Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 
Lunedì, 05 Dicembre 2022 14:34

Alla scoperta delle scrippelle, un piatto tipico teramano

Scritto da nerfer

Le scrippelle sono un piatto tipico della cucina abruzzese.

Sono diffuse prevalentemente a Teramo, città situata nel nord dell'Abruzzo alle pendici del Gran Sasso, dove vengono preparate come gustosi primi piatti durante le feste. Possono essere farcite e poi cotte nel forno, in maniera molto simile ai cannelloni, oppure fritte in padella con olio abbondante. Si tratta infatti di un primo molto versatile, che supporta moltissimi abbinamenti diversi.

Sono mAlla scoperta delle scrippelle, un piatto tipico teramanoolto simili alle crêpes francesi e sono composte da una pastella di acqua, uova e farina. Nella città di Teramo si chiamano scrippelle 'mbusse (bagnate), ovvero scrippelle che vengono preparate immergendole in brodo di gallina.

La storia delle scrippelle

Come molte altre gustose ricette, le scrippelle nascono da un errore di un aiuto cuoco nell'Ottocento. Enrico dei Castorani lavorava nella mensa degli ufficiali francesi a Teramo, dove ai soldati venivano cucinate spesso delle crêpes rivisitate (senza latte). Un giorno caddero accidentalmente nel brodo di gallina, e l'aiuto cuoco, anziché gettarle via, decise di servirle ugualmente, ottenendo un successo strepitoso. Da questa sorta di intuizione ebbero origine le scrippelle 'mbusse, cosparse di formaggio (pecorino abruzzese o parmigiano) e cotte nel brodo di gallina.

In quell'epoca, la provincia di Teramo era una zona di confine fra l'impero spagnolo e quello francese. Per questo motivo, secondo alcuni, le scrippelle vennero importate dalle zone francesi, e da questo deriva la loro estrema somiglianza con le crêpes. Secondo altri è vero il contrario, cioè furono gli abruzzesi ad esportarle in Francia.

Nonostante le similitudini però, ci sono anche molte differenze. Gli ingredienti usati nelle scrippelle sono differenti e soprattutto è diverso l'uso che se ne fa: le scrippelle sono a tutti gli effetti un primo piatto salato, mentre le crêpes sono un dessert o una merenda.

Una variante delle scrippelle

Le scrippelle vengono cucinate in molti modi diversi e si prestano alla creazione di piatti gustosi ed originali. In quest'articolo verrà presentata una ricetta rivisitata, quella delle scrippelle verdi al prosciutto.

Per la preparazione di 4 scrippelle (per due persone) occorrono: 50 g di farina, 12 g di spinaci lessati e strizzati, 2 uova, sale. Gli ingredienti vanno frullati con 70 g di acqua per ottenere una pastella abbastanza fluida, che poi va divisa in 4 porzioni. Ognuna di esse va messa a cuocere in una padella leggermente unta finché il sottile strato di pastella non si rassoda.

Per ottenere un primo piatto davvero delizioso è molto importante utilizzare prodotti di qualità, come il prosciutto cotto di Bennet, ad esempio, che andrà a costituire la farcitura delle scrippelle verdi. Dopo aver posto il prosciutto all’interno, vanno arrotolate in modo da formare dei rotoli, i quali devono essere passati nell'uovo sbattuto e poi fritti in abbondante olio. Al termine di questo processo, si potrà così gustare una variante deliziosa di questo piatto tipico teramano.

Ultima modifica il Venerdì, 09 Dicembre 2022 14:51

chiacchiere da ape