Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Maggio 29th, 2020
Il cancelliere austriaco Kurz: "Fra i Paesi confinanti, situazione difficile ...
Maggio 29th, 2020
Altri 87 morti in Italia per coronavirus e 516 nuovi casi in più In totale, ...
Maggio 29th, 2020
Poi potrebbe essere trasferita a Villa Delfico definitivamente, come sede ...
Maggio 29th, 2020
Al via il rimborso dei ticket per la mensa scolastica L’Assessore Albani ...
Maggio 29th, 2020
 3237 contagi totali dall'inizio e 404 decessi   In Abruzzo, dall’inizio ...
Maggio 29th, 2020
Questa mattina, venerdì 29 maggio 2020, è stata firmata l’Ordinanza comunale ...
Maggio 29th, 2020
Paola Ballarini M5S: "Ci chiediamo come sia possibile che un'app, divulgata con ...
Maggio 29th, 2020
 Conclusione di una vicenda durata ben due anni, in tempi di crisi, il debito ...
Maggio 29th, 2020
Ormai ci siamo il ministro dello sport Spadafora ha sciolto le ultime riserve ...

Spettacoli e Cultura

Maggio 29th, 2020
Non si può ancora suonare in pubblico: come potevamo portare nuovamente la ...
Maggio 29th, 2020
 il singolo d’esordio dell’alternative rock band abruzzese La canzone è ...
Maggio 29th, 2020
I bozzetti della costumista Marilù Carteny conservati nel Centro Archivio ...
Maggio 28th, 2020
Ieri ha preso avvio l'attività di restauro e manutenzione di decine di opere ...
Maggio 22nd, 2020
 Un viaggio che svela una storia che qui in Europa si conosce appena. Un ...

Notizie Abruzzo

  • Prev
Al via il rimborso dei ticket per la mensa scolastica L’Assessore Albani invita i nuclei familiari che hanno
 3237 contagi totali dall'inizio e 404 decessi   In Abruzzo, dall’inizio dell’emergenza, sono stati registrati
Questa mattina, venerdì 29 maggio 2020, è stata firmata l’Ordinanza comunale n.41 del 29 maggio 2020. A partire da
Ormai ci siamo il ministro dello sport Spadafora ha sciolto le ultime riserve il 26/6 il campionato cadetto ripartirà.
in totale sono 3237  In Abruzzo, dall’inizio dell’emergenza, sono stati registrati 3237 casi positivi al Covid 19,
Parte ad Aielli un progetto artistico mirato a trasformare in arte le esperienze vissute dai ragazzi durante il
Venerdì, 20 Marzo 2020 19:31

Covid19. Acerbo RF: "Pescara e Montesilvano non fermano produzioni non essenziali"

Scritto da Redenz
Maurizio Acerbo Rifondazione Comunista Maurizio Acerbo Rifondazione Comunista

"Grave che nell’ordinanza del comune di Montesilvano si consenta l’apertura giornaliera dalle 7 alle 21 ovvero ben 14 ore. 4 ore in più rispetto alle richieste dei sindacati"

Rifondazione Comunista si unisce alla richiesta dei sindacati e di Confcommercio Pescara affinché i sindaci, tramite ordinanza, impongano al settore commercio (attività consentite dal DPCM 11 marzo) e ristorazione (stradale ed autostradale) la chiusura domenicale e l’apertura dal lunedì al sabato con orario massimo giornaliero di 10 ore. La chiusura delle attività alla domenica permetterebbe alle aziende di igienizzare e sanificare le superfici commerciali che in questi giorni sono state prese d’assalto dai cittadini/consumatori. La chiusura degli esercizi alla domenica permetterebbe alle lavoratrici e ai lavoratori di allentare la tensione di queste ultime settimane potendo restare almeno la domenica in famiglia. Misure pienamente in linea con i provvedimenti contenimento del contagio. Rifondazione Comunista esprime enorme ringraziamento e solidarietà ai lavoratori della piccola e grande distribuzione che, senza soste e troppo spesso in condizioni limite e a rischio, stanno provvedendo a garantire i beni di prima necessità alla cittadinanza".

Maurizio Così Acerbo, segretario nazionale PRC-SE Marco Fars, segretario regionale PRC-SE Abruzzo Corrado Di Sante, segretario provinciale PRC-SE Pescara.ù

"Spiace constare che i sindaci di Pescara e Montesilvano, nelle ultime ordinanze abbiano dimenticato o facciano finta di non vedere un flusso di donne e uomini che giornalmente si muovono per recarsi a lavoro per produzioni non essenziali, che andrebbero fermate. E che gli stessi sindaci abbiano ignorato le richieste puntuali dei sindacati per la tutela e la sicurezza dei lavoratori che stanno garantendo a tutti noi l’approvvigionamento dei beni di prima necessità. Masci e De Martinis infatti per le attività commerciali hanno previsto l’obbligo di contingentare ingressi, mantenere distanza di un metro e la fornitura dei Dpi ai dipendenti, ma nulla rispetto alle richieste di riduzione degli orari di apertura e su controlli e sanzioni. Grave che nell’ordinanza del comune di Montesilvano si consenta l’apertura giornaliera dalle 7 alle 21 ovvero ben 14 ore. 4 ore in più rispetto alle richieste dei sindacati."

"Inoltre occorre che le autorità competenti per tutelare la comunità e i lavoratori concentrino l’attenzione sulle misure di sicurezza all’interno degli esercizi commerciali aperti. È grave che molte aziende non abbiano ancora provveduto al pieno rispetto delle disposizioni di legge per la riduzione del contagio e la tutela dei lavoratori attraverso la sanificazione delle superfici, la distribuzione e periodica sostituzione di guanti e mascherine, il rispetto della distanza tra le casse e tra operatore e cliente, l’installazione di pannelli plexiglass per proteggere gli addetti alla cassa. Servono controlli, sanzioni e la chiusura delle aziende che non sono in grado di garantire dispositivi di sicurezza e misure di prevenzione. Particolare attenzione va rivolta alle catene dei discount. I lavoratori degli Eurospin sono già in stato di agitazione proprio per le gravi condizioni in cui si trovano a lavorare in tutta la regione. Facciamo un plauso agli esercizi commerciali e alle catene che hanno accolto le richieste dei sindacati e provveduto a garantire le dovute misure di sicurezza per clienti e lavoratori. Per evitare condotte sleali è bene che i sindaci provvedano ad uniformare su tutti i territori orari, obblighi e controlli. È davvero ipocrita la stretta sui comportamenti individuali contro i “passeggiatori” con e senza guinzaglio, con forti limitazioni alla libertà personale di dubbia costituzionalità e applicabilità, se poi si continua ad ignorare la condizione di tutti coloro che ogni giorno sono costretti a muoversi per recarsi a lavoro. Siamo sicuri che i lavoratori in questa condizione sono molto, molto di più dei passeggiatori. Sindaci e autorità si diano una mossa. Invitiamo le cittadine e i cittadini a boicottare tutte le attività commerciali in cui non siano garantite protezioni ai dipendenti. La vita umana e il diritto alla salute vengono prima del profitto di chiunque."

Ultima modifica il Venerdì, 20 Marzo 2020 19:37

Sport

Attualità

Eventi

Lavoro

Politica

Notizie Montesilvano

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
28147058

Powered By PlanetConsult.it