Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Lunedì, 04 Marzo 2019 11:01

Serie B, il Pescara vola al terzo posto

Scritto da
Mancuso festeggiato dopo il primo gol Mancuso festeggiato dopo il primo gol Pescara Calcio

Vince e convince il Delfino che si impone sullo Spezia con un gol per tempo (2-0).

 

In attesa del posticipo che vedrà impegnato il Benevento, sale in terza posizione il Pescara di mister Pillon, ad un solo punto dalla promozione diretta in serie A. Dopo la brutta prestazione di lunedì scorso, proprio in casa dei rivali sanniti, i biancazzurri si riscattano con una gara gagliarda e guadagnano tre punti contro i liguri guidati in panchina dall’ex Marino. Ancora a segno il bomber Mancuso, giunto adesso a quota 17 nella classifica cannonieri: è lui a sbloccare il risultato al 19', appoggiando in rete il pallone dopo una intelligente sponda di Memushaj su cross di Marras. Il raddoppio è invece opera di Crecco, che al 59' schiaccia in rete di testa su calcio d'angolo del solito Memushaj. Risultato mai in discussione e match praticamente concluso al 65', quando lo spezzino Da Cruz si da espellere dopo un fallaccio su Ciofani (seconda ammonizione e conseguente cartellino rosso), lasciando gli ospiti in inferiorità numerica.

L’assenza di Brugman induce Pillon a chiamare in causa il veterano Bruno (36 anni) e l’esperto centrocampista ripaga bene la fiducia concessagli dal tecnico; bene anche Gravillon, schierato come terzino sinistro al posto dell’infortunato Balzano: dopo aver giocato sulla fascia destra e anche da centrale, il guadalupense si conferma un formidabile jolly difensivo. Il migliore in campo, però, è senza dubbio il numero uno Fiorillo, sempre sicuro tra i pali ed autore di almeno due prodigiosi interventi su Okereke. Unica nota negativa l'ammonizione rifilata a Marras che, già diffidato, salterà la prossima trasferta contro il Cittadella.

Tanti sorrisi in casa biancazzurra a fine gara, a partire da quelli di mister Pillon: "Oggi abbiamo disputato un'ottima partita e vinto meritatamente. Dopo l'incerta prestazione di Benevento, la squadra ha reagito fornendo una grande risposta e sfoderando tanta grinta sul campo. La classifica? Pensiamo ad un obiettivo per volta: prima raggiungiamo i playoff, poi vedremo cosa succede. Da qui in avanti, tra squadre che devono salvarsi ed altre che ambiscono alla promozione, per noi saranno tutte finali". Umori ben diversi in casa ligure, con il tecnico Marino che (come al solito) ha visto un'altra gara: "La partita è stata equilibrata, il Pescara è stato solo un po' più cinico di noi. Purtroppo nella ripresa l'assurda espulsione di Da Cruz ci ha tagliato le gambe e a quel punto è stato difficile recuperare".

 

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Ciofani, Campagnaro (66' Perrotta), Scognamiglio, Gravillon; Memushaj, Bruno (74' Melegoni), Crecco; Marras; Mancuso (82' Del Sole), Monachello. All.: Pillon.

SPEZIA (4-3-3): Lamanna; De Col, Terzi, Crivello, Augello; Crimi (66' Maggiore), Ricci (81' Mastinu), Mora; Da Cruz, Galabinov, Pierini (60' Okereke). All.: Marino.

Arbitro: sig. Marinelli di Tivoli.

Marcatori: 19' Mancuso, 59' Crecco.

Note: espulso al 65’ Da Cruz; ammoniti Bruno, Campagnaro, Marras; spettatori 6.179 per un incasso di 38.910 €.

Ultima modifica il Lunedì, 04 Marzo 2019 14:06