Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Visualizza articoli per tag: GRASSADONIA

Il Pescara agguanta il pari al Rigamonti di Brescia, campo storicamente ostico. Alla rete di Jagiello nel primo tempo, risponde l’ex Dessena alla mezz’ora della ripresa. I biancazzurri escono con due punti dalle due difficili trasferte di Monza e Brescia, un bottino discreto che tuttavia risulta ancora del tutto insufficiente all’obiettivo playout. Molte cose sono andate storte: in primo luogo la positività al covid di Machin; in secondo luogo la vittoria dell’Ascoli a Monza. Il quartultimo posto dista quattro punti ed è occupato dal Cosenza, che domani sarà ospite del Venezia. Un’eventuale vittoria calabrese significherebbe lo scivolamento del Pescara a sei punti dall’Ascoli in quota playout.

Pubblicato in Calcio
Sabato, 03 Aprile 2021 09:55

Il Pescara torna al successo

Arriva finalmente la prima vittoria casalinga per il tecnico Grassadonia: all'Adriatico il Delfino supera il Pisa per 3-1.

Pubblicato in Calcio

Il Pescara esce sconfitto per una rete a zero (Meggiorini) dal Menti di Vicenza e complica ulteriormente la sua corsa ai playout. Biancazzurri mai realmente in partita, a tratti in balia degli avversari che costruiscono numerose occasioni da rete. Il risultato finale poteva essere anche più largo. Sono sei i punti che dividono il Pescara dal quartultimo posto occupato dalla Reggiana, un’impresa ancora possibile solo in teoria, ogni idea in tal senso si infrange contro la realtà di una squadra incapace di vincere.

Pubblicato in Calcio
Mercoledì, 17 Marzo 2021 09:52

Il Pescara ad un passo dal baratro

Ancora una sconfitta casalinga per il Delfino: all'Adriatico l'Ascoli si impone per 3-2.

Duro colpo alle speranze di salvezza del Pescara: il passa falso con i marchigiani, diretti concorrenti per la permanenza in serie B, ha il sapore quasi di una resa per i padroni di casa, penultimi in classifica con 23 punti, quando mancano ormai 9 gare al termine del campionato.

L'ennesima espulsione rimediata dai biancazzurri in questa sciagurata stagione, quella di Scognamiglio al 36', complica terribilmente i piani di mister Grassadonia. Nonostante l'inferiorità numerica per quasi un'ora, il Pescara riesce a rimontare l'iniziale svantaggio (rete ascolana di Bidaoui al 40') grazie ad una doppietta di Dessena (41' e 48'), lesto ad infilare due volte l'incolpevole Leali. Ma gli ospiti rimediano con Dionisi al 52', prima di trovare la zampata vincente con Bajic al 92'.

"Purtroppo è una sconfitta molto pesante - ammette il tecnico biancazzurro - ma non siamo ancora condannati. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Adesso dobbiamo ripartire con grande convinzione e gettare il cuore oltre l'ostacolo: a Vicenza faremo la partita della vita, quella che non ci è riuscita stasera".

Pubblicato in Calcio

Un buon Pescara esce con un pareggio senza reti dallo scontro con il Pordenone allo Stadio Guido Teghil di Lignano Sabbiadoro (L'impianto di casa, il Bottecchia, non rispetta gli standard previsti dalla serie B). Risultato bugiardo, le squadre hanno creato molte occasioni da rete. La prestazione dei biancazzurri legittima mister Grassadonia a prendersela con la sfortuna, soprattutto per le numerose e rilevanti opportunità costruite dai suoi nel secondo tempo. Il Pescara di oggi probabilmente avrebbe meritato la vittoria.

Pubblicato in Calcio
Sabato, 06 Marzo 2021 18:00

Serie B, Pescara-Spal 0-1

Prima sconfitta per il nuovo tecnico biancazzurro Grassadonia: la Spal espugna l'Adriatico con un rigore dell'ex Valoti.

Niente da fare per il Delfino, chiamato a dare continuità al prezioso successo colto quattro giorni fa a Cittadella: gli estensi portano a casa l'intera posta in palio rilanciandosi così in ottica playoff, ma facendo sprofondare il Pescara quando mancano ormai solo 11 partite al termine del campionato.

Tanti i rimpianti per i padroni di casa, che contestano le decisioni sempre avverse dell'arbitro La Penna, a partire dal dubbio penalty assegnato agli ospiti dopo soli 8' e trasformato da Valoti; lo stesso direttore di gara non accorda però al 12' un rigore ai biancazzurri che reclamano vivacemente per un fallo di mano in area estense; infine, a completare il tutto, la doppia ammonizione rifilata a Drudi, che al 43' lascia il Delfino in inferiorità numerica. Nella ripresa, seppur con un uomo in meno, il Pescara prova comunque a cercare il gol del pareggio, ma i tentativi di Guth e Scognamiglio vanno fuori di un soffio.

Nonostante la disperata posizione in classifica, crede ancora nel miracolo salvezza il tecnico Grassadonia: "Non voglio parlare dell'arbitro: ci penserà qualcun altro a giudicare il suo operato. Il risultato odierno è negativo, ma la prestazione è stata positiva perché anche in dieci la squadra è rimasta viva fino alla fine. Da qui ripartiremo lunedì, non vediamo l'ora di tornare in campo".

Pubblicato in Calcio
Pagina 1 di 2