritis (fondatore di Funambolika) assieme ad Alessandro Serena, due massimi esperti del settore, con all'attivo la cura di celebri trasmissioni televisive (tra cui il Festival di Monte Carlo) e l'ideazione di centinaia di eventi nel mondo. Il disegno luci è di Andrea Ginestra, production advisor il maestro Ennio Tinari, aerial director Tibo Gilbert. 

Saltarelle e musica popolare abruzzese

Sabato 9 luglio alle ore 21.15 presso l'Aurum dei Pescara nell'ambito di CulturAurum "la Compagnia di Canto Popolare Abruzzo forte e gentile" presenterà il proprio nuovo repertorio di Saltarelle e di musica popolare abruzzese.

 “Il mostriciattolo inquinamondo”

Domenica 10 luglio ore 21 presso la rotonda Michetti andrà in scena “Il mostriciattolo inquinamondo”, uno spettacolo di burattini a cura di Annalica Bates e Vincenzo Lorito, con le voci di Angela Liberali, Antonio Lorito e la partecipazione straordinaria dell'attore e doppiatore Luca Luciani. Due storie in una: una favola sull'ambiente, con protagonista un piccolo mostriciattolo dispettoso che si diverte a sporcare il bosco, per ricordare e insegnare ai bambini (e non solo) l'importanza del prendersi cura della natura che ci circonda e a seguire, un racconto con le maschere tradizionali della commedia dell'arte, con Arlecchino, Pulcinella, Balanzone e Colombina.

 Ivana Spagna a Pescara

Cena spettacolo con Ivana Spagna in concerto live al Lido delle Sirene – Café Les Paillotes. L’appuntamento è per venerdì 8 luglio alle ore 21 con un evento che ha tutto il sapore dell’estate e dei ricordi più belli.

Giornata Nazionale delle Miniere: Lettomanoppello tra i sentieri del bacino minerario della Maiella

La Giornata Nazionale delle Miniere, promossa da REMI e ISPRA per diffondere il valore e il significato culturale del turismo geologico, è giunta quest’anno alla sua XIV edizione. Sul nostro territorio l’iniziativa è stata organizzata dal comune di Lettomanoppello in collaborazione con il GRAIM gruppo ricerca archeologica industriale della Mariella, dal Parco Nazionale della Maiella, dall’Associazione Pensionati Lettesi e con il contributo della Regione Abruzzo. Le giornate si terranno dall'8 al 10 luglio 2022 durante le quali si svolgerà un seminario con riconoscimento di crediti AIGAE a cura del GRAIM e una tavola rotonda, che raggrupperà tutti i comuni abruzzesi e gli enti interessati alla valorizzazione delle miniere. I visitatori potranno conoscere gratuitamente, con le guide di Majellando, la lunga storia di estrazione e lavorazione del bitume nel geoparco maiella percorrendo una notturna nel sentiero dei minatori, 3 kilometri di trekking con la possibilità di visitare per 30 metri la miniera Santa liberata, oltre a una visita guidata alla Miniera Iconicella, geosito del Geoparco Maiella. Tra le attività a pagamento organizzate in collaborazione con Majellando, Per La Majella, Majambiente e Majella Bike Adventures ci saranno: l’escursione guidata alla grotta delle praje, e- bike ai laghetti magici del Parco Lavino, trekking e attività di consapevolezza corporea immersi nella natura in località piana delle cappelle è uno spettacolo dei burattini per bambini. E per i visitatori che vogliono immergersi nella quotidianità dei minatori ci sarà la possibilità su prenotazione di assaporare il menù dei minatori per le vie del centro storico. Inoltre saranno ricordati i pionieri della storia delle miniere della Maiella Silvestro Petrini e Donato Paparella a cui verrà intitolata la mostra “miniere di asfalto e bitume della Maiella”. Ci sarà anche un momento di commemorazione per Vincenzo Di Paolo, minatore, tecnico e poeta lettese che con i suoi racconti ha tramandato la storia del nostro territorio a cui verrà intitolato il giardino comunale.  

