Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Lunedì, 06 Aprile 2020 11:06

I talenti del calcio italiano che verrà

Scritto da redenz

Il calcio italiano a livello giovanile si è sempre contraddistinto a livello mondiale come uno dei più prolifici in assoluto, alla pari di altre nazioni come Francia, Germania, Spagna e Inghilterra.

D’altro canto, la vittoria del Mondiale del 2006 non è stata casuale: in un articolo di giornale, si parlava di “generazione d’oro” del calcio italiano, includendo tutti i calciatori della splendida nazionale di Marcello Lippi.

 

Il calcio giovanile azzurro tuttavia ha vissuto un periodo di lieve calo dopo la vittoria del 2006, non tanto per demeriti dei singoli giocatori, quanto piuttosto per un lento declino della struttura calcistica giovanile. Nonostante questo, però, lo spirito di squadra e la grande appartenenza al proprio Paese ha sempre prevalso, portando gli azzurri addirittura in finale ad EURO 2012.

 

Qualcosa, tuttavia, è cambiato negli ultimi anni: sono sbocciati dei talenti incredibili, che di sicuro ridaranno grande lustro ad una nazionale che lo merita.

 

Gianluigi Donnarumma

 

Il portiere rappresenta il primo giocatore della squadra, ed è impossibile non citare Gianluigi Donnarumma. Il classe ‘99 del Milan è un talento sopraffino tra i pali, nonostante la giovane età e qualche incidente di percorso fuori campo.

 

Su di lui hanno già puntato gli occhi le principali big d’Europa, e ci mancherebbe altro, aggiungiamo. Senza dubbio l’Italia ha il suo “nuovo Buffon” per i prossimi vent’anni. Beninteso, a patto che resti con la testa sulle spalle e che la sua passione, finora dimostrata, non ceda mai.

 

Gaetano Castrovilli

 

Classe ‘97, il centrocampista della Fiorentina Gaetano Castrovilli è una delle grandi sorprese di queste ultime due stagioni calcistiche. Il merito ovviamente va alla dirigenza viola, che ha dato fiducia ad un giocatore poi rivelatosi incredibilmente importante per la squadra e molto appetibile per qualsiasi club.

 

Castrovilli, infatti, è in grado di coniugare grandi doti tecniche ad una visione di gioco superba, ma è anche dotato di una buona corsa. Un giocatore polivalente, abile tanto nel segnare quanto nel far girare l’intero meccanismo della squadra.

 

Sandro Tonali

 

C’è chi lo definisce il nuovo Pirlo, anche se qua il giovane Sandro Tonali ha avuto da ridire, accostandosi piuttosto a Rino Gattuso. Resta il fatto che il classe 2000 centrocampista del Brescia è un giocatore unico nel suo genere, e che difficilmente si vedeva da tempo nel panorama calcistico italiano.

 

I suoi punti di forza sono sicuramente la fisicità e l’aggressività in primis, ma anche un ottimo controllo palla e una visione di gioco ottima. Un talento incredibile, di cui sentiremo parlare per molto tempo.

 

Nicolò Zaniolo

 

Per alcuni, Nicolò Zaniolo rappresenta il talento italiano per eccellenza al momento. Classe ‘99, il giovane nato a Massa è stato mandato alla Roma nel 2018 dall’Inter, nell’ambito dello scambio con Nainggolan, e tra le due squadre senza dubbio sono stati i giallorossi a guadagnarci.

 

Il recente grave infortunio al legamento crociato anteriore del ginocchio destro ha interrotto un’altra stagione estremamente positiva, in cui il trequartista ha dato ampio sfoggio delle proprie qualità. Anche di Zaniolo, fortunatamente, sentiremo parlare a lungo e avremo modo di assistere alle sue spettacolari qualità in maglia azzurra.