Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Sabato, 25 Luglio 2020 11:43

Trapani Pescara 1 a 0, biancazzurri sull'orlo del baratro

Scritto da

Il Trapani di Fabrizio Castori batte al Provinciale un Pescara inesistente per 1 a 0 (rete di Luperini). Punteggio che avrebbe dovuto essere più largo in favore dei siciliani, solo alcuni strepitosi miracoli di Fiorillo hanno evitato una debacle più marcata. Ora il Pescara potrebbe non riuscire ad evitare i playout anche in caso di due vittorie contro Livorno e Chievo. In caso di sconfitte, poi, non è nemmeno esclusa la retrocessione diretta.

La partita inizia con qualche sorpresa di formazione: fuori Palmiero e Pucciarelli, in favore di Busellato e Bocic. Palmiero, peraltro, non sarà della partita, così aprendo un caso che, sebbene forse di scarsa rilevanza in questo momento drammatico, esiste ed andrebbe approfondito.

L’inizio è come da attese, con il Trapani obbligato a fare la partita e il Pescara che cerca di trovare spazi in contropiede. Ci prova Bocic con una buna girata al minuto 8’, risponde bene Carnesecchi. Nel complesso, non buona la prova di Bocic, probabilmente ancora impreparato a partite di questo genere e certamente non aiutato da un ruolo troppo centrale. Il suo alibi è che in realtà tra i biancazzurri si salvano in pochi. Clemenza è in palla nelle prime giocate, gli avversari lo capiscono e non gli risparmiano calcioni, l’arbitro avrebbe dovuto tutelarlo meglio. Al 13’ arriva il vantaggio del Trapani, con Luperini che sfrutta un cross di Colpani e di testa batte Fiorillo. Da questo momento, il Pescara sparisce dal campo: zero idee, tanta confusione, poca qualità. Al 21’ inizia lo show di Fiorillo, con una prima buona parata su Dalmonte in contropiede. Al 26’, Buongiorno schiaccia di testa da due passi e Fiorillo compie una tra le parate più incredibili della sua carriera, intercettando il pallone sulla linea di porta quando ormai era superato. Al 34’, ci prova Memushaj su punizione, fuori di poco. Ci prova Pettinari (ex mai amato) al 46’, Fiorillo respinge. Ancora Pettinari al 47’, Fiorillo blocca. Pescara in bambola al fischio di fine frazione.

Alla ripresa dentro Masciangelo per Crecco, quando forse ci si aspettava qualche cambio più incisivo. Al 50’, punizione di Colpani, Fiorillo devia sulla traversa con un grande intervento. Al 51’, Dalmonte con il sinistro non trova la porta di poco. Al 57’, Fiorillo salva il Pescara con un’altra parata complicata, a mano aperta contro Lupperini che aveva colpito a rete. Il Pescara cresce lievemente con i cambi: entrano nel corso del secondo tempo Pucciarelli, Pavone, Borrelli e Melegoni. Ci provano Bocic e Pucciarelli, rispettivamente al 69’ e al 70’, con esiti negativi. Sottil chiude con un 4-2-4 disperato. Gli assalti del Pescara non fanno paura, sono improvvisati, mai realmente pericolosi. L’unica vera occasione capita sul piede di Borrelli al 94’, con Carnesecchi che para il buon tiro partito dal giovane attaccante (peraltro forse ingiustamente accantonato negli ultimi mesi, soprattutto in considerazione del rendimento pessimo degli altri attaccanti). Nel finale viene ingiustamente espulso Masciangelo per un intervento che, certamente duro, sembrava sul pallone.

Inaccettabili le parole di Sottil a fine gara, sulla scia delle dichiarazioni che hanno portato agli esoneri di Zauri e Legrottaglie: “C’è grande rammarico perché non meritavamo di perderla. Abbiamo avuto parecchie occasioni per andare avanti. Peccato sul gol preso. La squadra però ha reagito bene e abbiamo giocato ad una porta sola”. Onestamente, la partita ha raccontato una storia diversa.

Ci sarà il tempo dei processi, anche se non riesce difficile individuare i principali colpevoli della situazione. Ad ogni modo, ora serve sangue freddo e qualche idea, così da ragionare un domani su cosa poteva essere e per – mera – fortuna non è stato. Le sensazioni, però, sono tutt’altro che positive.

Tabellino:

Trapani: Carnesecchi; Pagliarulo, Luperini, Buongiorno, Odjer, Kupisz, Colpani (dal 77' Scaglia), Pirrello, Pettinari (dal 76' Piszczek), Dalmonte (dall'85' Aloi), Grillo. A disp: Canino, David, Evacuo, Fili, Fornasier, Kastrati, Scognamillo, Stancampiano, Taugourdeau. Allenatore: Castori

Pescara: Fiorillo; Del Grosso (dal 68' Melegoni), Scognamiglio, Memushaj, Clemenza (dal 60' Pucciarelli), Bettella, Maniero, Crecco (dal 46' Masciangelo), Zappa, Busellato (dal 78' Pavone), Bocic (dal 78' Borrelli). A disp: Alastra, Balzano, Bruno, Campagnaro, Drudi, Elizalde, Palmiero. Allenatore: Sottil

Marcatori: 13' Luperini (T)

Arbitro: Baroni

Ammoniti: 33' Pagliarulo (T), 42' Luperini (T), 44' Clemenza (P), 45'+1' Dalmonte (T), 65' Busellato (P)

Espulsi: 90'+5' Masciangelo (P)