Giulianova “Giovedì in terrazza” a Palazzo Bindi

Sarà presentato giovedì prossimo, 7 luglio, alle 21.15, per il terzo appuntamento della rassegna “Giovedì in terrazza” a Palazzo Bindi, il secondo volume della pubblicazione "Luoghi e genti d’Abruzzo: cultura e tradizioni ", di De Siena Editore, con le curatrici Maria Giulia Picchione, Antonella Lopardi e Alessandra Mancinelli. Il libro è dedicato alle principali manifestazioni, civili e religiose, della regione, proposte in ordine cronologico, che caratterizzano le stagioni primaverile ed estiva. L’opera editoriale è stata ideata e realizzata dalla Soprintendenza Belle arti e Paesaggio dell’Abruzzo (oggi riformata nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di L’Aquila e Teramo e per le province di Chieti e Pescara) e pubblicata grazie al prezioso contributo economico dell’Ance L’Aquila. “ Si tratta - spiega Maria Giulia Picchione, già soprintendente abruzzese - di una modalità che consente di raccontare il vasto patrimonio culturale di una regione che ha le sue eccellenze nella costellazione di luoghi fisici naturali e antropizzati, e nella relativa cultura immateriale generata nel corso di secoli con usanze, credenze, tradizioni, feste, rituali”. Lo strumento della festa, evento che racchiude in sé la somma di culture diverse ma complementari - artistiche, religiose, antropologiche, gastronomiche - consente di leggere con chiarezza la straordinaria originalità e ricchezza dei paesaggi antropici o naturali della tradizione. Ad impreziosire la serata ci sarà l’intervento dell’antropologa e docente Alessandra Gasparroni dal titolo “Abruzzo, uno sguardo, una realtà”, che accompagnerà il pubblico tra feste, colori, universi simbolici laici e religiosi che declinano il panorama demoetnoantropologico della nostra regione. “Antichi significati - osserva la professoressa Gasparroni- si legano a nuove esigenze per riconfermare il senso di appartenenza che, soprattutto negli ultimi periodi, tende a rallentare presenze e partecipazioni. Come pane che lievita però, si riconferma sempre la forza dell'essere abruzzesi attraverso il vivere momenti e funzioni della cultura tradizionale”. In caso di maltempo l’appuntamento si svolgerà nella vicina sala comunale “Bruno Buozzi”, nell'omonima piazza.

Francavilla al Mare, il libro di poesie dialettali Massére di Massimo Pasqualone

Verrà presentato venerdì 8 luglio, alle 21, al Giardinetto di Via Zara a Francavilla al Mare, il libro di poesie dialettali Massére di Massimo Pasqualone, con un evento curato dall'associazione Alento, presieduta da Luigi Cialfi. Relatori del volume Alessandra Melideo e Gino Paone. Gli artisti dell'Associazione Kalos di Torrevecchia teatina, presieduta da Daniela Ricciardi, impreziosiranno la manifestazione con l'esposizione delle loro opere. il libro raccoglie la trentennale produzione poetica in dialetto di Massimo Pasqualone, operatore culturale, critico d'arte e letterario 

 Pescara, “Collettiva dedicata alla pineta dannunziana”

 Sabato 9 luglio 2022 ore 18.00 inaugurazione “Collettiva dedicata alla pineta dannunziana” L’associazione Laboratorio d’Arte nella persona del suo presidente Giorgio Del Bono, ha deciso di proporre la seconda edizione, in previsione di continuare questo progetto anche negli anni a venire, appunto per “non dimenticare” l'incendio in pineta. La mostra “La rinascita nell’arte. Una mostra per non dimenticare” a Pescara, nella sala Flaiano - Aurum- oltre 150 opere tra dipinti, sculture e poesie. Sabato 9 luglio alle ore 18,00 ci sarà l’inaugurazione, a cura della presentatrice Maria Campilii, con il gruppo musicale Eco brand music for exposition di Penne, presentato da Fornace Del Bono e dalle narrazioni del professor Licio Di Biase responsabile della struttura ospitante

 

