Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Giovedì, 21 Maggio 2020 17:47

Pescara, torna il cemento con i "diritti edificatori" del Masterplan Porta del Nord - video

Scritto da Angela Curatolo
conferenza di questa mattina conferenza di questa mattina

Maurizio Acerbo: "Il Masterplan è una truffa".

"Giù le mani dal Parco Nord. Ancora una volta si prova a reintrodurre il cemento su aree vincolate a verde pubblico. Il Masterplan stravolge il Piano Regolatore per favorire privati." Quanto sostengono, questa mattina sulla strada parco, in conferenza Maurizio Acerbo, segretario nazionale Prc-Se Corrado Di Sante, segretario provinciale Prc-Se Pescara.

Sono state depositate le osservazioni al Comune di Pescara per il progetto Masterplan, da Rifondazione comunista, per mettere evidenziare che nel Parco Nord tornerebbe il cemento all'interno dell'area verde, 58mila mq2, vincolata dal 2003 a area verde pubblico, con la cubatura inserita nel progetto. 

"Si inventano "diritti edificatori" inesistenti e un ridicolo "atterraggio" di volumi edificatori in area verde. Rifondazione Comunista invita cittadini e associazioni a mobilitarsi contro questo imbroglio e il sindaco Masci a verificare cosa combinano i suoi. Abbiamo presentato le nostre osservazioni al Masterplan, un'operazione inventata per coprire il tentativo di riproporre il solito accordo di programma già bocciato altre volte".

"Insomma si usano le 'reti ecologiche' per rendere edificabili aree ad alto pregio ambientale e per ragioni comprensibili assai appetibili per un mercato dell’edilizia privata altrimenti in questo momento storico assai ristretto. Non vediamo quindi obiettivi di interesse pubblico nè una strategia di ecologia urbana ma semplicemente una operazione che, in definitiva, ha un'unica finalità, quella di consentire ad alcuni privati di poter edificare su un'area, all'interno della Pineta Nord, adiacente alla sede del Comando Forestale, attualmente inedificabile, in quanto destinata dal vigente PRG a Verde Pubblico Attrezzato. Del resto non si spiega altrimenti come nella proposta di Masterplan manca qualsiasi indicazione circa le modalità attuative del piano, le risorse finanziarie per attuarle, nonché i parametri urbanistici ed edilizi delle aree private destinate alla edificazione. Nè si possono ipotizzare altre soluzioni, come quella di spostare in altre zone (ex Enaip) le predette volumetrie private che non si sa da dove si siano materializzate. Le aree private, destinate a verde pubblico, vanno espropriate, così come stabilito dal vigente PRG". Si legge in una nota del RC.

Dedicano "un momento di ricordo riconoscente allo scomparso e compianto Guido Conti che insorgerebbe insieme a noi se apprendesse che in questo Masterplan viene individuata una zona di scambio di diritti edificatori all’interno della pineta, nell’area adiacente alla sede del Comando Forestale, destinata dal PRG 'a verde pubblico naturale o attrezzato', che pertanto viene detratta dal comparto verde oggi esistente, facendo nel complesso diminuire e non aumentare gli spazi verdi e quindi attivamente contribuendo al consumo di suolo in contrasto con quanto oggi prevede il PRG della Città. Lo ricordiamo fervido sostenitore della nostra battaglia per la destinazione a verde di quelle aree".

Ricordano infine: "È vergognoso che il Comune, dopo aver sconfitto negli anni scorsi, in sede di giustizia amministrativa i proprietari privati ora - venendo meno all’interesse pubblico – restituisca loro la possibilità di costruire. Il Consiglio di Stato ha ripetutamente affermato che il vincolo che fu legittimamente apposto dal Comune di Pescara su proposta di Rifondazione Comunista non è soggetto né a decadenza né a obbligo di indennizzo. Non vi sono ‘diritti edificatori’ e indicare un’area destinata a verde pubblico come oggetto di “atterraggio della volumetria” non ha alcun fondamento se non quello di modificare surrettiziamente il PRG. Le aree destinate a verde nel PRG non hanno alcuna potenzialità edificatoria e non si capisce perché l’amministrazione voglia regalarla a dei privati con un giovo di prestigio".

Ultima modifica il Giovedì, 21 Maggio 2020 18:03

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33035223