Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Mercoledì, 26 Settembre 2018 12:03

Mancuso fa volare il Pescara

Scritto da
Mancuso, autore di una doppietta Mancuso, autore di una doppietta Pescara Calcio

Terza vittoria casalinga consecutiva per il Pescara che con una doppietta del suo centravanti supera anche il Crotone (2-1).

 

Continua la marcia del Delfino: il terzo successo in tre gare all'Adriatico, sommato ai due pareggi esterni, consente ai biancazzurri di salire al secondo posto in classifica, in perfetta media inglese. Vince e convince la truppa di mister Pillon, che contro i pitagorici sforna la migliore prestazione stagionale. Il tecnico sembra aver finalmente trovato la formula giusta a centrocampo, con Brugman regista alle spalle del duo Memushaj-Machin. Ma è l'attacco a fare faville grazie ad uno scatenato Mancuso, a segno con due gol d'autore; positivo anche l'apporto del velocissimo Marras sulla fascia destra, mentre incespica un po' il giovane Antonucci a sinistra, sostituito nella ripresa da Crecco. Nel complesso un Delfino ordinato e determinato contro un avversario, il Crotone, che non nasconde le proprie ambizioni di una pronta risalita in serie A; ma quello di Pescara si conferma uno stadio tabù per l'ex Stroppa, ora sulla panchina calabrese, sempre sconfitto ad ogni suo ritorno in riva all'Adriatico.

Mancuso sugli scudi, dunque: è lui ad aprire le danze con un gran tiro al volo dopo un pregevole palleggio (19'); ed è sempre lui a siglare il gol della vittoria al 54', quando, ben servito in profondità da Brugman, infila il pallone all'incrocio con un potente sinistro da posizione decentrata. Nel mezzo il momentaneo pareggio dell'ex Benali, anche a lui a segno con uno strepitoso tiro da 50 metri che sorprende Fiorillo, posizionato fuori dai pali (49'). Nel finale il Pescara si difende bene contro i tentativi di Budimir, sempre pericoloso nel gioco aereo e anche l'ingresso dell'imponente Simy non sortisce per gli ospiti l'effetto sperato.

Festeggia Pillon a fine gara: "Abbiamo preparato la partita nel modo giusto, puntando a veloci ripartenze dopo il recupero palla, e devo dire che tutto ciò è stato fatto molto bene. La squadra si è mostrata compatta e non ha concesso nulla ad un avversario molto forte. Oggi è stata la partita di Mancuso, ma anche Monachello e Cocco avranno i loro spazi e le loro occasioni. Adesso godiamoci il successo, da domani penseremo alla trasferta di Padova".

Si toglie un sassolino dalla scarpa il presidente Sebastiani che elogia l'ex Benali: "Qualcuno aveva detto che non poteva giocare a centrocampo... mi pare invece che oggi Benali abbia dimostrato il contrario". Chiaro il riferimento all'ex tecnico Zeman, che dopo aver ostinatamente posizionato il giocatore libico sulla fascia, ne chiese la cessione nello scorso gennaio.

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Balzano (74' Ciofani), Gravillon, Campagnaro, Del Grosso; Memushaj, Brugman, Machin; Marras (88' Perrotta), Mancuso, Antonucci (76' Crecco). All.: Pillon.

CROTONE (3-5-2): Festa; Cuomo (85' Simy), Golemic, Marchizza, Faraoni, Rohden (69' Nalini), Benali, Molina (87' Crociata), Firenze, Stoain, Budimir. All.: Stroppa

Arbitro: sig. Nasca di Bari.

Marcatori: 19' Mancuso, 49' Benali, 54' Mancuso.

Note: ammoniti Brugman, Benali, Firenze, Golemic; spettatori 6.211 per un incasso di 40.542 €.

 

Ultima modifica il Mercoledì, 26 Settembre 2018 15:39