A cquá, Qui, In questo luogo. Daniela d’Arielli sul filo di Antonio De Nino

Inaugurazione venerdì 8 luglio dalle 19:00 Museo delle Genti d’Abruzzo, Pescara L’evanescenza della memoria di un popolo, delle sue liturgie, della sua storia incontra mani ispirate, pronte a rinsaldarne la trama e a tessere l’auspicio e la prospettiva di future ritualità, sempre a partire dal filo ancestrale della natura. Il progetto della mostra all’interno del Museo delle Genti d’Abruzzo nasce in una cornice di ricerca sul territorio attraverso il dialogo dell’artista Daniela d’Arielli con gli scritti di Antonio De Nino - insigne demoantropologo e storico abruzzese nonchè collaboratore di Gabriele d'Annunzio nella stesura di alcune tragedie - e nell’ambito di un progetto pluriennale con Pollinaria, centro di residenza artistica attivo nell’Abruzzo rurale. Le sale del Museo ospiteranno un’opera site-specific, una lunga tela adagiata lungo le finestre del bagno borbonico ricamata con disegni e testi tratti dall’opera “Usi e Costumi Abruzzesi” di Antonio De Nino. Come un antico talismano da decifrare o la rete di un pescatore in attesa di essere rammendata, la tela si rivela nel corridoio del Museo, l'antico cammino di ronda, in uno spazio di passaggio e di comunicazione tra l’interno, ricco di testimonianze del passato, e l’esterno, dove scorrono il nostro presente e il fiume Pescara in continuo movimento. All’interno delle sale, nel giorno dell’inaugurazione, la violoncellista Flavia Massimo e la violinista Valeria Vadini suoneranno dal vivo composizioni realizzate su suggerimento degli stessi testi di Antonio De Nino. L’arpista Valentina Locci, visibile dall’interno del museo, suonerà invece all’esterno, sulla sponda nord del fiume. Delle narratrici si aggireranno dentro e fuori il museo per evidenziare e rendere più vivo il rapporto tra interno ed esterno, dimensioni temporali lontane ma interconnesse, oralità e testi scritti nella ricerca di una continuità con i nostri riti e le nostre tradizioni. I suoni verranno registrati e resteranno udibili all’interno delle sale anche nei mesi successivi all’inaugurazione grazie all’ausilio di piccoli dispositivi audio installati all’interno delle sale stesse. L’evento inaugurale della mostra coinvolgerà entrambe le sponde del fiume, lì dove scorre la vita e dov’era il nucleo primigenio della città di Pescara, in un contesto dinamico dove l’arte porta il vessillo dell’identità e del rinnovamento. "Un lavoro sulla memoria di grande forza evocativa - sottolinea la direttrice della Fondazione Genti d'Abruzzo Letizia Lizza - che si fonde perfettamente con gli scopi di custodia, conservazione e divulgazione del nostro museo. La personale di Daniela d'Arielli non è solo il contributo di un'artista alla crescita del territorio in cui vive e lavora, ma una costruzione culturale di altissimo livello che riannoda la Pescara di oggi alla suggestione di tradizioni mai dimenticate". 

 Tagliacozzo, Aq.  “Antologica itinerante” dei luoghi storico-naturalistici abbandonati o poco fruiti

 Una “Antologica itinerante” è la proposta artistica dell’artista Gabriele Altobelli più conosciuto con il suo logo d’arte GALT-MATERICALART, che offre l’opportunità di riscoprire i luoghi storico-naturalistici abbandonati o poco fruiti, attraverso l’esposizione e le istallazioni di opere d’arte. Il progetto ha la doppia valenza di rimettere in moto il movimento culturale legato all’arte e la riscoperta di luoghi storico-naturalistici abbandonati. Il territorio che l’artista si propone di riscoprire e rivalorizzare è l’estesa area della provincia dell’Aquila dove tantissimi borghi hanno subito lo spopolamento e di conseguenza l’abbandono per molteplici cause. Terremoti susseguitisi nei secoli, l’abbandono dell’agricoltura e dell’allevamento, la mancanza di lavoro, la totale assenza di servizi, la crisi idrica, l’impossibilità di reti viarie fruibili con mezzi di trasporto agevoli, tutto questo e molte altre cause hanno determinato la desertificazione socio-economica di una miriade di microaree antropizzate fin dall’antichità ed ormai da molti lustri lasciate in totale abbandono o in difficili e precarie condizioni di fruibilità. Il progetto di Gabriele Altobelli vuole rimettere in moto “l’industria culturale” con l’obiettivo di far comprendere l’importanza di ricorrere al piacere artistico e farne un bene economico e di sviluppo per far rinascere il territorio proponendo un’esperienza che sollevi questioni di metodo per rivitalizzare i territori delegando all’arte ed agli artisti il compito di nuove ed inedite interpretazioni. Di grande successo di pubblico e molto apprezzata è stata la proposta sperimentale dell’artista che ha aperto l’iniziativa “il cammino dell’Arte” con l’istallazione artistica “La Resurrezione”,in ferro e pietra, impiantata per quarantottore tra le rovine del Borgo Medioevale di Alba Fucens distrutto dal terremoto nel 1915, che colpì un territorio vastissimo in provincia dell’Aquila. Gabriele Altobelli ha già nel suo cammino d’arte allestimenti che riescono a trovare spazi ideali dando vita a dialoghi storico-artistici in siti archeologici, siti medioevali, rinascimentali, ambienti religiosi della cristianità come chiese,conventi, abbazie. Sue opere impreziosiscono anche luoghi della contemporaneità come l’opera permanente “Metamorfosi di una città” visibile in Largo del Popolo a Tagliacozzo, Aq. L’Arte deve entrare nella vita di tutti e in tutti i luoghi possibili per darci gli strumenti per riflettere sul percorso dell’Uomo, confrontandoci col passato per un futuro migliore.

