Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Lunedì, 10 Maggio 2021 18:45

Il Pescara si congeda dalla Serie B

Scritto da

Nell’ultima giornata di campionato il Delfino, già retrocesso, si arrende alla Salernitana (0-3), che invece vola in serie A.

Si conclude come era iniziata, e cioè male, la disastrosa stagione del Pescara, che dopo 11 anni torna mestamente in serie C. Era il 13 giugno del 2010 quando un eurogol di Massimo Ganci consentiva ai biancazzurri di superare il Verona nella finale dei playoff e di rientrare nel calcio che conta; da allora 9 campionati in B e addirittura due nella massima serie, grazie alle splendide promozioni del 2012 e del 2016: nella prima, quella di Zemanlandia, protagonista assoluto fu il trio Verratti-Immobile-Insigne, adesso cardine della Nazionale azzurra di Mancini; nella seconda, a guida Oddo, il ruolo di primo attore spettò al bomber Gianluca Lapadula, autore di ben 30 reti tra stagione regolare e playoff (praticamente un gol in più di quelli segnati dall’intera rosa biancazzurra in questa sciagurata annata).

Risalire non sarà facile, se non proibitivo. La terza serie, che allora era la C1 e si componeva di due gironi da 20 squadre, adesso è serie C con tre gironi (da 20), ma le promozioni sono sempre e solo 4. Inoltre il Pescara verrà presumibilmente inserito nel girone C, in cui troverà grandi nobili decadute (Bari e Palermo su tutte, ma anche Avellino, Catania e Catanzaro), che già quest’anno hanno puntato alla promozione nel campionato cadetto e che nel prossimo saranno ancora più agguerrite.

Il Delfino è letteralmente da rifondare. Al momento non è certa neanche la riconferma in panchina del tecnico Gianluca Grassadonia, anche lui provatissimo dagli eventi dell’ultima settimana: prima la retrocessione, poi gli insulti alla sua famiglia (residente a Salerno) e addirittura un’aggressione (per fortuna solo verbale) alla figlia da parte di pseudo-tifosi salernitani per sollecitare uno “scarso impegno” della squadra allenata dal padre nel match che avrebbe (come infatti è stato) regalato la serie A alla compagine campana. Non c’era affatto bisogno di queste minacce: la Salernitana ha vinto agevolmente, segnando ben tre reti nella ripresa (Anderson su rigore al 67’, Casasola al 72’ e Tutino all’81’).

I campani salgono dunque in A assieme all’Empoli, mentre ai playoff vanno Monza, Lecce, Venezia, Cittadella, Brescia e Chievo; tutto deciso anche per le retrocessioni, in quanto non si disputerà lo spareggio playout: in C, oltre al Pescara, anche Cosenza, Reggiana e Entella.

Ultima modifica il Martedì, 11 Maggio 2021 09:07
Altro in questa categoria: « Serie B, Pescara-Reggiana 1-0