Hai Bin rock festival. I Mae'talika live tribute ai Metallica

Ingresso gratuito. 6 luglio 2022 Hai Bin, Pescara. Il concerto è il terzo appuntamento, dopo lo strepitoso sold out registrato con Dennis Stratton, ex chitarrista degli Iron Maiden, e il grande successo degli Hells Bells. I Mae'talika propongono un live tribute ai Metallica, con esecuzioni di brani molto fedeli alle versioni della band statunitense, spaziando prevalentemente dall'album "Kill'em All" fino al "Black Album". Da segnalare nell'articolo che l'ingresso al concerto è gratuito. 

 “Pagine d’Arpa”, a Pescara arriva il Maestro Davide Burani

Evento realizzato dall’Accademia musicale OSA, appuntamento sabato 9 luglio alle ore 21 all’Auditorium Cerulli la Casa delle Arti L’Accademia musicale OSA (Officina Scuola Arte), apre la stagione estiva del ciclo di incontri culturali Addetti ai Lavori 2022 con un grande musicista: sabato 9 luglio alle ore 21 Pescara ospita il maestro arpista Davide Burani in “Concerto per Arpa” all’Auditorium Cerulli la Casa delle Arti. Un primo grande evento per l’Accademia di musica con sede a Pescara presieduta del maestro Manuel Virtù. Un grande concerto d’arpa per uno degli artisti più importanti sulla scena internazionale. Il costo dei biglietti è pari a 7 euro per gli iscritti all’Accademia e 10 euro per gli esterni. Informazioni e prenotazione biglietti: 3500842441; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 Funambolika a Pescara

 Funambolika, festival internazionale del nuovo circo prodotto dall'Ente Manifestazioni Pescaresi, continua il 5 luglio al Teatro d'Annunzio con un appuntamento imperdibile che ancora una volta trasformerà la città di Pescara nella capitale dell'arte più antica e diffusa al mondo, quella del circo. In anteprima assoluta dalla Francia, arriva infatti la nuova creazione acrobatica che promette di essere il riferimento europeo dei prossimi anni: “Esquive” (dal francese "schivare"), balletto vertiginoso su piattaforme elastiche e pareti oblique, uno spettacolo ipnotico in cui i performer camminano sui muri e si gettano nel vuoto. È un progetto nato durante il lockdown, sul tema del rischio e della caduta, che unisce alta acrobazia, danza contemporanea e musica elettronica. Sostenuto dal Ministero della Cultura Francese, co-prodotto da cinque teatri stabili d'oltralpe, “Esquive” ha accettato l'invito di Funambolika a tenere a Pescara la prima data internazionale, prima ancora di approdare a Parigi. L'idea del progetto è di Gaëtan Levêque, atleta-coreografo che da 25 anni fa del trampolino la propria specialità. Per questo spettacolo ha messo insieme sei acrobati-danzatori fuoriclasse usciti dalle migliori scuole francesi, realizzando una sorprendente macchina scenografica che invaderà l'intero palcoscenico del d'Annunzio, raggiungendo in alcuni momenti un'altezza di dieci metri.

Estatica ospita la rassegna cinematografica dei Premi Flaiano

Primo film stasera, lunedì 4, alle 20.30 in memoria di Maradona e alla presenza di Bruno Giordano e Gabriella Simoni: La partita nel fango Proiezioni fino al 10 luglio: due film per ogni sera, alle 20.30 e alle 22.45. La Forza delle donne: primo appuntamento domani sera, lunedì 4 alle 20.30, alla presenza di Bruno Giordano, ex calciatore e amico di Maradona e Gabriella Simoni, inviata speciale del TG5 che firma il docufilm in programma: La partita nel fango. Fitto il calendario, fino al 10 luglio. Una settimana di doppie proiezioni ogni sera, in arena, alle 20.30 e alle 22.45. Posto singolo 3 euro, coppia 5 euro salvo per le proiezioni del 6 e 7 luglio, rispettivamente Il Ritratto del duca di Michell e Gli Stati Uniti contro Billie Holiday di Daniels (posto unico 5 euro). Si chiude il cerchio il 10 luglio con Visioni d’Abruzzo, 4 cortometraggi selezionati dalla CNA Cinema e Audiovisivo. In programma Diorama, Lupo+Agnello, Carne et Ossa e Decumano Maximo (posto unico per l’intera serata 2 euro). Estatica prosegue con lo Street Food dal 14 al 17 luglio, sempre il 17 luglio spazio anche al The Biggest Combat Rock Band. Calendario completo su www.estatica-pescara.com  

CulturAurum all'Aurum di Pescara

Fino all’11 luglio - Sala Alambicchi, mostra “Oxigen” di Bruno Di Pietro. Inaugurazione 4 luglio ore 18.00.  04 luglio - ore 21.15, Piazzale Michelucci, “Concerti sotto le stelle” - Organizza Associazione Castelnuovo Tedesco – Direttore Artistico Maurizio Di Fulvio I love Cinema Rossella Rezzolla

05 luglio - ore 18.00, Sala Tosti – Presentazione libro Franco di Tizio “La mia attività letteraria” (edizioni Ianieri) 05 luglio - ore 21.15, Piazzale Michelucci - Vincenzo Olivieri in “Non è mai troppo Abruzzo: Vi insegno la bellezza” – Produzione TSA (Teatro stabile abruzzese)

06 luglio - ore 21.15, Piazzale Michelucci, “Concerti sotto le stelle” -  La giovane chitarrista e cantante Stefania Di Fulvio apre uno spettacolo originale, fatto di recitazioni poetiche, commentate e vivificate dalla musica. Fanno parte dell’Ensemble anche la cantante Simona Capozucco, il contrabbassista Ivano Sabatini e l'attrice Elisabetta Femiano, prestigiose figure artistiche internazionali. Le scenografie sono a cura di Marco Leonzio.

08 luglio - ore 10/23.30, sala d’Annunzio, sala Tosti e Piazzale Michelucci - Un Punto di Maiella a cura del Parco Nazionale della Maiella Analisi delle azioni e dello stato del Parco Nazionale della Maiella– Presiede Lucio Zazzara, Presidente del Parco Nazionale della Maiella. ore 10:00 - L’Ente Parco Nazionale della Maiella si racconta Incontro/conferenza per presentare e raccontare l’Ente Parco Nazionale della Maiella. Presentazione di due volumi “Storia di cibo” di Gino Primavera “Meraviglie e tesori della Maiella orientale” di Luigi Cicchitti ore 20:00 – La Maiella a tavola Le tipicità gastronomiche del Parco in degustazione nella splendida cornice dell’ Aurum ore 21:30 – “Sul trono di Pietra, verso i sentieri di Celestino” – Regia di Milo Vallone E’ una pièce allestita dalla Compagnia della Memoria ed incentrata sulla figura dell’illustre Pietro da Morrone (poi Celestino V), dagli eremi a Roma; e ritorno. Nel corso della narrazione si racconteranno e ripercorreranno gli eventi che hanno portato il Santo dalla vita negli eremi abruzzesi al Soglio Pontificio per poi, dopo il celebre (e da Dante non celebrato) “gran rifiuto”, vederlo tornare in quegli eremi stessi che ancora oggi conservano intatti la bellezza e la spiritualità di quando il nostro protagonista li abitò. Lo spettacolo si avvale inoltre, della commistione dei linguaggi cinematografici e teatrali seguendo l'innovazione del progetto ideato dal regista Milo Vallone ormai dieci anni fa e da lui chiamato "CineprOsa".

Dal 09 al 16 luglio, Sala Flaiano - Mostra Collettiva a cura di Giorgio Del Bono Inaugurazione 9 luglio ore 18.00. La rinascita nell’Arte “Una mostra per non dimenticare” 2^ edizione Salviamo la Pineta Dannunziana Pittura - Scultura - Grafica - Ceramica - Libri - Poesie 09 luglio - ore 21.15, Piazzale Michelucci: “IV° Festival della Saltarella e della musica popolare abruzzese” a cura della Compagnia informale di Canto Popolare “Abruzzo Forte e Gentile”

10 luglio – ore 21.15, Piazzale Michelucci, “Concerti sotto le stelle” - Organizza Associazione Castelnuovo Tedesco – Direttore Artistico Maurizio Di Fulvio Omaggio alla terra del bel canto Sara Ciancetta & Francesco Di Filippo Paola Matarrese & Davide Burani La serata inizia con il giovane duo costituito dalla cantane Sara Ciancetta e dal chitarrista Francesco Di Filippo che presentano un breve programma di standard jazz. I calici tintinnano e scoccano sotto le stelle con il duo emiliano che nella seconda parte del concerto rende omaggio ad alcuni grandi classici del repertorio d’opera. La cantante Paola Matarrese è uno degli esempi di eclettismo più straordinari del panorama musicale italiano e talento del 19° Zecchino d’Oro. Insieme a lei c’è Davide Burani tra gli arpisti più virtuosi, insegnante presso l’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Modena e presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Achille Peri” di Reggio Emilia.

Per una cultura della Pace

con Antonio Lera - Beniamino Cardines - Marco Tabellione Virna Chessari - Alessandra Bucci - Valentina Motta - Nino Oriolo Katia agata Spera - Alessandra Iannotta - Lara Di Carlo - Laura Balestra Vittoria Leone - Paola Susana Solorza - Gaia Baroni - Gabriela Gialleonardo Lunedì 4 luglio dalle ore 21 si avvieranno una serie di incontri letterari in rete che successivamente saranno ampiamente condivisi sui maggiori social media, da tutti i partecipanti.

“Tra l’essere e l’apparire – Cultura della pace e il benessere” il progetto nasce dall’esigenza di ristabilire valori fondativi dell’umano e ritrovare un dialogo aperto nel mondo della cultura e a partire da esso. Ideatore del progetto Antonio Lera (poeta e psicoterapeuta, già candidato al Premio Nobel per la Letteratura nel 2020 e nel 2021). L’evento è frutto di una collaborazione tra Agape Caffè Letterari d’Italia e d’Europa, Edizioni Il Viandante, Caffè Letterario Federiciano/Legione Palatucci, OL/Officine Letterarie Pescara aps. Molti gli artisti che hanno aderito all’invito a questo primo incontro. Oltre al già citato Antonio Lera, promotore e organizzatore. Beniamino Cardines autore pluripremiato, già candidato migliore autore dell’anno 2022-23 da LFA Publisher Italia-Spagna. Marco Tabellione, scrittore. Virna Chessari, scrittrice. Alessandra Bucci, docente e scrittrice. Valentina Motta, scrittrice. Katia agata Spera, scrittrice. Nino Oriolo, artista. Moderano l’incontro: Alessandra Iannotta, giornalista e scrittrice; Laura Balestra, docente e scrittrice; Vittoria Leone, docente e scrittrice; Paola Susana Solorza, scrittrice; Lara Di Carlo, editore. Interverranno la dott.ssa Gaia Baroni (psicologa territoriale) e Gabriela Gialleonardo (Rotary Club Rosario Norte - Argentina).

Ultima modifica il Venerdì, 08 Luglio 2022 15:24

chiacchiere da ape